Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • Salerno, una chiesa davvero accessibile. Grazie ai Volontari Touring

La storia della basilica di Santa Maria de Lama, in pieno centro storico

Salerno, una chiesa davvero accessibile. Grazie ai Volontari Touring

di 
Tino Mantarro
8 Ottobre 2018
Dona
Aperti per voi - l'iniziativa Touring che grazie ai soci Volontari apre monumenti altrimenti chiusi o poco visitabilia Salerno è un concetto preso alla lettera. Perché se deve essere “Aperto”, lo deve essere per tutti, anche per persone con diverse capacità motorie e non solo. I Volontari Touring per il Patrimonio culturale della città campana dall’ottobre del 2015 aprono la Chiesa Santa Maria de Lama nel quartiere degli Amalfitani, nel cuore della Salerno medievale. E nel corso di questi tre anni hanno fatto di tutto per renderla fruibile a persone con disabilità varie.
 
Così grazie a un progetto di accessibilità all’arte realizzato in collaborazione con l’Università di Napoli gli affreschi di epoca longobarda, fiore all’occhiello della Basilica, sono stati riprodotti in versione tattile per permettere a ipovedenti e non vedenti di fruire della loro parte di bellezza. Mentre in questi mesi stanno ultimando un progetto per rendere accessibile la chiesa (che all’interno è strutturata su due livelli sovrapposti) alle persone con disabilità motoria grazie a un sistema di passerelle. Sarebbe una conquista, come è stata una conquista riaprire la piccola basilica dell’XI secolo, chiusa da anni nonostante il restauro complessivo seguito al devastante terremoto dell’Irpinia. Nonostante si trovi a due passi dal Duomo, la piazzetta antistante la Chiesa Santa Maria de Lama e la gradinata di accesso erano considerate una zona degradata della città, abbandonata allo spaccio e soggetta a vandalismo.
 
 
«Come Volontari per il Patrimonio culturale del Touring Club Italiano ci siamo proposti alla Curia con un progetto di valorizzazione e apertura già dal 2014» ricorda Enrico Andria, console Tci di Salerno. «Ci siamo dovuti auto finanziare per ripulire alcune parti dell’interno e per sistemare l’accesso». Come raccontano alcune immagini all’interno della chiesa la scalinata era invasa di erbacce, la chiesa transennata.

Oggi invece Santa Maria de Lama e la zona circostante sono tornate a vivere. «L’apriamo due giorni a settimana, sabato e domenica dalle 10 alle 13. Ma appena possibile organizziamo eventi di ogni genere per rimetterla al centro della vita culturale salernitana». Così solo nel 2018 tra concerti, presentazioni di libri e altri eventi oltre 4mila persone si sono affacciate nella chiesa.
 
 
E tutta la zona ne ha giovato. «Il gruppo giovani del Tci ha organizzato delle feste sui gradoni, per esempio in occasione della giornata europea della musica» aggiunge Andria. E la musica è un appuntamento fisso ormai a Santa Maria de Lama. «Il conservatorio Martucci di Salerno ci ha contattato per ospitare i concerti dei loro allievi: ne è nata una serie di performance jazz ma anche un ciclo di incontri internazionali di chitarra» prosegue. Perché Aperti per voi è un concetto elastico: letterale, ovvero rendere accessibile a tutti un patrimonio culturale negato, ma anche culturale, farlo rivivere a 360 gradi. Tutto grazie al contributo volontario dei soci Touring.
 
COME SOSTENERE APERTI PER VOI
Solo grazie a persone che credono nella nostra missione il progetto Aperti per Voi potrà andare avanti. Per continuare a tenere aperti questi luoghi abbiamo bisogno anche del vostro aiuto! 

Potete sostenere Aperti per Voi facendo una piccola donazione sul sito apposito e/o diventando Volontari. In questo modo ci aiuterete a rendere accessibili i luoghi d'arte e cultura, a tutti, ogni giorno. Una piccola donazione può dare un futuro a tanti luoghi che altrimenti rimarrebbero chiusi nel cassetto!

INFORMAZIONI
Per donare e sostenere il progetto, scoprire tutti i luoghi Aperti per Voi, capire come diventare Volontari Touring cliccate su dona.touringclub.it!
 
 
Dona