Scopri il mondo Touring

Primitivo, Salice salentino, Nero di troia, Negramaro... i migliori vini bianchi, rossi e rosati della regione secondo la guida Tci ViniBuoni d'Italia

Quali sono i migliori vini di Puglia?

di 
Luca Bonora
25 Aprile 2021
 
È uscita Vinibuoni d'Italia 2021, la guida Touring dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Questa 18ª edizione della guida - curata da Mario Busso e Alessandro Scorsone –  continua a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; inoltre dà indicazioni utili ai consumatori, che apprezzano sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo dei vini autoctoni.
 
La criticità della situazione rappresentata dalla pandemia ha messo a dura prova il settore vitivinicolo, che tuttavia ha una forte volontà di ripresa. La nuova edizione della guida si fa interprete di questo momento difficile e della necessità di iniziative serie, volte a promuovere il bello e il buono dello Stivale.
 
Vinibuoni d’Italia 2021 si arricchisce di una nuova sezione dedicato agli spirits - amari, bitter e distillati italiani - , un mondo che raccoglie un numero crescente di appassionati e ha saputo radicarsi al territorio, con espressioni che raccontano un patrimonio di biodiversità su cui puntare sempre più, al pari di ciò che succede per i vitigni autoctoni.
 
 
COME È FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in 21 capitoli regionali, con l’aggiunta di Istria (Croazia), un’area appena oltre confine molto interessante dal punto di vista vitivinicolo. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico.
I vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
 
Le commissioni regionali hanno degustato quasi 30mila vini con 1.877 aziende selezionate (+6% rispetto al 2020), per scegliere i migliori 6.122 (presenti nella guida).
Tra questi, 623 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento; 177 la Golden Star.
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)
 
Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici essenziali (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati), è presente una breve descrizione. Inoltre è indicato con un apposito simbolo se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2021 ha 824 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 
 
ROSSI, BIANCHI E ROSATI
Quattro docg (fra le quali il primitivo di Manduria) e 28 doc fra cui brillano negramaro, aleatico, salice salentino… – questo il biglietto da visita della Puglia per quanto riguarda i vini autoctoni. Terra di rossi, bianchi e rosati, questi ultimi di particolare pregio.
La nostra classifica prende in considerazione, i migliori fra i 18 vini coronati: il top del top. Ricordiamo che il prezzo indicato è quello della vendita in cantina e in enoteca può essere maggiorato fino al 100%.
 
 
SCEGLI IL TUO VINO PUGLIESE!
Se vuoi degustare un vino pugliese di qualità da filiera garantita e riceverlo comodamente a casa sceglilo nella cantina on line del nostro partner Tannico


LE MIGLIORI BOTTIGLIE DELLA PUGLIA
secondo la guida Tci Vinibuoni d'Italia 2021
 
BIANCHI E ROSATI
- Valle d’Itria igt Verdeca “Chakra Essenza” 2018 (bianco)
Cantina Giovanni Aiello di Castellana Grotte (Ba), prezzo 18 euro
 
- Castel del Monte doc Rosato “Primaronda” 2019
cantina Torrevento di Corato (Ba), 8 euro

ROSSI
- Salice Salentino doc Negramaro riserva “Vereto” 2017
cantina Vallone di Lecce, 9 euro
 
- Salice Salentino doc Rosso Riserva “Donna Lisa” 2017
cantina Leone De Castris di Salice Salentino (Le), 29 euro
 
- Castel del Monte Nero di Troia “Parco Marano” 2017
Giancarlo Ceci Agrinatura di Andria, 12 euro
 
- Castel del Monte Nero di Troia Riserva docg “Puer Apuliae” 2015
cantina Rivera di Andria, 23 euro

- Gioia del Colle doc Primitivo Riserva 2017
cantina Fastalone di Gioia del Colle (Ba), 16 euro
 
- Gioia del Colle doc Primitivo Riserva 2017
cantina Plantamura di Gioia del Colle (Ba), 16 euro
 
- Gioia del Colle doc Primitivo Contrada Barbatto 2017
Tenute Chiaromonte di Acquaviva delle Fonti (Ba), 31 euro
 
- Primitivo di Manduria doc Riserva Ventesima Vendemmia 2014
cantina Attanasio di Manduria (Ta), 30 euro
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 

Associati al Touring per avere sconti e offerte in oltre 3000 ristoranti, b&b e hotel in tutta Italia 

DIVENTA SOCIO