Scopri il mondo Touring

Le migliori bottiglie secondo la Guida ViniBuoni Tci 2017

Quali sono i migliori barolo d'Italia?

di 
Luca Bonora
25 Novembre 2016
E' uscita Vinibuoni d'Italia 2017, la guida Touring a cura di Mario Busso dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Giunta alla 14ª edizione, la guida conferma il suo duplice obiettivo: valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; e dare indicazioni utili ai consumatori e al mercato, che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che gli autoctoni esprimono.
 
COME E' FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in 23 capitoli regionali, con la divisione fra Trentino e Alto-Adige e l’inserimento di Istria-Croazia. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico e i vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
Le commissioni regionali hanno degustato  26mila vini per scegliere i migliori 4.300 (presenti nella guida). Tra questi, 700 sono stati ammessi alle finali; 491 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento.
Scarica gratuitamente un estratto della guida “Vinibuoni d’Italia", con l’elenco completo dei vini con la Corona: basta iscriversi alla community!
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona o Golden Star attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)
Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati) essenziali, è presente una breve descrizione. E’ espressamente indicato se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2017 ha 704 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per saperne di più potete consultare il sito vinibuoni.it, per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 

IL BAROLO, UN NOBILE MAI DECADUTO
100% uve nebbiolo, una docg che comprende 11 Comuni che a loro volta costituiscono uno dei cinque paesaggi vitivinicoli piemontesi tutelati dall’Unesco. Questa la carta d’identità del barolo, nobilissimo rosso piemontese che prevede almeno 38 mesi di invecchiamento, di cui 18 in legno.
Nonostante l’area della docg sia molto ristretta, le differenze di esposizione al sole e soprattutto dei terreni influisce in maniera marcata sui vini, dando a ognuno un suo preciso carattere.
Di colore rosso granato con riflessi aranciati, al naso si presenta complesso, intenso e persistente, con note fruttate e floreali come viola e vaniglia. In bocca è un vino potente ma equilibrato, con acidità tannino e note alcoliche ben bilanciate. Anche per questa ragione si abbina bene con arrosti, brasati, cacciagione, selvaggina, piatti al tartufo, formaggi stagionati.
 
I vini top, nella guida, sono quelli che oltre alle 4 stelle, hanno ottenuto un doppio riconoscimento: corona della critica, corona del pubblico. E sono dunque questi i vini che vi segnaliamo - con le relative cantine - come il meglio del meglio. Quella che segue dunque non è una classifica, sono tutte eccellenze di pari livello, anche se possono differire per annata e per prezzo.
Ma vediamoli uno a uno assieme al produttore:
 
 
Le migliori bottiglie di barolo secondo Vinibuoni d'Italia 2017
 
- Barolo docg “Bussia Dardi Le Rose” 2012
poderi Colla di Alba (Cn), 39-42 euro
 
- Barolo docg 2012
cantina Silvio Grasso di La Morra (Cn), 24-26 euro
 
- Barolo docg “Bricco Manzoni” 2012
cantina Silvio Grasso di La Morra (Cn), 47–50 euro
 
- Barolo docg “Ravera” 2012
cantina Giovanni Sordo di Falletto (Cn), 37-40 euro
 
- Barolo docg 2012
cantina Figli Luigi Oddero di La Morra (Cn), 31-34 euro
 
- Barolo docg del Comune di Serralunga 2011
Vite Colte di Barolo (Cn) 35-38 euro
 
- Barolo docg “Le Coste di Monforte” 2011
Cascina Amalia in Langhe di Monforte d’Alba (Cn), 30-32 euro
 
- Barolo docg Riserva “Bricco Rocca Riund” 2010
Cascina del Monastero di La Morra (Cn), 35-38 euro
 
- Barolo docg Riserva “San Bernardo” 2010
cantina Palladino di Serralunga d’Alba (Cn), 39-42 euro
 
- Barolo docg Riserva 2008
cantina Paolo Monzone di Serralunga d’Alba (Cn), 46-49 euro
 
 
 
ARTICOLI CORRELATI