Scopri il mondo Touring

Le 10 migliori bottiglie da stappare a Natale e Capodanno selezionate dalla guida ViniBuoni Tci

Quali sono le migliori bollicine italiane?

di 
Luca Bonora
3 Novembre 2016
E' uscita Vinibuoni d'Italia 2017, la guida Touring a cura di Mario Busso dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Giunta alla 14ª edizione, la guida conferma il suo duplice obiettivo: valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; e dare indicazioni utili ai consumatori e al mercato, che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che gli autoctoni esprimono.
 
COME E' FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in 23 capitoli regionali, con la divisione fra Trentino e Alto-Adige e l’inserimento di Istria-Croazia. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico e i vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
Le commissioni regionali hanno degustato  26mila vini per scegliere i migliori 4.300 (presenti nella guida). Tra questi, 700 sono stati ammessi alle finali; 491 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento.
 
 
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona o Golden Star attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)

Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati) essenziali, è presente una breve descrizione. E’ espressamente indicato se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2017 ha 704 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per saperne di più potete consultare il sito vinibuoni.it, per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 
LE MIGLIORI BOLLICINE: LA RIVINCITA DELLA FRANCIACORTA
Nella guida ViniBuoni d'Italia la sezione Perlage Italia è quella che apre il volume. Tratta esclusivamente spumanti italiani ottenuti con metodo classico (quindi niente prosecco) e si divide in sei sottosezioni: Franciacorta, Trentino, Oltrepò Pavese, Alta Langa (Piemonte) e Lessini Durello (Veneto) ovvero le principali zone produttive italiane, e resto d'Italia (dalla Valle d’Aosta alla Sicilia).
 
Le eccellenze sono numerose (abbiamo contato oltre 50 Corone) anche qui abbiamo dovuto quindi fare un'ulteriore selezione: le bottiglie che vi segnaliamo sono tutti bianchi – la guida comprende alcuni rosè eccellenti, ma per le feste preferiamo suggerire bollicine più classiche –; hanno ricevuto sia la Corona dei critici sia quella del pubblico e hanno un prezzo massimo di 25 euro. 
 

Ecco le 10 migliori bottiglie di bollicine per brindare, secondo la guida Vinibuoni d’Italia 2017
 
- Franciacorta docg Millesimato brut Villa Crespia Millè 2008
cantina Villa Crespia di Adro (Bs)
 
- Franciacorta docg Millesimato extra brut 2009
cantina Mirabella di Rodengo Saiano (Bs)
 
- Trento doc pas dosé Rotari Alperegis Millesimato 2009
cantina Rotari di Mezzocorona (Tn)
 
- Franciacorta docg pas dosé 2010
cantina Corte Aura di Adro (Bs)
 
- Franciaorta docg pas dosé Millesimato Ziliani 2011
Cantina Chiara Ziliani di Provaglio d’Iseo (Bs)
 
- Franciacorta Docg non dosato 2011
cantina Cola Battista di Adro (Bs)
 
- Trento doc riserva brut nature 2011
 cantina  Bellaveder di Faedo (Tn)
 
- Cuvée Blanc de Blancs dosaggio zero Millesimato 2011
Cantina San Simone di Porcia (Pn)
 
- Lessini Durello doc spumante riserva Settecento33 2012
Cantina di Soave (Vr)
 
 
ARTICOLI CORRELATI