Scopri il mondo Touring

Le migliori etichette regionali secondo la guida Tci Vinibuoni d'Italia 2015

Quali sono i migliori vini del Piemonte?

di 
Luca Bonora
15 Novembre 2016
E' uscita Vinibuoni d'Italia 2017, la guida Touring a cura di Mario Busso dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Giunta alla 14ª edizione, la guida conferma il suo duplice obiettivo: valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; e dare indicazioni utili ai consumatori e al mercato, che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che gli autoctoni esprimono.
 
COME E' FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in 23 capitoli regionali, con la divisione fra Trentino e Alto-Adige e l’inserimento di Istria-Croazia. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico e i vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
Le commissioni regionali hanno degustato  26mila vini per scegliere i migliori 4.300 (presenti nella guida). Tra questi, 700 sono stati ammessi alle finali; 491 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento.
Scarica gratuitamente un estratto della guida “Vinibuoni d’Italia", con l’elenco completo dei vini con la Corona: basta iscriversi alla community!
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona o Golden Star attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)
Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati) essenziali, è presente una breve descrizione. E’ espressamente indicato se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2017 ha 704 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per saperne di più potete consultare il sito vinibuoni.it, per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 
 
I TOP DEL PIEMONTE
Oltre 40 doc, 22 docg, una delle regioni italiane che ha fatto del vino di qualità il suo biglietto da visita. Con 65 Corone, fa anche il pieno di premi alle degustazioni del 2015 ed è davanti  alla Toscana, con cui vince di stretta misura (65 a 63) il derby d’Italia del vino.
La selezione della top ten piemontese è quindi particolarmente difficile, pensate che solo i barbera coronati sono 7, i barbaresco 15, i barolo addirittura 25 e per loro abbiamo creato una classifica a parte: in fondo è pur sempre uno dei re dell'enologia italiana. Per tutti gli altri, abbiamo comunque valutato la presenza della doppia corona (critica e pubblico), nonché un elevato rapporto qualità-prezzo.
Ma vediamoli uno a uno assieme al produttore:
 
Le migliori bottiglie piemontesi secondo Vinibuoni d'Italia 2017

- Moscato d’Asti docg 2015
cantina La Gironda di Nizza Monferrato (At), 8-10 euro
 
- Moscato d’Asti doc La Caudrina 2015
cantina Caudrina di Castiglione Tibella (Cn), 9-11 euro
 
- Verduno pelaverga doc 2015
cantina San Biagio di La Morra (Cn), 11-13 euro
 
- Langhe Doc Favorita 2015
cantina Marco Porello di Canale (Cn), 12-14 euro
 
- Nizza docg Cipressi 2014 (barbera)
cantina Michele Chiarlo di Calamandrana (At), 14-16 euro
 
- Langhe doc nebbiolo 2014
cantina Giacomo Vico di Canale (Cn), 12-14 euro
 
- Barbaresco docg Bricco San Giuliano 2013
cascina Pasquale Pelissero di Neive (Cn); 22-24 euro
 
- Roero docg La Val dei Preti 2013 (nebbiolo)
cantina Matteo Correggia di Canale (Cn); 22-24 euro
 
- Barbera d’Alba doc Superiore Armujan 2012
podere Ruggeri Corsini di Monforte d’Alba, 13-15 euro
 
- Carema doc Etichetta bianca 2012 (nebbiolo)
Azienda vitivinicola Ferrando di Ivrea (To), 27-29 euro
 
-Ghemme docg lLeblanque 2011 (nebbiolo)
- Vigneti Valle Roncati di Briona (No), 25-27 euro
 
 
 
ARTICOLI CORRELATI