Scopri il mondo Touring

Le bottiglie top secondo la guida Tci ViniBuoni d'Italia

Qual è il miglior Chianti d'Italia?

di 
Luca Bonora
30 Novembre 2016
E' uscita Vinibuoni d'Italia 2017, la guida Touring a cura di Mario Busso dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Giunta alla 14ª edizione, la guida conferma il suo duplice obiettivo: valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; e dare indicazioni utili ai consumatori e al mercato, che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che gli autoctoni esprimono.
 
COME E' FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in 23 capitoli regionali, con la divisione fra Trentino e Alto-Adige e l’inserimento di Istria-Croazia. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico e i vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
Le commissioni regionali hanno degustato  26mila vini per scegliere i migliori 4.300 (presenti nella guida). Tra questi, 700 sono stati ammessi alle finali; 491 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento.
Scarica gratuitamente un estratto della guida “Vinibuoni d’Italia", con l’elenco completo dei vini con la Corona: basta iscriversi alla community!
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona o Golden Star attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)
Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati) essenziali, è presente una breve descrizione. E’ espressamente indicato se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2017 ha 704 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per saperne di più potete consultare il sito vinibuoni.it, per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 
 
 
SETTE DOC PER IL PRINCIPE SANGIOVESE
Con l’aiuto della guida Vinibuoni d’Italia siamo in grado di individuare i migliori vini di ogni regione, ma anche di indicare le eccellenze nei vitigni più noti e apprezzati. Chianti, barolo, barbera sono i vini rossi più conosciuti d’Italia. Ma i produttori sono innumerevoli, gli enologi anche, e orientarsi fra centinaia di etichette diverse anche per prezzo non è facile.
 
L'origine del nome Chianti è incerta: secondo alcuni deriva dal latino clangor (rumore), a ricordare le battute di caccia effettuate nelle foreste della zona; secondo altri deriverebbe dall'etrusco clante.
La zona di produzione è molto vasta e comprende (tutte o in parte) le province toscane di Firenze, Siena, Arezzo, Pisa, Pistoia e Prato.
Le uve sono principalmente sangiovese (dal 70 al 100%), con aggiunte di altri uvaggi che variano da cantina a cantina e possono anche prevedere uve a bacca bianca, purché sotto il 10%.

Le sottozone e quindi le doc sono sette: Colli Aretini, Colli Fiorentini, Colli Senesi, Colline Pisane, Montalbano, Montespertoli, Rufina.
I vini top, nella guida, sono quelli che oltre alle 4 stelle, hanno ottenuto il triplice riconoscimento: corona della critica, corona del pubblico (le degustazioni erano aperte), e la certificazione di un ottimo rapporto qualita-prezzo, indicato in guida con un simbolo dell’euro.
La classifica che segue prende in considerazione tutti i Chianti che hanno ottenuto due di questei riconoscimenti (in quest'edizione, nesusno ne ha ottenuti tre).
 
 
Le migliori bottiglie di Chianti secondo Vinibuoni d'Italia 2017

- Chianti classico docg gran selezione 2013
cantina Castello d’Albola di Radda in Chianti (Si), 27-29 euro
 
- Chianti classico docg Riserva “Bandini Villa Pomona” 2013
cantina Pomona di Castellina in Chianti (Si), 18-20 euro
 
- Chianti classico docg 2013
cantina Val delle Corti, Radda in Chianti (Si), 15-17 euro
 
- Chianti classico docg Riserva 2013
cantina Val delle Corti, Radda in Chianti (Si), 24-26 euro
 
- Chianti classico docg Riserva 2012
cantina Lamole di lamole, Grevei in Chianti (Si), 20-22 euro
 
- Chianti classico docg gran selezione “Mocenni 89” del 2012,
cantina Bindi Sergardi di Monteriggione (Si), 35-38 euro
 
- Chianti classico docg Riserva 2012
cantina Badia a Coltibuono di Gaiole in Chianti (Si), 25-27 euro
 
- Chianti classico docg Riserva “Vigneto Il poggio” 2011
Castello di Monsanto, Barberino Val d’elsa (Si), 44-47 euro
 
- Chianti classico docg Riserva 2010
Castell’in Villa di Castelnuovo Berardenga (Si), 37-40 euro
 
 
ARTICOLI CORRELATI