Scopri il mondo Touring

Barbaresco, barolo, dolcetto... Le migliori etichette regionali secondo la guida Tci Vinibuoni d'Italia

Quali sono i migliori vini del Piemonte?

di 
Luca Bonora
10 Dicembre 2018
E' uscita Vinibuoni d'Italia 2019, la guida Touring dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani.
Alla 16ª edizione, la guida continua a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; inoltre dà indicazioni utili ai consumatori, che apprezzano sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo dei vini autoctoni.
Tra le principali novità dell'edizione 2019, il nuovo ruolo di Alessandro Scorsone, già responsabile delle sezione Perlage, che ha affiancato come curatore nazionale Mario Busso; e l'aumento di foliazione, da 752 a 774 pagine, segno di una qualità che si eleva ogni anno e quindi necessita di più spazio pressoché in ogni regione.
 
COME È FATTA LA GUIDA
Vinibuoni d'Italia è divisa in capitoli regionali, con l’aggiunta di Istria (Croazia), un’area molto interessante dal punto di vista vitivinicolo. In ogni regione i produttori sono indicati in ordine alfabetico.
I vini segnalati sono solo quelli ottenuti al 100% da vitigni autoctoni.
Le commissioni regionali hanno degustato oltre 25mila vini per scegliere i migliori 5.700 (presenti nella guida). Tra questi, 441 vini hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento; 355 la Corona del pubblico.
 
Per ogni vino selezionato la guida indica:
- la valutazione in stelle (da 1 a 4), più l’eventuale Corona attribuita
- il colore (rosso, bianco, rosato)
- la tipologia (fermo, brioso, frizzante, spumante, secco, dolce, liquoroso, passito)
- l’apprezzamento (da bere in tempi brevi, nel medio periodo o adatto all’invecchiamento)
- i prezzi (in enoteca o comunque nei punti vendita al dettaglio)
 
Per ogni cantina, oltre ai dati anagrafici (indirizzo, telefono, sito, email) e tecnici essenziali (numero di bottiglie prodotte e vitigni autoctoni coltivati), è presente una breve descrizione. Inoltre è indicato con un apposito simbolo se c’è una struttura agrituristica dove pranzare, cenare o pernottare.
 

Con il Touring hai vantaggi esclusivi per le tue vacanze

SCOPRILI TUTTI
In più, le aziende presenti nella sezione Vinibuoni Charming Club valorizzano la loro attività collegando la scoperta dei territori vitivinicoli a una piacevole sosta di relax e/o di degustazione inserita nei territori tipici di produzione.
 
La guida Vinibuoni d’Italia 2019 ha 774 pagine e costa 22 euro al pubblico (sconto del 20% ai soci Tci).
Per acquistarla basta andare su www.touringclubstore.com.
 
 
ROERO E GATTINARA, GAVI E BARBARESCO: I TOP DEL PIEMONTE
Oltre 40 doc, 22 docg: il Piemonte è una delle regioni italiane che ha fatto del vino di qualità il suo biglietto da visita. Con 64 Corone, fa anche il pieno di premi alle degustazioni del 2017 ed è davanti anche alla Toscana, con cui stravince quest’anno (64 a 45) il derby d’Italia del vino.
La selezione della top ten piemontese è quindi particolarmente difficile: pensate che solo i barbera coronati sono 7, i barolo addirittura 16 e per questi ultimi infatti abbiamo creato una classifica ad hoc.
Per tutti gli altri, abbiamo comunque valutato la presenza della doppia corona (della critica e del pubblico di appassionati), nonché un elevato rapporto qualità-prezzo.
Nella top ten abbiamo anche due vini bianchi.
Ma vediamoli uno a uno assieme al produttore:
 

LE MIGLIORI BOTTIGLIE PIEMONTESI
secondo la guida Tci Vinibuoni 2019
 
- Moscato d’Asti docg 2017 (bianco)
Cantina Grimaldi - Ca’ du Sindic di Santo Stefano Belbo (Cn), prezzo 10 euro
 
- Gavi docg 2017 (bianco)
cantina La Raia di Novi Ligure (Al), 13 euro
 
- Grignolino d’Asti doc “Isolavilla” 2017
tenuta Olim Bauda di Incisa Scapaccino (At), 12 euro
 
- Ruchè di Castagnole Monferrato docg “La tradizione” 2017
cantina Montalbera di Castagnole Monferrato (At), 13 euro
 
- Nizza docg 2016
cantina Cossetti e Figli di Castelnuovo Belbo (At), 19 euro
 
- Langhe doc nebbiolo “A Mont” 2016
cantina Paolo Conterno di Monforte d’Alba (Cn), 20 euro
 
- Roero docg Arneis Meo Proposta 2017
cantina Antonio Viglione di Monteu Roero (Cn), 17 euro
 
- Roero docg Prachiosso 2015
cantina Negro Angelo e Figli di Monteu Roero (Cn), 17 euro
 
 - Roero docg Riserva “Ròche d’Ampsèj” 2014
cantina Matteo Correggia di Canale (Cn), 40 euro
 
- Barbaresco docg “Serraboella Sorì” Paitin 2015
cantina Paitin di Neive (Cn), 40 euro
 
- Barbaresco docg riserva “Nervo” Vigna Giaia 2012
cantina Armando Piazzo di Alba (Cn), 37 euro
 
- Gattinara docg 2013
cantina Anzivino di Gattinara (Vc), prezzo 20 euro
 
-Gattinara docg riserva 2013
cantina Travaglini Giancarlo di Gattinara (Vc), 24 euro
 
- Ghemme docg 2009
cantina Mirù di Ghemme (No), 24 euro
 
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Associati al Touring per avere sconti e offerte in oltre 3000 ristoranti, b&b e hotel in tutta Italia 

DIVENTA SOCIO