Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • Scelti i protagonisti del Peccioli Working Village

Il comune toscano Bandiera Arancione dal 18 al 26 settembre ospiterà sette "working villagers". Tra smartworking e condivisione

Scelti i protagonisti del Peccioli Working Village

di 
Tino Mantarro
15 Settembre 2021
Franco Battiato lo cantava spesso: “siamo solo di passaggio”. Lui intendeva su questa terra, ma la realtà è che lo siamo ormai in un sacco di modi e luoghi. Per esempio a Peccioli, comune in provincia di Pisa certificato con la Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano, dove hanno pensato che anche i residenti possono essere di passaggio. Così in collaborazione con Belvedere Spa, Tci e Comune di Peccioli, con il supporto di Codici Ricerca e Intervento, hanno dato vita al progetto Peccioli Working Village, ovvero un’esperienza di residenza temporanea di sette professionisti che dal 18 al 26 settembre verranno ospitati nel borgo toscano per uno scambio proattivo di stimoli, ispirazioni e competenze professionali. 
Nelle colline della Valdera arriveranno dunque a breve sette professionisti che hanno superato le selezioni finali per gli aspiranti “pecciolesi”. Eccoli:

Elisa Pizza, fotografa specializzata nella comunicazione digitale;
Marinella Censi, esperta di cicloturismo;
Sara Lucchi, digital content creator per l’enoturismo e responsabile ufficio informazioni turistiche;
Elisabetta Nardelli, esperta di marketing territoriale;
Simone Tinelli, educatore ambientale e operatore di fattoria didattica;
Annalisa Misceo, giornalista del settore viaggi; 
Roberto Vitali, esperto di turismo accessibile.
 
 
Per nove giorni i sette "working villagers" potranno fare una esperienza davvero smart: continuando a dedicarsi al loro lavoro da remoto, utilizzando il tempo libero per scoprire un territorio e un tessuto sociale innovativo e sorprendente come quello del borgo toscano, luogo di sperimentazione e di nuove economie (che tra l'altro ha trovato uno strumento di sviluppo locale nel “Triangolo Verde”, un’avveniristica discarica che tratta e smaltisce i rifiuti e che si trasforma in un palcoscenico all’aperto per eventi). Il tutto attraverso workshop e incontri con la comunità professionale locale, che vanno dalla scoperta delle cantine e della loro produzione alle sedute di hata yoga, delle passaggiate tra gli ulivi ai momenti di scambio in cui saranno i villagers temporanei a dare suggerimenti e feedback ai pecciolesi residenti. 
 
Tre i temi chiave portati avanti da questa esperienza: vivere la quotidianità di un territorio rurale e di un piccolo borgo; condividere competenze ed esperienze etorogenee per contribuire allo sviluppo turistico di Peccioli ed entrare a far parte di una community di professionisti. Community che sia in grado nel tempo di proseguire il progetto, cementando le relazioni tra la comunità locale e i primi "working villagers". I residenti temporanei di Peccioli che per ora – è vero – sono solo di passaggio, ma in futuro chissà.
 
INFORMAZIONI 
Sito web Peccioli Working Village