Scopri il mondo Touring

Wellness, terme, centri specializzati: ecco dove andare

Una vacanza di benessere nel Salisburghese

6 Novembre 2017
E allora ditelo, che non vedete che arrivi l'inverno per riposarvi in una bella vasca d'acqua calda, meglio se termale. E poi farvi massaggiare, rilassarvi guardando le montagne, magari quell'impacco a base di fieno? E la jacuzzi? Certo, sarebbe bello provare lo shock termico caldo-freddo-caldo, come quella volta in montagna. Però anche un trattamento ayurvedico...
 
Se vi sentite rappresentati da questo flusso di coscienza, sappiate che nel Salisburghese troverete pane per i vostri denti. Nel senso che l'attenzione al benessere fisico e mentale è una costante delle proposte della regione. Già moltissimi alberghi offrono ai loro clienti un centro benessere all'interno della struttura: così, dopo una passeggiata a Salisburgo o una sciata sulle montagne degli Alti Tauri potrete rilassarvi e dimenticare ogni problema. I trattamenti sono davvero infiniti: potreste provare una cura con speciali erbe alpine, un peeling al fieno, degli impacchi di sale proveniente dalle profondità della terra, un trattamento con l'olio di pino cembro...
 
© SalzburgerLand
 
Poi, ci sono sei complessi termali (il cosidetto SalzburgerThermenland) per favore che elevano il concetto alla massima potenza: provare per credere. Della valle di Gastein e delle sue due strutture parleremo tra poco. Ma non possiamo non ricordarvi anche le altre. A iniziare da Bad Vigaun, a soli 17 chilometri da Salisburgo: adagiata sui colli del Tennengau, la località termale è sorta come tale agli inizi del Novecento grazie all’utilizzo della sorgente a 34°C ricca di minerali, calcio e sodio, terapeutica per dolori muscolari e alla schiena. Quindi anche se siete a Salisburgo potreste concedervi una serata alle terme: quelle di Bad Vigaun, peraltro sono terme pop, nel senso di popolari, amate da tutti, di ogni età ed estrazione sociale; un vero fiore all’occhiello del Salisburghese. Vicino a Salisburgo, nei pressi di Golling, anche Aqua Salza, che offre diverse vasche interne ed esterne di acque saline a diverse concentrazioni, trattamenti ayurvedici e di bellezza.
 
Poi ci sono le terme Amadé di Altenmarkt im Pongau, che propongono attrazioni diverse, dalle piscine con le onde ai trattamenti wellness ayurvedici – qui i bambini sono particolarmente presi in considerazione, tanto da potersi mettere addosso una coda da sirena e arrampicarsi su una parete sopra la piscina! E ancora la Tauern Spa di Kaprun, un affascinante mix di design, architettura ardita ed eleganza sobria: con le piste da sci a pochi chilometri, sono un punto di approdo ideale per gli amanti della montagna. La spa, in questo caso, è collocata in alto ed è caratterizzata da una struttura in vetro e acciaio che consente veramente una visione a 360 gradi sui monti. Di che rimanere innamorati!

© Tauern Spa-Kaprun

LA VALLE DI GASTEIN 
Che cos’hanno in comune la principessa Sissi, la premio Nobel Marie Curie e i minatori a caccia d’oro? La valle di Gastein, nel Salisburghese, che si potrebbe tranquillamente definire la valle del wellness! Sissi la frequentava già nell’Ottocento insieme al marito, l’imperatore Francesco Giuseppe. Apprezzavano i poteri taumaturgici di un’acqua termale che, con gli strumenti scientifici dell’epoca, doveva semplicemente sembrare magica. Ma visto che gli antichi Romani erano duemila anni che di queste acque magiche andavano a caccia in mezza Europa, ci si poteva fidare.
 
All'Alpentherme di Bad Hofgastein troverete una struttura moderna e iperefficiente di 32mila metri quadrati suddivisa in mondi diversi. Il primo che si incontra è il Relax World, con tre vasche indoor e due fuori immerse nel giardino circostante con vista sui monti Alti Tauri; intorno aree dedicate alla quiete e al silenzio dove rilassarsi tra un’immersione e l’altra. Grande spazio è occupato dal Sauna World con la possibilità di sperimentare saune di diverso tipo: dalle finlandesi, con aria secca e temperatura tra gli 80 e i 90°C, ai bagni romani umidi a 46°C. Anche in questo caso ci sono aree interne e aree esterne, ma per tutti vale la regola del Nord Europa: nelle saune si entra nudi. Siccome però in Austria sono molto attenti a rispettare pudori ed eventuali timidezze femminili, hanno realizzato anche un’area per sole donne chiamata Ladies World con sauna finlandese, bagno turco e a infrarossi. C'è anche il Family World: grande, divertente, con le acque senza radon, scivoli e la vera chicca, una cupola con il cinema: si sta a mollo e si vedono film, cartoni animati, sketch, tutti da ridere ovviamente. Un’esperienza davvero unica e indimenticabile molto apprezzata anche dagli adulti.
 
© Alpentherme
 
La valle di Gastein vanta, nell’insieme, 17 sorgenti d’acqua termale che arrivano anche al secondo impianto, quello delle Felsentherme scavate nella montagna con l’acqua a una temperatura costante di circa 44°C con la loro buona dose di radon. Il radon rendeva stranamente forti i minatori che cercavano l’oro nella galleria curativa Gasteiner Heilstollen: ora al posto dei minatori in tuta da lavoro, ci sono persone in costume sdraiate su comodi lettini che godono del calore e degli effetti rigeneranti che la permanenza in galleria regala. Persone affette da malattie dell’apparato locomotore, alle vie respiratorie o alla pelle accorrono da tutto il mondo forti delle esperienze di altri pazienti (oltre tremila l’anno) che raggiungono la zona per infilarsi in galleria. L’oro degli anni Duemila è la salute, con buona pace dei minatori!

Naturalmente anche Gastein accoglie i propri ospiti con una straordinaria varietà sulle piste da sci, sugli anelli da fondo e sui sentieri invernali: sono 205 i chilometri di piste e 100 quelli di sentieri invernali. L'unicità è quella di potersi buttare nell'acqua calda dopo il freddo della giornata...

Informazioni

© Alpentherme