Scopri il mondo Touring

Come, dove e perché andare nella regione di Salisburgo

Salisburghese: la regione perfetta per una vacanza invernale

6 Novembre 2017
 
Perché andare in vacanza nel Salisburghese? La prima risposta, quella più scontata, è perché è bello: lo dimostrano le immagini di questo “Speciale web”, che ritraggono meravigliose montagne, vette immacolate, paesi da fiaba e una città invidiata nel mondo. D'inverno poi, la magia è assicurata, con i paesini ricoperti di un manto innevato, i mercatini di Natale, migliaia di chilometri di piste da sci, le tradizioni dell'Avvento... proprio come ve l'immaginate. 

Ma sarebbe troppo poco. Perché il Salisburghese al turista offre molto di più di paesaggi incontaminati e architetture barocche. Innanzitutto l’accoglienza dei suoi abitanti, che si prodigano per condividere con chi viene da fuori lo spirito della loro terra e delle loro tradizioni: che si pernotti in una malga, che si mangi in un ristorante stellato o che si assista a un canto di Natale, l’ospitalità e l’esperienza genuine sono sempre garantite. Poi la qualità dei servizi e delle proposte offerte: c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. Quale altra regione, per esempio, pensa alle famiglie con una quantità di attrazioni tale da confondere anche il più sperimentato viaggiatore-genitore? Un segno di grande civiltà, che si accompagna anche a un’attenzione encomiabile per l’ambiente e per tutto quello che è sostenibile. Insomma, andare in vacanza nel Salisburghese fa bene allo spirito e al corpo.
 
In questo “Speciale web” vi diamo qualche consiglio per partire alla sua scoperta quest'inverno, ma se siete ancora indecisi chiedete alle decine di enti del turismo locali: saranno felici di potervi riempire di opuscoli, cartine, informazioni. Buon viaggio!

1 - Salisburghese, istruzioni per l'uso
2 - Natura e vacanze romantiche nel Salisburghese
3 - Ciaspole, sci, slittino: vacanze sportive nel Salisburghese

E tu… di che inverno sei?

Scopri con noi qual è il tuo inverno ideale, ti consiglieremo la vacanza perfetta!


© SalzburgerLand
 
I SITI WEB
Difficile trovare una zona turistica straniera che sia più attenta ai vacanzieri italiani del Salisburghese. Basta cliccare su www.salisburghese.com, il portale ufficiale dell’Ente del turismo del Salisburghese, per entrare in un mondo di opportunità, informazioni utili, tantissime offerte e diversi last minute. Se poi siete di quelli affezionati alla carta non preoccupatevi, basta entrare nella sezione opuscoli&shop e potrete ordinare gratuitamente una decina di cataloghi, ovviamente in italiano.
 
Da seguire anche la pagina Facebook e da scoprire la pagina dedicata alle offerte per una vacanza invernale. Per ulteriori informazioni: Ente del turismo per il Salisburghese, Wiener Bundesstrasse 23, Hallwang, tel. 0043.662.668844.
 

LE TREDICI ZONE TURISTICHE
- Salisburgo e i suoi dintorni. Il capoluogo del Land è il palcoscenico del mondo, famoso per i suoi mercatini di Natale e per l’intensa vita culturale.
- Salzkammergut. La regione dei laghi permette di costruire una vacanza tra alte montagne e specchi d’acqua incantevoli. Un paradiso soprattutto nel periodo di Natale!
- Tennengau. Da Abtenau ad Hallein e St. Martin una zona turistica ideale i più incalliti gourmand e per tutti gli amanti dell’avventura.
- Mondo Sportivo Salisburghese. Sette località famose in tutto il mondo per gli sport invernali: sia quelli più attivi sia quelli più "slow".
- Valle di Gastein. Una valle con tre soli comuni, ricca di attrazioni e possibilità, come le splendide terme dove rilassarsi, rimettersi in forma e godersi la proverbiale ospitalità.
Valle di Grossarl. La valle dei rifugi e delle malghe, dove assaporare la vera vita alpina dei contadini. Durante l'Avvento l'atmosfera è assicurata!
- Lungau. Sono 15 i villaggi della zona del Lungau, un paesaggio alpino dove la compenetrazione tra uomo e natura è perfetta e armoniosa.
Hochkönig. Maria Alm, Dienten e Mühlbach: un paessaggio unico, panorami mozzafiato, rifugi tipici e moderni ristoranti premiati.
Zell am See-Kaprun. Ghiacciai, montagne e laghi, il fascino cosmopolita della ricca Zell am See, il benessere termale di Kaprun: non ci si annoia davvero mai in quest’area.
Saalfelden Leogang. Due paesi ricchi di contrasti e di attrazioni, con una lunga storia mineraria alle spalle e un turismo florido fin dall’inizio Novecento.
Saalbach Hinterglemm. Uno dei comprensori sciistici più importanti di tutta l’Austria, ideale per divertirsi in famiglia ma perfetto per ogni tipo di sportivo. 
Parco nazionale Alti Tauri. Un vero trionfo di natura incontaminata: d'inverno bellissime le passeggiate, in un paesaggio straordinario.
- Vacanze in fattoria. Non è una zona vera e propria ma un modo di intendere le vacanze, ideale per le famiglie con i bambini. E l'inverno è ricco di avventure!

© SalzburgerLand​​
 
COME ARRIVARE NEL SALISBURGHESE
Aereo. Non esistono collegamenti diretti tra gli scali italiani e Salisburgo. Per cui chi vuole arrivare in aereo deve sempre fare scalo a Vienna che dista 50 minuti di volo. Eventualmente l’aeroporto di Vienna è collegato con Salisburgo anche da frequenti treni diretti via Linz (ÖBB railjet, 17 al giorno) che impiegano 2 ore e 30 minuti e spesso rappresentano l’alternativa più rapida. Altrimenti in aereo si puà valutare anche di atterrare in Germania, a Francoforte e prendere un volo in connessione. Abbastanza comodo anche atterrare a Monaco di Baviera che è ben collegata con gli aeroporti italiani e da qui prendere il treno che in circa 2 ore e mezza arriva a Salisburgo. L’aeroporto di Salisburgo si trova a quattro chilometri dal centro ed è collegato alla città con l’autobus numero 10, il viaggio dura circa 15 minuti, il biglietto costa 2,5 € e si può comprare anche sul bus.
 
Auto. Per arrivare a Salisburgo dall’Italia ci sono due alternative principali: si prende la direttrice autostradale A22 Modena-Verona-Brennero, attraversando tutto il Tirolo ed entrando in Germania per imboccare l’A8 che proviene da Monaco di Baviera diretta a Salisburgo. Oppure per chi arriva da Venezia e dal Friuli percorrendo la A23 Tarvisio-Villach si prende l’autostrada A10 a Spittal an der Drau o in alternativa, per evitare le possibili code al tunnel dei Tauri (biglietto 11 euro), il collegamento ferroviario navetta Tauernbahn che parte da Mallnitz (Carinzia) e arriva a Böckstein (Salisburghese). Sulle autostrade austriache non ci sono caselli, ma è obbligatorio il bollino (Vignette); si acquista nelle stazioni di servizio (anche in Italia, negli autogrill sulle autostrade in prossimità della frontiera), negli uffici postali e nelle rivendite di tabacchi. Ricordatevi di esporlo correttamente sul parabrezza dal lato del conducente o sotto lo specchietto, la sua errata collocazione può comportare il pagamento della multa come per il mancato acquisto.
 
Bus. La compagnia tedesca di collegamenti stradali low cost Flixbus collega diverse città italiane con Salisburgo a prezzi concorrenziali; da Venezia il collegamento è diretto, per le altre città si deve fare scalo a Monaco di Baviera. Sconti per i soci Tci.
 
Treno. Da dicembre 2016 è in servizio il nuovo treno notturno Nightjet di ÖBB che consente di partire la sera da Roma, Venezia, Milano e altre città italiane per viaggiare di notte e svegliarsi al mattino a Salisburgo senza cambi! Le tariffe sono davvero convenienti: da € 29 per persona. Un modo economico, ecologico e rilassante per iniziare le vacanze nel Salisburghese. Alternativamente, si possono prendere i convogli delle ferrovie austriache e tedesche che coprono la tratta Venezia/Bologna - Verona - Bolzano - Innsbruck cinque volte al giorno tra le 9 e le 17 (orario di partenza dalla stazione di Verona Porta Nuova); per arrivare a Salisburgo si deve cambiare a Innsbruck, e prendere il railjet ÖBB, l’equivalente di un Frecciarossa, con tempi di attesa che non superano mai 60 minuti. Il viaggio da Verona dura meno di 5 ore. Altre informazioni si trovano sul sito in italiano delle ferrovie austriache ÖBB
 
© SalzburgerLand
 
COME MUOVERSI NEL SALISBURGHESE
Auto moto camper. La viabilità del Land ha come asse principale in direzione nord-sud con l’autostrada A10 che unisce il Salisburghese con la Carinzia e attraversa la maggior parte della zone turistiche. Per la valle della Salzach all’altezza di Bischofshofen si imbocca la statale 311 (per lunghi tratti a due corsie) verso Krimml.
Treno. Dalla stazione di Salisburgo partono i treni regionali (Rex) diretti a Wörgl Hbf, in Tirolo, che percorrono quasi tutto il Land passando per la zona del Tennengau (Hallein), Pongau (St. Johann im Pongau) e Pinzgau (Zell am See).
Bus. L’autobus è il principale mezzo di trasporto pubblico locale per arrivare in qualsiasi località del Land, il servizio è garantito da Öbb Postbus.

LA SALZBURGERLAND CARD
La SalzburgerLand Card è una tessera grazie a cui ogni giorno della vostra vacanza potrete visitare le più belle attrazioni della regione senza dover mai aprire il portafoglio. Dai mezzi di trasporto locali alle funivie, dalle tante piscine termali ai musei, sono 190 le attrazioni turistiche sparse in tutto il Land cui la SalzburgerLand Card garantisce l’accesso gratuito oppure ridotto. Disponibile nella formula sei giorni o 12 giorni, si acquista in tutti gli uffici turistici locali e in numerosi alberghi, oppure si può ordinare direttamente online sul sito del consorzio turistico. Nel prezzo è compresa anche la Salzburg-Card da 24 ore che permette di andare alla scoperta di Salisburgo visitando gratis per un intero giorno le tante attrazioni turistiche della città.

GUIDE E LIBRI SU SALISBURGO E SALISBURGHESE
Da leggere bene prima della partenza per organizzare al meglio il viaggio e da portare con sé durante le vacanze per orientarsi tra storia, arte e cultura l’immancabile Guida verde Touring Austria, con tutte le informazioni pratiche aggiornate e gli indirizzi dove dormire e mangiare. Se il vostro viaggio non prevede di esplorare l’intera regione del Salisburghese ma si limita a un giro a Salisburgo allora potete comprare anche la Guida verde Touring Vienna e Salisburgo, che oltre alla città di Mozart propone anche un itinerario ai laghi del Salzkammergut. In alternativa si può scegliere anche la pratica Routard Austria.