Scopri il mondo Touring

Dal Nord al Sud, esposizioni e retrospettive

Le mostre da non perdere durante le vacanze di Natale

di 
Stefano Brambilla
23 Dicembre 2016

Dopo le abbuffate natalizie, voglia di dedicarsi alla cultura e visitare con calma una delle tantissime mostre organizzate in questo periodo? Tra Natale, Capodanno ed Epifania è il momento giusto per dedicarsi alla visita di qualche retrospettiva o esposizione per la quale magari non si aveva avuto tempo prima. Ecco i nostri consigli, regione per regione; ricordate che molte di queste mostre offrono l'ingresso ridotto ai soci Tci

VALLE D'AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA
Per tutti gli appossionati di fotografia, obbligatoria una gita al Forte di Bard (Ao), dove ha appena inaugurato la grande retrospettiva dedicata a Robert Doisneau mentre continua fino all'8 gennaio la mostra sul World Press Photo 2016. Tra le tante mostre allestite a Venaria Reale (To) da non perdere "Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga" e "Capolavori degli zar": l'occasione per una visita alla reggia.

A Torino consigliamo a Palazzo Chiablese la mostra su Henri de Toulouse-Lautrec, con capolavori provenienti da Atene), e al Museo dell'Automobile quella su Giugiaro, vera icona del design automobilistico del Novecento. Interessante anche "Emanuele d’Azeglio. Il collezionismo come passione", mostra che a Palazzo Madama celebra, a duecento anni dalla sua nascita, il diplomatico, collezionista e mecenate piemontese (maggiori info sulla nostra scheda evento).

L'epopea del transatlantico più bello del mondo, l'Andrea Doria, è raccontata in una bellissima mostra al Galata Museo del mare di Genova: in esposizione ambienti della nave, documenti, la ricostruzione della prora, un modello di sei metri. Maggiori info sulla nostra notizia dedicata. 


LOMBARDIA
Molto ricco il programma di Milano: a Palazzo Reale sono in corso le tre grandi mostre evento su Rubens, Hokusai e i maestri giapponesi e sulle fantasie italiane di Escher; alle Gallerie d'Italia, in piazza Scala, i protagonisti sono Bellotto e Canaletto, e di fianco, a Palazzo Marino, fino all'8 gennaio ci si può inchinare dinanzi alla magnificenza della Madonna di Piero della Francesca proveniente da Sansepolcro. Meno fanfara ha avuto il capolavoro di Durer presentato al Museo Diocesano: un'Adorazione dei magi che si presta per essere visitata nei giorni attorno all'Epifania. Per gli amanti dell'arte moderna, fino all'8 gennaio William Copley alla fondazione Prada; per i più piccoli (ma non solo per loro) le meraviglie costruite con il Lego. Maggiori info sulla nostra notizia dedicata alle mostre di Milano.

A Bergamo un bell'itinerario dedicato a Lorenzo Lotto vi permetterà di scoprire angoli meno consueti della città e ammirare due opere inedite esposte all'Accademia Carrara: si chiama "Lotto mai visto" e vale la pena di dedicarci una giornata. Al Ma*ga di Gallarate, Ritmo sopra a tutto, esposizione che rilegge mezzo secolo di arte contemporanea in Italia; all'Arengario di Monza, le fotografie di Vivian Maier fino all'8 gennaio.


VENETO
Se fate un giro a Venezia, non perdete la mostra inaugurata alla fondazione Peggy Guggenheim su uno gli interpreti più originali e intensi della scena artistica italiana della seconda metà del ‘900: Tancredi Parmeggiani (maggiori info sulla nostra scheda evento). Di tutt'altro genere, invece, la bella mostra allestita a Palazzo Zabarella di Padova: protagonista l'impressionismo di Federico Zandomeneghi (maggiori info sulla nostra scheda evento).
 
Impressionismo anche a Treviso, alla casa di S. Caterina, con una grande retrospettiva dedicata ai maestri; ma nella stessa sede c'è spazio anche per Tiziano, Rubens e Rembrandt provenienti da Edimburgo e a due mostre su arte moderna e contemporanea. Sempre a Treviso, agli Spazi Bomben della Fondazione Benetton, la mostra su mappe, atlanti e cartografia intitolata "La geografia serve a fare la guerra?". A Vicenza spazio invece all'eroe locale, il Palladio: interessante la mostra al Palladio Museum che ruota sul volto dell'artista, attraverso una ricerca che si snoda lungo cinque secoli. 


TRENTINO ALTO ADIGE E FRIULI VENEZIA GIULIA
A Villa Manin di Passariano (Ud) si intitola Sconfini la mostra che presenta 400 opere tra quaderni, disegni, progetti di Lorenzo Mattotti, grande pittore e illustratore lombardo contemporaneo. Al Mart di Rovereto (Tn) il protagonista fino al 19 febbraio è invece Umberto Boccioni, di cui sono esposti libri, sculture, incisioni, fotografie, documenti: un percorso per scoprire il mondo dell'artista futurista in tutte le sue complessità. 

EMILIA ROMAGNA E TOSCANA
Se vi trovate a Bologna e amate il genere, non perdete "Hugo Pratt e Corto Maltese, 50 anni di viaggi nel mito" che espone oltre 400 opere di Hugo Pratt tra disegni, acquerelli, chine, riviste e rarità, tra cui le 164 tavole originali di Una ballata del mare salato (maggiori info nella nostra scheda evento). Sempre A Bologna anche Dalì Experience a palazzo Belloni e la vita di Frida Kahlo nelle immagini di Lucienne Bloch all'Ono arte contemporanea. A Reggio Emilia, invece, focus sul liberty nella grande mostra a palazzo Magnani: 300 opere tra dipinti, sculture, grafica, progetti architettonici e decorativi, manifesti, ceramiche, selezionatissimi prestiti – provenienti dai più importanti musei italiani e da collezioni private –, molti dei quali sono mostrati al grande pubblico per la prima volta (maggiori info nella nostra scheda evento); mentre a Modena continua la mostra sulla storia della figurina al Mata e a Parma bisogna affrettarsi per visitare i capolavori di Robert Capa in italia 1943-1944 (a Palazzo Pigorini fino al 15 gennaio). 

A Firenze continua la mostra a Palazzo Strozzi sull'artista del momento, Al Weiwei, probabilmente il più famoso artista cinese vivente: fino al 22 gennaio instrallazioni, sculture e oggetti in "Al Weiwei" libero. Chiude invece l'8 gennaio la mostra "Scoperte e massacri" su Ardengo Soffici e le avanguardie, in programma alla Galleria delle statue e delle pitture degli Uffizi. Maggiori info nella nostra scheda evento.


MARCHE E UMBRIA
Moltissime le mostre in programma nelle Marche, che abbiamo riassunto nella nostra notizia dedicata. Al Palazzo Ducale di Urbino fino all'8 gennaio si può ammirare la fantastica Venere di Tiziano che arriva da Firenze, mentre la Pinacoteca Civica "Francesco Podesti" di Ancona ospita uno dei dipinti più significativi di Caravaggio, il Ragazzo morso da un ramarro. Ricordiamo anche i quaranta capolavori dedicati a Maria Maddalena esposti a Loreto fino all'8 gennaio. 

A Città di Castello (Pg) si conclude il 6 gennaio la mostra alla fondazione Burri dedicata a "Lo spazio di materia. Tra Europa e Usa", mentre ad Amelia (Tr) chiude l'8 gennaio la mostra sulla Sibilla Persica di Rubens, proveniente da una collezione lombarda ed eccezionalment esposta. Dura invece fino al 29 gennaio la mostra alla Galleria nazionale dell'Umbria di Perugia dedicata allo sviluppo della Croce dipinta attraverso una serie di capolavori umbri realizzati tra la fine del 1200 e la prima metà del 1300.  


LAZIO
A Roma c'è ancora tempo fino a febbraio per ammirare le tele di Edward Hopper in mostra al complesso del Vittoriano, tra cui 60 capolavori realizzati  tra il 1902 e il 1960, prestati eccezionalmente dal Whitney Museum di New York (maggiori info sulla nostra scheda evento). Invece all'Ara Pacis ecco "Picasso mai visto prima": mostra che fa luce sull'artista attraverso circa duecento fotografie d’epoca, una significativa scelta di opere grafiche, sculture e dipinti provenienti dal Musée national Picasso-Paris. Segnaliamo anche Arturo Dazzi ai Musei di villa Torlonia, Artemisia Gentileschi e il suo tempo al Museo di Roma e la storia della collezione della Galleria d'arte moderna e contemporanea nella stessa Galleria appena rimodernata con la mostra "Time is Out of Joint". Senza dimenticare, per i patiti del genere, l'esposizione su Guerre stellari al Complesso del Vittoriano.


CAMPANIA, PUGLIA E CALABRIA
Al Pan di Napoli prosegue fino al 12 febbraio la visitatissima mostra fotografica del maestro Steve McCurry: "Senza confini" ospita i capolavori di tutta una carriera, oltre ad alcuni lavori recenti e inediti nei luoghi dei conflitti. Poi si può riscoprire il Museo di Capodimonte cogliendo l'occasione di ammirare la Donna al liuto di Vermeer in prestito da New York fino al 2 febbraio (insieme a una carta geografica del 1644 restaurata per l'occasione). 

Riflessi dell'identità pugliese in cinquanta artisti tra passato e presente: questo il sottotitolo della mostra Genius loci, che alla Pinacoteca Giaquinto di Bari indaga il talento artistico della regione dal 1900 a oggi. Al Marca, Museo delle arti di Catanzaro, si conclude il 29 gennaio la rassegna su Antonio Marrocco che ripercorre la carriere dello sperimentatore pugliese, attraverso 60 opere realizzate dagli anni Sessanta a oggi. 
 
 
SICILIA E SARDEGNA
Si intitola "Soggettivo-Primordiale" il percorso nell'espressionismo tedesco, prima avanguardia artistica del Novecento, la mostra in programma fino al 5 febbraio al Man di Nuoro. Mentre a Palermo dura fino all'11 gennaio la mostra sulla pittrice e nobildonna Topazia Alliata, moglie di Fosco Maraini e madre di Dacia, raccontata attraverso opere, disegni e fotografie di Guttuso, Cagli e altri artisti (al palazzo Sant'Elia). Sempre a Palermo, consigliamo "Mirabilia Maris, tesori dai mari di Sicilia”, nelle Sale Duca di Montalto del Palazzo Reale di Palermo, mostra che permette la visione di importanti testimonianze archeologiche subacquee dalla preistoria alle epoche più recenti (maggiori info nella ).