Scopri il mondo Touring

A Scanno (Aq) per le Giornate Europee del Patrimonio 2018

Elio Torlontano
Giovedì, 27 Settembre, 2018

Girare per Scanno andando a scovare i punti da dove i grandi maestri hanno scattato foto famose è una esperienza che non solo può insegnare agli appassionati di fotografia come migliorare le proprie capacità interpretative, ma offre anche a tutti la possibilità di conoscere in maniera insolita – con occhi d’autore – il paese, la sua storia, le sue tradizioni. Certamente l’esperienza diventa memorabile se si è guidati da persone appassionate ed esperte come quelle che, con grande senso d’ospitalità, si sono messe generosamente a nostra disposizione, tutte persone protagoniste della vivace vita culturale di Scanno. Abbiamo potuto anche vedere una mostra – protratta per in occasione della nostra visita – che svela come lavorava in camera oscura Mario Giacomelli. Prima di raggiungere Frattura e Villalago per ammirare dall’alto i laghi di Scanno e S. Domenico, abbiamo ritrovato il luogo dove si fece fotografare la carovana di soci Touring nella sosta a Scanno durante l’Escursione nazionale in Abruzzo del 1922, e sullo stesso sfondo, dopo 96 anni, abbiamo ripetuto la foto di gruppo.

In questo modo abbiamo celebrato insieme agli scannesi le Giornate Europee del Patrimonio del 2018.

Sappiamo che spesso le nostre iniziative offrono a chi lavora nel turismo spunti per nuove proposte. Di questo ruolo di sperimentatori e apripista siamo consapevoli per cui diamo volentieri anche dei benevoli consigli. In questa occasione abbiamo auspicato che almeno il personale dell’ufficio informazione e accoglienza sia sempre vestito in costume (opportunamente alleggerito considerato il notevole peso dei panni di quello originale) e che si affronti il problema dell’invasione di cavi che deturpano il centro storico. Al Sindaco abbiamo anche rivolto l’invito a candidare Scanno per la Bandiera arancione, magari insieme agli altri paesi dell’area della magnifica Valle del Sagittario.

Per la calda accoglienza ringraziamo il Sindaco Giovanni Mastrogiovanni con tutta l’Amministrazione e, per averci fatto gustare il paese, Giovanni Di Cesare, Pasquale Caranfa, Enzo Gentile, Diletta Rossi e Matilde Landriscina.