Teste coronate, nobili e personaggi storici. Questi gli ospiti e gli inquilini della grandiosa residenza di Lancut. In realtà, in origine era un semplice maniero, eretto nel 1629 dalla potente famiglia dei Lubomirski sul sito di una precedente fortezza. E del “castello” mantiene il nome (Zamek, in polacco), le torrette angolari, il cortile centrale e notevoli collezioni di armi e armature. Gli interventi ottocenteschi hanno conferito alla dimora la magnificenza che si ammira oggi e la gran parte delle opere d'arte sparse per i suoi ambienti, fra mobili, argenterie, dipinti, sculture, splendidi lampadari e orologi. Barocco, rococò, neoclassico, eclettico e liberty. Questi gli stili che si mescolano nelle stanze private e in quelle di rappresentanza, ornate di stucchi, fregi, affreschi e pavimenti preziosi. Nella grande Sala Balowa, sala da ballo, si tengono regolarmente concerti e, a maggio, il celebre festival di musica da camera. Seguono la Wielka Jadalnia, bianchissima sala da pranzo, la Galleria delle Sculture e la sala delle Colonne, dove è una statua di Antonio Canova. Intorno allo Zamek si stende un giardino all'italiana racchiuso entro bastioni a stella e, al di là, un parco all'inglese con alberi secolari e piante esotiche. Nelle antiche stalle e nella rimessa ha sede il Museo delle Carrozze, fra i più ricchi d'Europa, dove è esposta la berlina sulla quale pare viaggiasse Chopin.