A tre chilometri dal centro abitato si raggiunge uno dei principali centri di monachesimo della regione. L’abbazia venne fondata nel 654 e ricostruita nell’XI secolo. Anche se restano solo imponenti rovine (fu devastata nel 1562 dai protestanti e abbandonata nel 1789), permane quell’atmosfera di grande suggestione che fece di Jumièges per tutto il medioevo uno dei più importanti centri spirituali e culturali, nonché uno dei più alti esempi di architettura romanica in Normandia.