Suggestivo arrivarci via terra, con il complesso monumentale che si staglia all’interno di un panorama di grande fascino naturalistico, un arrivo in crociera lungo il placido e maestoso Shannon diventa memorabile. Fondato oltre 14 secoli fa, un tempo era una straordinaria concentrazione di monumenti religiosi, tra cui spicca, tutt’ora ben conservata, la Cattedrale (“daimliag” in gaelico, letteralmente “chiesa di pietra”), ma oggi il recinto monasteriale è ridotto a cimitero di campagna. Di fronte alla chiesa, costruita nel X secolo, si innalza una copia della Cross of the Scriptures, alta circa 4 metri, con iscrizioni visibili e scene bibliche; ai lati, la North Cross e una copia della South Cross. Accanto si ergono oratori e tempietti, tra cui il Temple Connor, rimesso in uso dalla Church of Ireland intorno al 1780. Oltre un piccolo molo sul fiume Shannon è riconoscibile la sagoma di un castello (“motte and bailey”) eretto su una collinetta e protetto da una palizzata, testimonianza di un insediamento anglo-normanno dopo il Mille.