Scopri il mondo Touring

Da Milano a Catania, cosa non perdere e come prenotare i biglietti

Otto mostre da vedere ad agosto in tutta Italia

9 Agosto 2017

Rimanete in Italia, ad agosto? Non pensate che anche la cultura chiuda le porte. Sono moltissime le mostre d'arte (e non solo) che rimangono aperte per cittadini e turisti. Da nord a sud, passando per le isole, abbiamo scelto dieci mostre da vedere anche quando fuori ci sono 35 gradi: l'occasione per fare un "pieno di bellezza" (e anche di stare un po' al fresco).
 
1. CARAVAGGIO ALLA REGGIA DI VENARIA (TO)
C'è chi le ama e chi le odia. Noi le troviamo affascinanti, posto che si sappia che non si sta andando a vedere opere d'arte, ma le loro rappresentazioni proiettate su pareti. Stiamo parlando delle "non mostre" chiamate "experience": per esempio quella dedicata a Caravaggio alla Reggia di Venaria reale, uno spettacolo di proiezioni e musiche, della durata di 50 minuti, in cui sono evocate 58 opere del maestro del Seicento. Un’occasione per approfondire in maniera originale gli elementi più caratteristici della produzione artistica di Caravaggio: la luce, il naturalismo, la teatralità e la violenza.

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.
I soci Tci hanno diritto al biglietto ridotto; anche su questo cui si applica il 5% di sconto.
Alla Reggia di Venaria segnaliamo anche la mostra su Giovanni Boldini; info sul sito di Musement.
 
 
2. KLIMT A MILANO
Anche a Milano in programma una mostra "experience", dedicata questa volta a Klimt. L'artista austriaco è in scena al Mudec, Museo delle Culture in via Tortona, dove merita anche - se non siete mai stati - la collezione permamente, ad accesso gratuito. Senza parlare di quel bellissimo atrio d'ingresso...

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.
A Milano segnaliamo anche la mostra "New York New York" alle Gallerie d'Italia; info e biglietti sul sito di Musement.
 

3. TOULOUSE-LAUTREC A VERONA
Nessuno meglio di Henri deToulouse-Lautrec è riuscito a trasformare in arte le figure, i luoghi e le atmosfere della frizzante vita notturna parigina della fine del XIX secolo. Il più bohémien dei pittori francesi è il protagonista della grande mostra allestita a Palazzo Forti - AMO Museo Arena di Verona, dopo il successo riscosso a Torino: “Toulouse-Lautrec. La Belle Époque”. Oltre 170 opere, provenienti dalla collezione dell’Herakleidon Museum di Atene, ripercorrono la vita dell’artista dal 1891 al 1900, poco prima della sua morte, avvenuta a soli 37 anni.

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.
 
 
4. LACHAPELLE A VENEZIA
Definito “il Fellini della fotografia”, l’americano David LaChapelle è uno dei fotografi più apprezzati al mondo, attivo nei campi della moda e dell’arte. La Casa dei Tre Oci di Venezia gli dedica una grande retrospettiva, dal titolo “David LaChapelle. Lost+Found”. L’obiettivo della mostra è ripercorrere la carriera dell’artista, dai primi progetti in bianco e nero degli anni Novanta fino ai lavori più recenti a colori, opere diventate iconiche in tutto il mondo. Tra le tante, i ritratti di Michael Jackson, Hillary Clinton, Muhammad Ali, Madonna, Uma Thurman, Andy Warhol, David Bowie – le cui immagini sono utilizzate come merce prodotta in serie.

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.


5. MIRO' A BOLOGNA
Un universo fatto di forme primitive e colori intensi, che rimandano alle pulsioni più recondite dell’inconscio o agli elementi della natura. È il mondo dell’artista catalano Joan Miró, che rivive grazie a una mostra allestita al Palazzo Albergati di Bologna. Con 130 opere – tra cui 100 tele a olio di grande formato, di straordinaria bellezza – "Miró! Sogno e colore" ricostruisce la storia del pittore spagnolo, che si intreccia con quella seducente dell’isola di Maiorca, dove Miró visse dal 1956 fino alla morte, avvenuta nel 1983. A Palazzo Albergati si può vedere anche una ricostruzione dello studio dell’artista, un edificio bianco, inondato di luce e sospeso nel verde, ricolmo degli attrezzi del mestiere. 

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.
 

6. BOTERO A ROMA
Fino al 27 agosto è in scena al Complesso del Vittoriano a Roma la prima grande retrospettiva dedicata a Botero in Italia. L’esibizione celebra i 50 anni di attività dell’artista colombiano, in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno: e 50 anche i capolavori in mostra, molti dei quali in prestito da tutto il mondo. Troverete tutto quello che vi piace di Botero: le figure dalle corporature esagerate, le caricature delle opere di grandi maestri, i colori vividi...

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.
A Roma segnaliamo anche la mostra "Piranesi. La fabbrica dell'utopia" a Palazzo Braschi; info sul sito di Musement.
 

7. ESCHER A CATANIA
Finalmente anche la Sicilia incontra Escher! Dopo il successo delle mostre a Roma, Bologna, Treviso e Milano, anche Catania rende omaggio all'incisore olandese con un’esibizione allestita al Palazzo della Cultura. Tra esplorazioni infinite, giochi di specchi, motivi e geometrie paradossali, ecco oltre 200 opere divise in sei sezioni, tra cui anche un’inedita selezione di opere prodotte da Escher durante i suoi soggiorni in Sicilia, tra il 1924 e il 1935. Proprio nel Sud Italia e in particolare sull'isola l'artista maturò buona parte di quelle idee e suggestioni che caratterizzano, nel segno della sintesi tra scienza e arte, la sua produzione artistica.

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.


8. CHAGALL E MISSONI A NOTO (SR)
Il lirismo magico e favolistico del sogno e la vitalità brillante e cangiante del colore. I due elementi si fondono straordinariamente nella mostra "Marc Chagall, Ottavio Missoni. Sogno e colore”, allestita all’Ex Convitto Ragusa di Noto. L’esposizione giunge in Sicilia per mettere a confronto e far incontrare per la prima volta due maestri del colore che vissero il "secolo breve" e le sue rivoluzioni. Così, quadri e arazzi, tele e tessuti, dipinti e maglie dialogano tra loro per comporre un racconto denso di emozioni. Tra le opere esposte di Chagall, vi è Les Amoureux sur fond jaune – un grande olio del 1960, proveniente da una collezione privata – oltre 100 acqueforti dal ciclo della Bibbia e la coloratissima serie di Litographie I. Di Missoni si possono ammirare anche i celebri Arazzi patchwork di tessuti a maglia, tra cui il più grande mai creato dallo stilista.

Per informazioni e per comprare i biglietti "saltacoda" con il 5% di sconto, il sito del nostro partner Musement.