Scopri il mondo Touring

Le attrazioni di un angolo d'Austria incastonato tra Italia e Slovenia

Cinque cose da vedere a Klagenfurt, in Carinzia

8 Settembre 2017
 
È difficile spiegare la Carinzia a chi non c’è mai stato perché, pur essendo uno dei nove “Bundesländer” che compongono l’Austria, ha delle caratteristiche peculiari che la rendono unica. Forse è grazie alla sua posizione, che le permette di abbracciare ben tre nazioni, arricchendo le caratteristiche proprie del popolo austriaco con quelle di italiani e sloveni, creando una composizione gustosa e inedita.
 
Siamo andati a Klagenfurt, che con i suoi 95.000 abitanti è il capoluogo della Carinzia. Abbiamo trovato un’oasi di pace e tranquillità, a due passi del bellissimo lago Wörthersee, lo stesso che ha fatto innamorare il compositore Johannes Brahms. Abbiamo visitato molti luoghi interessanti nel nostro fine settimana trascorso in Carinzia (ne abbiamo parlato in questo articolo) ma questa volta vogliamo concentrare la nostra attenzione sulla città, consigliandovi cinque cose assolutamente da vedere.
 
 
1. IL CENTRO STORICO CON IL MERCATO
Per avere un’idea della storia e delle origini della città di Klagenfurt è obbligatorio fermarsi in due luoghi del suo centro storico: la Neuer Platz, con il suo Lindwurm, monumento in ardesia che ricorda la leggenda legate alle origini di Klagenfurt, e la Landhouse, la sede del parlamento regionale in cui spicca la “sala degli stemmi”.
 
In quest’articolo però voglio consigliarvi un’esperienza diversa, se volete assaporare l’anima più gustosa di questa città. Ogni giovedì e sabato mattina infatti nella Piazza San Benedetto, nel centro città, si tiene un colorato e gustoso mercato agricolo. Oltre a bancarelle di verdure, invitanti formaggi e insaccati non mancano quelle dedicate ai dolci o ai liquori. Ci siamo fermati di fronte alla bancarella di prodotti biologici di KirSin’s (http://kirsin-handmade.lima-city.de/) e abbiamo assaggiato il “prugnacello”, un liquore dolce al sapore di prugna. È l’ideale per chiudere un pasto, magari dopo uno dei gustosi dolci preparati dalla signora Maria Dukarm. Trovate la sua bancarella nel cuore del mercato, con le prelibatezze che lei prepara personalmente in casa, dal classico (ma buonissimo) strudel di mele, fino al Reindling, una torta al sapor di cannella ripiena di uva passa.
 
 
2. LA CAPPELLA DELL'APOCALISSE
Si trova nella sacrestia della chiesa parrocchiale di Sant’Egidio. Si può entrare prenotando una visita guidata di circa un’ora (info sul sito web della città). L’impatto visivo è notevole, le pareti della cappella infatti sono completamente ricoperte di luminosi dipinti ad olio realizzati dall’artista austriaco Ernst Fuchs (1930-2015) in venticinque anni di attività. Con i suoi 166 metri quadrati di superficie dipinta, la cappella può considerarsi tra i più grandi dipinti ad olio mai realizzati.
 
Le immagini attingono al patrimonio simbolico della religione, con una particolarità: a soggetti sacri della tradizione cristiana si affiancano icone pop del nostro tempo (cantanti, attori ecc.) e immagini della società attuale e del passato dell’umanità, in un ipnotico viaggio nella storia della nostra civiltà. Le tinte luminose e le linee ben definite usate da Fuchs nel ritrarre il suo mondo danno alla cappella un tono psichedelico e piacevolmente pop.
 
 
3. IL LAGO WÖRTHERSEE
È il vero punto di forza di Klagenfurt. Attrezzato come un piccolo centro balneare, le rive del lago in estate diventano il punto di ritrovo degli abitanti della città che spesso non disdegnano un tuffo nelle calde acque lacustri al termine di una giornata di lavoro. L’acqua del lago ha infatti una temperatura costante, piacevolmente tiepida e, almeno a quanto sostengono gli autoctoni, così pulita che si può bere. Magari fate una prova!
 
Oltre che per il nuoto, il lago Wörthersee è perfetto per praticare sport acquatici come la canoa, il windsurf o lo stand up paddling, che consiste nello stare in piedi su una tavola simile a quelle usate per il surf, usando una pagaia per darsi la spinta. Se invece avete voglia di rilassarvi, potete optare per un giro in battello e fare rotta verso uno dei molti che si specchiano nel lago per pranzare all’aperto.
 
 
4. IL MINIMUNDUS
Destinazione perfetta per famiglie con bambini, il Minimundus si trova sulle rive del lago Wörthersee. Si tratta di un parco giochi di 26.000 metri quadri in cui potete ammirare i monumenti più importanti del mondo riprodotti in miniatura, in scala 1:25. I modelli sono circa centoventicinque da quaranta diversi Paesi; sono accurati nei minimi dettagli e sono stati costruiti usando gli stessi materiali che compongono i monumenti e le strutture originali. Pensate che il modello più costoso, quello della Basilica di San Pietro e della piazza è costato ben 730.000 euro! Vi anticipiamo che ci sono ben nove “meraviglie” italiane, tra cui la “Casa natale di Michelangelo”, scelta che, sinceramente ci ha un po’ stupito.
 
Il parco Minimundus è un bel modo per viaggiare attraverso il mondo, mostrando ai più piccoli quanto la cultura e il modo di intendere l’architettura sia differente nei vari continenti, ognuno dei quali ha donato all’umanità costruzioni di ineguagliabile bellezza. Il costo del biglietto per il Minimundus non serve solo a coprire le spese del parco ma viene impiegato per sostenere l’associazione “Salva il bambino”, che dà assistenza ai bambini svantaggiati e alle loro famiglie.
 
 
5. LA PYRAMIDENKOGEL
Non potete lasciare Klagenfurt senza aver visto prima la Pyramidenkogel, la torre panoramica in legno più alta del mondo. Si trova a pochi chilometri dalla città (è raggiungibile anche con mezzi pubblici) su di una vetta a circa novecento metri che si specchia sul lago Wörthersee. La torre, realizzata in legno di larice, ha una forma sinuosa e armonica. Pare infatti che gli architetti, nel progettarla si siano ispirati alle “curve” dell’attrice Sophia Loren (ma forse è una leggenda). Alta cento metri (con l’antenna), la Pyramidenkogel consente al visitatore di avere una visione magnifica del panorama, dandogli la possibilità di ammirare con un solo colpo d’occhio le vette degli Alti Tauri, la catena montuosa delle Caravanche o i monti che segnano il confine con l'Italia e la Slovenia. Ciò che cattura lo sguardo fin da subito è però il lago Wörthersee, che dalla torre appare in tutta la sua bellezza, con il verde dei boschi e l’azzurro delle acque che riflettono il cielo.
 
Una curiosità: per scendere dalla torre potete usare le scale, l’ascensore o, se siete coraggiosi, lo scivolo. La Pyramidenkogel è dotata infatti di uno scivolo coperto di ben centoventi metri con un dislivello di cinquantadue metri (è il più lungo d’Europa). La discesa dura circa venti secondi con una velocità che può raggiungere i venticinque chilometri orari. Un’esperienza da non lascarsi sfuggire!
 
 
INFORMAZIONI
Sito web: www.carinzia.at.