Scopri il mondo Touring

La magia dell'Avvento tra passeggiate notturne, mercatini e attrazioni indimenticabili

Cinque motivi per un viaggio di Natale in Carinzia con i bambini

di 
Marco Lovisco
6 Dicembre 2016
 
Chi non ha tra i più cari ricordi dell’infanzia quelli legati al Natale? Sono momenti meravigliosi che i bambini portano con sé anche quando diventano grandi, conservandoli nel cuore come un tesoro prezioso. A rendere il Natale così speciale è l’atmosfera dell’Avvento, che pervade i più piccoli come una magia. Così siamo andati a cercarla in Carinzia, regione a sud dell’Austria, dove il Natale ha il sapore di cannella, la bellezza di mille luci colorate e il mistero delle storie raccontate attorno al fuoco. Fin da subito abbiamo pensato che se fossimo stati bambini, di certo avremmo portato per sempre nel nostro cuore il ricordo di questo viaggio per tanti motivi, ma soprattutto per quei cinque che vi raccontiamo in quest’articolo.
 
 
1. IL MERCATINO DELL'AVVENTO A VILLACH 
Quale posto migliore per comprare i regali di Natale? Il mercatino conta oltre 60 bancarelle, create in stile rustico. Gli stand vengono allestiti nel centro storico di Villach (in italiano “Villaco”), seconda città della regione austriaca della Carinzia. Le casette sono distribuite in tre diversi punti del centro città: c’è così il mercatino classico, situato intorno alla chiesa parrocchiale di S. Jakob, c’è il mercatino enogastronomico, dove i visitatori possono assaporare piatti tipici della Carinzia e sorseggiare vin brulé nel tepore di piccole casette di legno, situate nella piazza Hauptplatz e c’è il mercatino artistico, nel parco dell’ex-Parkhotel. È qui che potete trovare in vendita i manufatti più originali, creati da artigiani e artisti dell’area dell’Alpe Adria.
 
Sono molte le iniziative dedicate ai bambini. C’è per esempio la casetta da cui è possibile inviare le lettere a Gesù Bambino per chiedere i regali di Natale o la casetta con animali da accarezzare, come conigli, pony e caprette, che i bambini che vivono in città non hanno occasione di vedere tutti i giorni. A questo si aggiungono moltissimi eventi per le famiglie, spettacoli di musica e di marionette, il trenino dei mercatini e la pista di pattinaggio nel centro storico, aperta a tutti e gratuita.
 
Il mercatino è aperto fino al 24 dicembre dal lunedì alla domenica, dalle 10.00 alle 19.00. Il sabato le bancarelle rimangono aperte fino alle 20.00. Nel corso dell’Avvento ospita quattro eventi principali: Apertura dell’Avvento a Villach (25 novembre); Corteo dei krampus (2 dicembre); Canti dell’Alpe Adria (10 dicembre, dalle 15.30 alle 17.30); Avvento contadino (18 dicembre, dalle 15.30 alle 17.30).
 
 
 
2. PASSEGGIATE AL CHIARO DI LUNA NEL PARCO NATURALE DI DOBRATSCH
Immaginate di camminare in montagna di notte, guidati solo dal fuoco delle fiaccole. Immaginate di alzare gli occhi al cielo e scorgere tra le fronde di pini e abeti innevati un meraviglioso cielo stellato. Succede nel Parco Naturale di Dobratsch, a pochi chilometri da Villach. Le guide del posto vi accompagneranno in una passeggiata romantica e misteriosa nel cuore della Carinzia.
 
Una delle camminate più interessanti per i più piccoli è “Parco naturale Unplugged”. Guidati da fiaccole si cammina nel bosco innevato a passo lento, per godere del silenzio del paesaggio natalizio. Nel corso della passeggiata non manca il mistero e un pizzico di brivido. Le guide infatti più volte si fermano per raccontare a grandi e bambini le leggende del bosco che narrano di gnomi generosi, diavoli ingenui, contadini furbi e gobbi che non si lasciano ingannare. Si parte dalla località di Heiligengeist e si raggiunge la malga Hundsmarhof, dove viene offerto ai partecipanti un piccolo spuntino da consumare attorno al fuoco. Dopodiché si fa ritorno. La passeggiata dura in tutto circa quattro ore. È necessario dotarsi di scarponi di montagna per camminare in sicurezza lungo il sentiero. Il costo è di 19,50 euro a persona e i prossimi appuntamenti sono previsti per sabato 21 gennaio e 18 febbraio.
 
Altrimenti potete provare la passeggiata “Incantesimo al chiaro di luna”, prevista per venerdì 16 dicembre, 13 gennaio, 10 febbraio e 10 marzo: questa escursione avviene con racchette da neve, alla luce della luna piena, mentre le guide forniscono informazioni basilari su questo fenomeno naturale.
 
 
 
3. I LABORATORI DI CUCINA CONTADINA
La Carinzia mette a disposizione degli appassionati di montagna numerosi impianti sciistici, adatti sia a professionisti che a principianti di tutte le età. Se però, tra una discesa e l’altra avete voglia di riposarvi e immergervi nei ritmi della vita contadina e nell’atmosfera natalizia, vi consigliamo di prenotare una visita ad Arriach, un piccolo paese di montagna austriaco, a pochi chilometri da Villach. Qui potete andare a trovare la signora Sigrid Rainer, una contadina che vi farà conoscere la tradizione culinaria della Carinzia.
 
Con lei preparerete i famosi Tortelloni carinziani (Karntner Nudel), ripieni di ricotta, patate e cipolla e serviti con qualche goccia di burro fuso. Basta mangiarne due per essere sazi! Sigrid vi insegnerà anche a fare il pandolce alle pere (Kletzenbrot), fatto con farina di segale e arricchito con pere secche, prugne e fichi secchi, noci e uva passa. Mentre i grandi cucinano, i più piccoli potranno divertirsi a creare delle stelline di fieno da appendere all’albero di Natale, armati di forbici, cartone, fieno e spago.
 
 
 
4. LA SFILATA DEI KRAMPUS
È sicuramente uno degli eventi più caratteristici del Natale austriaco, che affascina e spaventa grandi e bambini. I krampus, nella tradizione dell’Avvento, sono diavoli che accompagnano San Nicolò per punire i bambini cattivi (leggi anche il nostro articolo sui krampus).
 
Ogni anno, oltre 300 persone sfilano mascherate da “krampus” per le strade di Villach e di altri paesi dell’Austria, del nord est italiano e della Baviera. Sono divisi in gruppi provenienti da città diverse, ognuna con una tradizione propria. Per questo è interessante vedere maschere che sono vere e proprie opere d’arte (e di artigianato), accomunate da un unico obiettivo: spaventare gli spettatori! Per farlo, oltre ad un aspetto terrificante, i krampus usano campanacci, corni e fascine con cui frustano le transenne addosso alle quali sono assiepati gli spettatori. I bambini più coraggiosi si mettono in prima fila e provano a sfidare i krampus fissandoli negli occhi, ingaggiando una specie di gioco a cui i figuranti si prestano, interpretando la parte di mostri spaventosi e un po’ folli, simili ai cattivi delle saghe fantasy come quella del Signore degli anelli. Si tratta di uno spettacolo assolutamente da vedere, per i più piccoli ma anche per gli adulti che potranno apprezzare la cura nella produzione delle maschere e dei costumi.
 
Quest’anno i krampus hanno sfilato a Villach il 2 dicembre, ma vi consigliamo di informarvi su date e orari, che variano di città in città.
 
 
5. SENTIERO DELL'AVVENTO AL KATSCHBERG​
Dopo aver affrontato coraggiosamente i krampus, rimaniamo in Carinzia ma ci spostiamo un po’ più in alto, nella zona sciistica di Katschberg, a circa settanta chilometri da Villach e a 1.700 metri di altitudine. È qui che si respira la magica (e un po’ fredda) atmosfera del Natale.
 
Il sentiero dell’Avvento al Katschberg è un itinerario di circa due chilometri a forma di anello, illuminato da oltre 100 lanterne. Prima di incamminarsi è consigliabile fermarsi qualche minuto per munirsi di una lanterna da stringere tra le mani e di un termos che saranno utili durante il percorso. Lungo l'itinerario si ha infatti la possibilità di rifocillarsi con tè caldo alle erbe e punch, fermandosi di volta in volta in una delle dieci “stazioni”, ricavate all’interno di vecchi fienili ristrutturati. Ogni stazione riprende un tema natalizio: c’è ad esempio una stazione da cui è possibile inviare lettere a Gesù Bambino, una stazione i cui intonare canti natalizi, una stazione in cui ascoltare musica tradizionale delle regioni austriache. Quelle più interessanti sono, secondo noi, le stazioni degli orsetti di peluche, dove due bambine vestite da angeli aiutano i visitatori a realizzare piccoli peluche e la stazione della “magia del Natale”, dove vi potete accomodare nel tepore di una casetta di legno mentre una bravissima attrice, impugnando una sfera luminosa, vi farà tornare bambini, raccontandovi una storia che insegna a non perdere mai la speranza.
 
Il punto di partenza del sentiero si può raggiungere a piedi (circa 45 minuti di cammino), in navetta o a bordo di una slitta trainata da cavalli. È aperto fino al 25 dicembre, ogni mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 15.00 alle 22.00 (escluso il 24 dicembre). La lanterna viene fornita gratuitamente, mentre il termos costa sette euro e rimane al visitatore come ricordo. La navetta che conduce al sentiero costa 4 euro (andata e ritorno), mentre il viaggio in carrozza costa 20 euro a persona.
 
 
 
INFO UTILI
A Villach abbiamo soggiornato presso l’albergo Holiday Inn, un quattro stelle superior le cui camere partono da un prezzo di 105 euro/notte. L’albergo si trova sulla sponda del fiume Drava ed è vicinissimo al centro storico. Le camere hanno un design molto moderno e ricercato, ma il punto di forza dell’hotel è il centro benessere con un’ampia palestra e una spa dotata di sauna, bagno turco e ara relax. Dall’hotel parte anche una pista da running che permette di fare una corsa di circa quaranta/cinquanta minuti. L’hotel ospita inoltre il premiato ristorante Lagana, dello chef Hermann Andritsch, tra i migliori cuochi della Carinzia. Vi consigliamo l’Anatra di Nantaiser con gnocchi al pane in salsa d’arancia. Squisita!
 
A Katschberg abbiamo soggiornato presso l’hotel Larchenhof, un romantico quattro stelle di montagna con un bellissimo panorama e un rilassante centro wellness (info: www.laerchenhof-katschberg.at). Se la sera non siete stanchi, vi consigliamo di fare tappa alla birreria Stamperl. È qui che trovate la birra artigianale più “alta” dell’Austria. Il birrificio, a circa 1700 metri di altitudine, propone sei diverse birre nel corso dell’anno, tutte preparate con ingredienti naturali “made in Austria” e con l’acqua che scorga dalle montagne vicine. Quando entrate, chiedetegli di mostrarvi il loro originale brindisi! (info: www.stamperl-katschberg.at). 

Sito web della Carinzia: www.carinzia.at

E per ogni informazione prima di partire e durante il viaggio, ecco la Guida Verde Austria Tci, da comprare scontata sul nostro store!