Scopri il mondo Touring

Grandi appuntamenti e piccole manifestazioni: ecco i nostri consigli

Che cosa fare nel ponte dell'Immacolata in tutta Italia

di 
Stefano Brambilla
28 Novembre 2017
 
Non sapete come passare il ponte dell'Immacolata e il weekend del 9-10 dicembre? Vi diamo dieci consigli per appuntamenti interessanti, mostre, incontri e visite per tutta la famiglia. Molti altri li potete trovare nella nostra sezione eventi.
 
1. A MILANO PER MOSTRE 
L'occasione per un weekend lungo in città? Se passate da Milano per lo shopping natalizio o per ammirare l'albero in piazza Duomo, ricordatevi che sono molte le occasioni culturali in città. Diamo soltanto qualche suggestione: a Palazzo Reale sono di scena Caravaggio e Toulouse-Lautrec, con due grandi mostre dedicate; alla Gam Manzoni, una piccola retrospettiva sui Macchiaioli; all'Hangar Bicocca, la mostra collettiva Take me (I'm Yours), ma anche Fontana e le permanenti torri di Kiefer; alla fondazione Matalon, le bellissime foto del concorso Wildlife Photographer of the Year. Ancora: a Palazzo Marino è arrivata la maestosa pala d’altare di Tiziano “Sacra conversazione 1520 (Pala Gozzi)” proveniente dalla Pinacoteca Civica di Ancona, che sarà visitabile, come sempre con ingresso libero, dal 5 dicembre al 14 gennaio; e al Museo Diocesano invece il "capolavoro per Milano 2017" è l’Adorazione dei pastori del Perugino, una tavola di grandi dimensioni proveniente dalla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia.
 
- Tutte le mostre sulla nostra notizia dedicata

 
2. IN SICILIA PER IL CIOCCOLATO
Se siete siciliani o avete programmato un fine settimana lungo in Sicilia per il ponte dell'Immacolata, non mancate di fare una visita a Modica (Rg). Dall'8 al 10 dicembre, la cittadina conosciuta nel mondo per il suo cioccolato artigianale di qualità è pronta a festeggiare nuovamente il "cibo degli Dei" in tutta la sua varietà di forme e gusti, dal più dolce al più piccante. Chocomodica - che quest'anno ha come motto L'oro vero di Modica - prevede eventi, degustazioni e feste per tre giorni. La domenica torna “Quando la banda passò”, il più grande raduno di bande musicali in Sicilia che porterà a sfilare nel centro storico di Modica oltre 200 musicisti. E poi, per chi volesse farsi un weekend lungo in Sicilia, c'è solo l'imbarazzo della scelta tra le province di Ragusa e Siracusa: tra Scicli, Vendicari, Marzamemi, Ibla, Noto, Ortigia le attrazioni non mancano...

- Info sul sito dedicato.
 
 
 
3. IN VALLE D'AOSTA PER FOTOGRAFIE E MERCATINI
Il Forte di Bard, straordinario baluardo a difesa della Valle d'Aosta, si appresta a riaprire dopo la pausa autunnale con una nuova grande mostra, inaugurata mercoledì 7 dicembre, dedicata al World Press Photo 2017, il concorso fotografico più importante del mondo: esposte oltre 140 foto e una consolle con i 12 video vincitori del multimedia contest. Molti gli appuntamenti anche nei dintorni durante il ponte dell'Immacolata: il mercatino di Natale e la mostra-concorso di presepi nel borgo di Bard, ai piedi del Forte, sabato 9 dicembre; e i tanti eventi, dal 7 al 10 dicembre, che nel vicino borgo di Hône omaggiano il prodotto tipico della gastronomia locale, la Micòoula; si tratta di una specialità preparata con farina di segale con un impasto arricchito con castagne, noci, fichi secchi, uva passa e scaglie di cioccolato. Sempre il 10 dicembre, a Verres, bancarelle e Babbo Natale.

- Info sul sito del Forte di Bard
 
 
 
4. IN LIGURIA PER IL PRESEPE 
Pensate che le Cinque Terre siano da visitare soltanto nella bella stagione? Sbagliato! Ecco un ottimo motivo per programmare un viaggio invernale. La data da segnare in calendario è l'8 dicembre; il luogo, come sempre, la Collina delle Tre Croci che domina il borgo di Manarola (appunto, una delle bellissime Cinque Terre) con le sue fasce terrazzate; l'ora, l'imbrunire, momento ideale per dare luce alle oltre 300 figure della natività più grande del mondo, attraverso la potenza di 15mila lampadine. Uno spettacolo straordinario! Meglio arrivare in treno o a piedi, da una delle altre Cinque Terre; il presepe rimane comunque acceso fino alla Candelora, il 2 febbraio, quindi ci si può recare anche i giorni successivi all'8. Da Manarola, inutile dirlo, le possibilità di escursioni sono tantissime; oltre alle altre Cinque Terre, consigliamo naturalmente Portovenere e anche La Spezia, raggiungibili facilmente in treno. ***AGGIORNAMENTO: per avverse condizioni meteo, l'accensione del presepe è stata spostata a domenica 10 dicembre.
 
 
 
5. IN TOSCANA PER LE LUMINARIE
Ad Abbadia San Salvatore (Si) torna l'8 dicembre la cerimonia di accensione delle luminarie. Nella stessa data prenderà il via l’inizio ufficiale della costruzione delle celebri Fiaccole (che verranno incendiate la Vigilia di Natale) e il calendario “Voglia di Natale!”, un mese di eventi tra arte gusto e divertimento: il centro storico del borgo diventa scenario per una mostra di presepi costruiti dagli stessi abitanti, sfruttando in maniera singolare gli angoli più caratteristici del paese, dalle cantine alle finestre, dai portoni alle mura. Tante le attrazioni per famiglie e bambini. Un bel pretesto per un weekend nella parte meno conosciuta del Senese, tra il monte Amiata e bei borghi come Radicofani, Santa Fiora e San Casciano dei Bagni (tutti Comuni Bandiere arancioni, certificati dal Tci). 

- Info sugli eventi di Abbadia San Salvatore sul sito dedicato.
 
 
 
 
6. IN PUGLIA PER LA MUSICA
FestambienteSud 2017 torna a Monte Sant’Angelo, sul Gargano, con la sua seconda tappa; il tema è "il bene è culturale". Dal 7 al 10 dicembre la cittadina in provincia di Foggia ospiterà una rassegna jazz, per il terzo anno curata dal grande trombettista Paolo Fresu. Quattro i concerti in programma con Gianni Coscia, Paolo Fresu Quintet feat. Daniele di Bonaventura, Debora Petrina e i giovani jazzisti del progetto “Lumină”; da segnalare il 7 dicembre lo spettacolo di Gianni Coscia, omaggio tra musica a racconto all'amico di sempre Umberto Eco; Paolo Fresu invece salirà sul palco con Jazzy Christmas, il lavoro dedicato alle diverse tradizioni musicali legate al Natale, reinterpretate in chiave jazz. Il programma comprende numerosi eventi collaterali quali convegni, visite e degustazioni; in programma anche tre archeo-cene dedicate alla storia della cucina nel medioevo. L'occasione giusta per scoprire anche fuori stagione un bellissimo angolo d'Italia.

- Info sul programma sulla pagina Facebook dedicata.
 
 
7. IN TRENTINO ALTO ADIGE PER I MERCATINI DI NATALE
Non potevamo tralasciarli... Davvero complicato elencare e anche scegliere tra i tantissimi mercati, mercatini, luminarie, eventi organizzati per celebrare l'Avvento e il periodo natalizio. Ci sentiamo però di dire che in Trentino Alto Adige ci sono i mercatini più veri e sentiti, ma anche quelli più ecologici e rispettosi dell'ambiente: non solo nei cinque mercatini "originali" dell'Alto Adige (Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico), ma anche a Levico Terme, a Rovereto, a Trento e pure nella zona di Riva del Garda. Qui sono tantissimi gli appuntamenti, a iniziare dall'immancabile Casa di Babbo Natale a Riva del Garda (il programma è soprattutto per le famiglie) e dal bellissimo mercatino di Canale di Tenno. Vi consigliamo soprattutto, durante il weekend 9 e 10 dicembre, di visitare Ala (Tn): nel borgo Bandiera arancione i mercatini sono nei tanti palazzi storici del borgo, che sarà immerso in un'atmosfera davvero suggestiva grazie anche ai tanti eventi musicali. 
 
- Info su Ala (Tn): scheda borgo e scheda evento sul sito di Bandiere arancioni.
- Info sui mercatini dell'Alto Adige sulla nostra news dedicata; per visitarli in camper, ecco l'altra nostra news dedicata.
 
 
 
 
8. IN MOLISE PER IL FUOCO
Un weekend in Molise? E perché mai? Perché ci sono molti buoni motivi per scoprire una delle regioni più neglette d'Italia. A cominciare dalle tradizioni: come quella di Agnone, "il paese delle campane", dove l'8 dicembre va in scena la 'Ndocciata, antichissimo rito natalizio legato al fuoco. Enormi fiaccole a forma di ventaglio sfilano per il centro storico, in un tripudio di luci e di fiamme: lo spettacolo è davvero irripetibile. Agnone presenta molti altri motivi d'interesse, come palazzo San Francesco, la mostra del libro antico, le sedici chiese del centro storico, le botteghe artigiane di rame e ferro battuto. Non a caso è una delle Bandiere arancioni del Molise, insieme a Ferrazzano, Frosolone e Scapoli. 

- Info su Agnone (Is): scheda borgo e scheda evento sul sito di Bandiere arancioni.
 
 
 
9. IN EMILIA ROMAGNA PER MOSTRE
Se avete voglia di un weekend culturale senza magari spostarvi troppo da casa, vi segnaliamo che in Emilia Romagna sono presenti varie mostre di grande livello. A Bologna palazzo Albergati ospita "Duchamp, Magritte, Dalì - I Rivoluzionari del '900", dedicata ai nomi del mondo dell’arte che hanno rivoluzionato il Novecento: oltre duecento opere, tutte provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme, di autori come Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Calder, Picabia. A Ferrara, bellissima la mostra su Carlo Bononi, uno dei grandi protagonisti della pittura del Seicento, praticamente sconosciuto al grande pubblico. A Reggio Emilia, consigliamo "Kandinsky Cage - Musica e Spirituale nell’Arte", a Palazzo Magnani, che indaga la fusione delle arti e la progressiva caduta delle distinzioni tra generi artistici.

- Info su Bologna sul sito dedicato; su Ferrara sulla nostra scheda evento; su Reggio Emilia . Sconti per i soci Tci.
 
 
 
 
10. NEL LAZIO PER L'OLIO
Un'altra meta di sicuro interesse (e non così conosciuta) è la Tuscia laziale, ovvero la provincia di Viterbo: tra musei e aree naturali, chiese romaniche e prodotti enogastronomici c'è tutto per un weekend interessante e per tutti i gusti. Segnaliamo innanzitutto che a Canino dal 5 all'8 dicembre va in scena la 51° Sagra dell'olivo, con degustazioni dell’olio extravergine di oliva Dop, show cooking, rievocazioni storiche, mostre, presentazioni di libri, visite guidate e mercatini; aperti e visitabili frantoi e cantinoni tipici. Vicino a Canino, da non perdere i tanti borghi Bandiera arancione: innanzitutto Bolsena, sull'omonimo lago, e la bellissima Tuscania; e poi, poco più lontano, anche Vitorchiano, Bomarzo (con l'affascinante Parco dei mostri) e Caprarola (con lo splendido Palazzo Farnese). 

- Info sulla sagra di Canino sul sito di Fuoriporta; sui borghi Bandiera arancione sul sito di Bandiere arancioni
 
 
 
 
11. IN UMBRIA PER ATMOSFERE NATALIZIE
Nel lungo weekend potreste anche programmare un giro a Todi, specialmente se avete prole al seguito. La splendida cornice di Piazza del Popolo si trasforma in dicembre in un luogo magico, pieno di sorprese e attività natalizie: all’interno dello storico palazzo del Trecento prende vita la Casa di Babbo Natale, con un bosco incantato, l'ufficio postale, elfi, renne e anche maestri cioccolatieri con cui preparare dolcetti. Dall’8 dicembre all’ 8 gennaio la piazza viene poi divisa a metà: da una parte è allestito un percorso di ghiaccio, dall'altra sentieri natalizi (un giardino costruito ad hoc). E altro grande evento del Todi Magic Christmas è il Video Mapping 3D: sulla facciata del Palazzo dei Priori, illuminazioni colorate, animate ed eteree accarezzeranno le finestre e le arcate di stile rinascimentale (dalle 18 alle 22).
 
Info sul sito degli organizzatori.