Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Il fumettista Sio: “Ho girato in bici l'Islanda, ma sogno la Sicilia”

Il fumettista e youtuber ci racconta la sua passione per i viaggi a due ruote

Il fumettista Sio: “Ho girato in bici l'Islanda, ma sogno la Sicilia”

di 
Luca Bonora
24 Novembre 2017
Fra le mostre dell'edizione di Lucca Comics & Games 2017 (ne parlavamo diffusamente qui) ce n’è una che ci ha stupito: Sio al Circolo Polare Artico. Conoscevamo Simone Albrigi in arte Sio come fumettista e youtuber, abbiamo scoperto un grande viaggiatore. Così, terminata la presentazione del libro di Marco Bianchi Cucinare è un atto d’amore, l’abbiamo rincorso per farci raccontare il suo modo di viaggiare.

L’idea del viaggio al Circolo Polare Artico è nata durante un altro viaggio fatto nel 2014 con due miei amici storici, il fotografo Nicola Bernardi e lo chef Lorenzo Civolaria (nel fumetto sono Lorro e Nik). Allora eravamo insieme in Giappone, che abbiamo girato in bicicletta per tre mesi, ma io ci ho vissuto tre anni…
 
Ferma. Tu viaggi in bicicletta?
Sì, io vivo in un paese vicino a Verona, in campagna, e mi muovo sempre in bicicletta, non ho la macchina… Uso la bicicletta pieghevole così posso portarla anche in treno e così quando parto per me è naturale usare la bicicletta, anche se in viaggio ne uso una più… seria. Dovresti usarla anche tu, è bellissimo muoversi in bici.
 
Quindi sei andato al Polo Nord.. in bici?
Quasi. Siamo andati prima alle Svalbard, dove siamo stati una settimana, così ho scoperto prima che esistevano e poi come erano – bellissime.  Poi ci siamo spostati in Islanda e quella sì, l'abbiamo girata tutta in bicicletta, in senso orario, per un mese…
 
 
Ma avevi lasciato scorta di disegni e video o intanto lavoravi?
Tutt’e due le cose. Avevo preparato fumetti e video "autopubblicabili" e qualcosa ho realizzato anche stando in giro, le strisce che poi sono uscite sul mio fumetto, Scottecs Magazine.
Poi siamo passati in Groenlandia a vedere com’è la Groenlandia.
 
E com’è la Groenlandia?
Strana… una distesa di niente, con piccole città tutte vicine fra loro ma senza nessuna strada che le collega, quindi è come se fossero lontanissime… e poi tutte con qualche migliaio di persone. Si viaggia via mare, in barca, anziché via terra, è più comodo e molto più veloce. Abbiamo visto balene e capodogli: uno è passato sotto la barca.
Era luglio, quindi non faceva particolarmente freddo (in media fra gli 0 e i 10 gradi).
 
C’era la neve? Ghiaccio?
In Groenlandia d’estate i ghiacciai si ritirano, quindi devi andare nell’interno per vederli, perché l’interno è tutto un ghiacciaio… ma è sterminato, non ci sono strade, per arrivarci devi avere una spedizione attrezzata, non tre biciclette…
 
Un viaggio che sogni di fare o che stai preparando per il futuro?
Vorrei tanto fare il giro della Sicilia in bicicletta, perché l’isola mi piace tantissimo ma ogni volta che ci vado non ci sto mai abbastanza.
Pensando in grande, invece, vorrei andare sempre in bicicletta da Hanoi fino a Singapore attraversando Vietnam, Cambogia, Thailandia e Indonesia. Era uno dei progetti che valutavamo già quest’anno, poi abbiamo scelto il Nord, ma prima o poi…
 
 
Per finire, mi dici un posto dei tuoi viaggi che ti ha emozionato particolarmente, e che consiglieresti di vedere?
Ti mando il video.
 
 
Grazie Simone.
Grazie a voi!
 
 
CHI È SIO
Non sa disegnare, ma fa fumetti da sempre (o almeno così si descrive). Simone Albrigi (in arte Sio) dal 2006 è online con il suo blog a fumetti Scottecs Comics.
Nel 2012 fa cartoni buffi e canzoni strambe su Youtube sul suo canale Scottecs, che conta più di 1,5 milioni di iscritti.
Sio è appassionato di viaggi: ha girato il Giappone e l'Islanda in bici e quest'anno il suo reportage a fumetti dal Polo Nord è diventato una mostra a Palazzo Ducale durante Lucca Comics & Games.
Con Shockdom ha pubblicato alcuni libri e raccolte di fumetti e scrive tuttora la rivista trimestrale di fumetti Scottecs Megazine. Scrive anche per Topolino. La mia nipotina Maite lo adora.