Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Andretta (Av): “È il capoluogo del mandamento di cui fa parte la mia terra nativa”

Andretta (Av): “È il capoluogo del mandamento di cui fa parte la mia terra nativa”

Dove

Indirizzo evento: 
83040 Andretta Av
Andretta

Quando

Domenica 4 Settembre 2022
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

# Ore 10.30 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) presso il Santuario Stella del Mattino – frazione Mattinella – 83040 Andretta (Av). 

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio Paesi d'Irpinia
Indirizzo mail: 
donato.cela@libero.it
Recapito di emergenza: 
Donato Cela 377 160 3172
Console accompagnatore: 
Console Donato Cela
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
locale

In esclusiva per i soci e gli amici del Touring Club Italiano visita al secondo dei sette comuni del Parco Letterario Francesco De Sanctis, ovvero alle località descritte in “Un viaggio elettorale”, il famoso reportage ispirato al viaggio nel collegio elettorale di Lacedonia compiuto dal De Sanctis per sostenere la propria candidatura alle elezioni politiche del 1874 / 75.

Andretta: piccolo centro dell’Alta Irpinia, in provincia di Avellino, è posta a 850 metri sul livello del mare, al margine meridionale dell’altopiano del Formicoso, su uno sperone roccioso da cui domina l’ampia vallata dell’Ofanto.

Manufatti di industria litica rinvenuti in località Pero Spaccone riferiti al Paleolitico inferiore e reperti fittili di cultura materiale datati dal VI secolo a.C. trovati in superficie dal 1976 in poi nelle contrade di Cervino, Aiafalca, Toppa Schiavi, Pisciolo - Pero Spaccone, San Martino attestano la ininterrotta presenza e frequentazione umana del territorio e si fanno documento di ricostruzione storica.

I materiali fittili rinvenuti appartengono ad un repertorio morfologico destinato per lo più ad uso domestico e sono indicativi di una struttura insediativa con piccoli nuclei abitativi sparsi (vici e ville rustiche) a vocazione agro - pastorale, spesso a carattere familiare ed espressione della cultura sannitico-romana.

Andretta, come nella interpretazione etimologica del suo nome di derivazione greca, è un piccolo borgo fortificato alla fine della guerra greco - gotica, (metà VI secolo d.C.), nella riorganizzazione bizantina di un sistema strategico - difensivo e di controllo del territorio che poneva in Conza l’ultima barriera all’avanzata dei Longobardi verso Salerno e la Puglia. Tuttavia Conza fu occupata dai Longobardi e divenne sede di un gastaldato importante nel cui ambito il borgo fortificato di Andretta fu elevato al grado di Castellum. Alla fine del secolo XI Conza fu occupata da Roberto il Guiscardo e nella riorganizzazione dello Stato normanno di carattere feudale, Conza divenne capoluogo di una estesa contea e borghi e castelli furono mutati in Universitates (civium et bonorum); con beneficio di usi civici e di demanio pubblico e la prima fonte scritta che ne attesta l’esistenza e il nome di è un documento di epoca normanna de­­­­ll­­’anno 1124. Il borgo fortificato, prima e originaria struttura insediativa entro le mura, ancora per tutto il XVII sec. negli atti notarili viene indicato come “cittadella”.

Andretta è presente nei moti per la libertà e l’indipendenza nazionale; nelle congiure giacobine del 1749 e del 1799 con il sacerdote don Vincenzo Di Guglielmo e alcuni membri delle famiglie più in vista del paese. Fra tutti è da segnalare la figura dell’arciprete Antonio Miele, coinvolto e condannato nel processo dei 42 della setta dell’Unità Italiana.   

Di interesse storico - ambientale sono i rioni: Castello che, nelle strette e ripide strade che portano all’antico castellum, di cui restano poche tracce, conserva in parte il suo aspetto medioevale; Codacchio San Nicola, tratto ancora entro le mura, rione della prima espansione in direzione est-ovest; Monti - Calvario, all’estremità est del paese e San Pietro a nord-est.

Altre informazioni utili: 

ATTENZIONE: LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGE NEL RIGOROSO RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI DI CONTENIMENTO DELLA PANDEMIA, VIGENTI ALLA DATA DELLA MANIFESTAZIONE, ALLE QUALI I SINGOLI PARTECIPANTI SI DEVONO ATTENERE.

Programma

# Ore 10.30 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) presso il Santuario Stella del Mattino – frazione Mattinella – 83040 Andretta (AV). Inizio visita guidata.

Santuario Stella del Mattino: si tratta di una struttura religiosa annessa al vecchio Convento fondato dai padri Cistercensi nel XVI secolo. Le origini del Santuario, però, sono sicuramente anteriori, e forse di molto, visto che la sua esistenza è già provata documentalmente sin dalla seconda metà del XV secolo, quando il Santuario venne ampliato per ordine del vescovo di Canosa e Rapolla, Monsignor Malizia Gesualdo (nominato da Innocenzo VIII nel 1482), con la creazione dell'attiguo Convento, sia pure in forma "embrionale".

La visita prosegue nel centro storico di Andretta con le diverse chiese, tutte interessanti.

Entreremo poi nel Museo della Civiltà Contadina che contiene, tra le tante testimonianze antiche, anche i costumi utilizzati per il corteo storico del Viaggio Imperiale.

# Ore 13.00 : Pranzo presso ristorante convenzionato al costo di 25 euro a persona per un menù completo di prodotti tipici. Prenotazione al numero 377 160 3172.

# Ore 15.00 : Excursus storico su Andretta e filmati del corteo.

# Ore 17.30 : Termine della manifestazione.

Quote:

- Soci Tci        €       2,50         

- Non Soci      €       5,00

pranzo Agriturismo: 25 €  a persona

Prenotazioni: esclusivamente a mezzo email donato.cela@libero.it

Trasporti: mezzi propri

Volontario Touring accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: Console Donato Cela 377 160 3172

Guida: locale

Partecipanti: massimo 30 persone

La quota comprende: La visita guidata come descritta, il pranzo, le spese organizzative del Club di Territorio Paesi d’Irpinia, l’assistenza del console, le assicurazioni per la responsabilità civile.

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione

Le prenotazioni sono aperte.

Il Volontario Touring Accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario.

La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.

Il Club di Territorio Paesi d’Irpinia del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni e, quindi, associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club