Scopri il mondo Touring

Viterbo

localita

Viterbo (VT)
Secondo la leggenda la fondazione di Viterbo è merito di Ercole, al quale sarebbe stato dedicato il tempio che sorgeva sul colle oggi occupato dalla Cattedrale di San Lorenzo. La città, in effetti, è di origine etrusca e i reperti archeologici che lo confermano - tratti di mura, fondazioni di ponti - affiorano qua e là tra le pietre del centro storico. La fortuna del luogo è data dal passaggio di una delle più importanti strade dell'antichità, la romana Cassia, che prenderà più tardi il nome di Francigena a motivo del passaggio dei viandanti d'Oltralpe sulla via per Roma. Il suo tratto cittadino è quella via San Pellegrino - nome rivelatore - che risale tortuosa uno dei quartieri di più autentica atmosfera medievale, con case e torri spesso uniti da arcate e sovrappassi. Con l'ampliamento dell'abitato il centro politico della città diventa l'attuale piazza del Plebiscito, aperta nel Duecento, dove sorgono il palazzo dei Priori e altri edifici pubblici all'ombra della Torre dell'Orologio. Nel duecento, anche per la presenza di un celebre complesso termale, Viterbo diventa residenza abituale dei papi e sede di conclavi, caratteristica che la rende unica al mondo per storia e patrimonio artistico. Tra le tante vicende che la riguardano sotto questo aspetto, la più celebre è quella che porta all'elezione, nel 1271, di Gregorio X, dopo ben 33 mesi di sedia vacante: a tanta attesa pone fine il capitano del popolo Raniero Gatti che, esasperato dal tergiversare dei porporati, scoperchia la sala dove essi si riunivano, raziona loro il cibo e ve li chiude dentro - pare su consiglio di san Bonaventura - cum clave, cioè a chiave.

Scrivi la tua recensione