Scopri il mondo Touring

La guida CityLive, realizzata con Slow Food, suggerisce che cosa vedere e tutti gli indirizzi migliori

Che cosa fare a Firenze: dieci esperienze da non perdere

19 Aprile 2016


Lo sappiamo, Firenze andrebbe esplorata con calma, cercando di aggirare le masse dei turisti e andando alla ricerca degli infiniti tesori che nasconde. Ma sappiamo anche che spesso si ha a disposizione un solo weekend per visitarla; e che non si sa da che parte cominiciare, rimanendo un po' interdetti di fronte alla molteplicità dei monumenti, dei musei, delle esperienze che si possono fare. Che cosa fare, vedere, gustare a Firenze?

Una guida serve anche a questo. E in particolare la guida CityLive, nata in collaborazione con Slow Food, arriva in aiuto di chi ha poco tempo e molta voglia di assaporare tutto il meglio della città. Innanzitutto, il formato, piccolo e leggero, studiato per garantire il massimo di semplicità e funzionalità; poi, le pagine modulari apribili a finestra, dedicate ciascuna a uno specifico quartiere; e infine le pagine iniziali e finali della guida con una miniera di informazioni utili in loco e prima di partire. La collaborazione con SlowFood ha portato naturalmente alla scelta degli indirizzi più veraci, genuini e a chilometro zero della città: per una pausa pranzo o per una cena, per un aperitivo o anche per un gelato non rimarrete certo delusi.

Dalla Guida CityLive Firenze potete scaricare qui sotto un estratto, in modo da capire com'è fatta. E poi leggere le dieci esperienze da non perdere a Firenze, consigliate nella stessa guida. Vi è venuta voglia di partire alla volta del David?





Scoprirai che cosa gustare a Firenze e le esperienze da non perdere!

Acquista la Guida CityLive Firenze sul sito www.touringclubstore.com
Sconti per tutti, specialmente per i soci Tci!


 

 




CHE COSA FARE A FIRENZE: DIECI ESPERIENZE DA NON PERDERE
 
1. VEDERE LA CITTA' DALL'ALTO 
Per i panorami di Firenze non c'è che l'imbarazzo della scelta: dalla torre di Arnolfo, dal campanile di Giotto, dal torrino della Specola, da piazzale Michelangiolo... L'esperienza più emozionante, però, è affrontare i 465 gradini che portano sotto la lanterna della cupola del Brunelleschi salendo in obliquo nell'intercapedine tra le due calotte. 


 
2. VISITARE GLI UFFIZI
Con il biglietto in tasca, per evitare lunghe code all'ingresso, una visita agli Uffizi bisogna farla comunque, anche in poco tempo. È "un'altra Firenze dentro Firenze", colma di capolavori di sommi maestri. 


3. GUARDARE IL TRAMONTO DA PONTE VECCHIO
Un inesausto flusso di turisti passa da Ponte Vecchio e vi sosta indugiando alle vetrine dei gioiellieri e sulle terrazze di mezzo. Ma all'ora del tramonto il ponte si svuota un po' e il sole calante immerge fiume e lungarni in un'atmosfera di magici colori. 


4. FARE UN GIRO PER LE BOTTEGHE D'OLTRARNO
Anche se non è più quello descritto nei romanzi neorealisti di Vasco Pratolini, l'Oltrarno conserva un'atmosfera inequivocabilmente fiorentina di botteghe e mestieri: commercio di "cose vecchie" e artigianato di qualità sono i due fili rossi. 
5. MANGIARE UNA VOLTA COME I FIORENTINI
L'iniziazione alla cucina cittadina richiederebbe il panino con la trippa, per strada, e la famosa bistecca tagliata alta con osso a T al ristorante. Chi preferisce o si limita alle verdure non è però escluso dall'esperienza: zuppe e minestre, dalla ribollita alla pappa al pomodoro, sono buonissime e i fagioli all'uccelletto si trovano in ogni trattoria che si rispetti. 


 
6. PERDERSI NEI MERCATI DEL CENTRO
I mercati fondamentali sono quelli coperti, ottocenteschi, di San Lorenzo e di Sant'Ambrogio, per acquisti di alimentari o altro e spuntini di specialità fiorentine. Le cose vecchie si cercano al mercato delle Pulci in piazza dei Ciompi; al mercato rionale di Santo Spirito, in settimana, si scopre l'anima più autentica e popolare della città. 


 
7. ASSISTERE A UNA PARTITA DELLA FIORENTINA
La passione per "la viola" è tenace, esigente, faziosa e avvolgente, come la città. Per rendersene conto non c'è che andare all'Artemio Franchi, in Campo di Marte, lo stadio progettato da Pier Luigi Nervi nel 1929. 


 
8. CAMMINARE NEL VERDE TRA I GIARDINI DI BOBOLI E VILLA BARDINI
È una meravigliosa passeggiata nel verde dei giardini d'Oltrarno con continui panorami sulla città. Si sale il giardino di Boboli fino al Museo delle Porcellane, si rasenta il forte di Belvedere, si passa per costa San Giorgio al giardino di villa Bardini, si ridiscende tra fiori e statue fino a via de' Bardi. 


 
9. SORSEGGIARE UN CAFFE' CON VISTA SULLA CUPOLA DEL DUOMO 
All'ultimo piano del chiostro delle Oblate, tra ragazzi che studiano e chiacchierano e frequentatori di una delle più piacevoli biblioteche, si prende il caffè (o l'aperitivo) con la cupola di Brunelleschi quasi a portata di mano. 


 
10. CAPIRE IL RINASCIMENTO A SAN LORENZO
A San Lorenzo e nelle cappelle medicee il potere e la grandezza dei Medici si esprimono al meglio; ma s'intuisce anche, confrontando due capolavori, la Sagrestia vecchia di Brunelleschi e quella nuova di Michelangelo, la geniale traiettoria del rinascimento italiano nell'arco di un secolo. 



INFORMAZIONI
Il Touring Club Italiano ha in catalogo vari titoli su Firenze, tutti acquistabili nei Punti Touring, nelle librerie di tutta Italia e - scontati - sul sito web www.touringclubstore.com. Ecco i più recenti.
- la Guida Verde Firenze, edizione 2013, la più completa per scoprire la città toscana;
- la guida CityLive Firenze, edizione 2014, di cui abbiamo appena parlato;
- la guida Best Of Firenze, edizione 2014, che raccoglie il meglio della città;
- la cartoville Firenze, edizione 2016, perfetta per girare la città senza perdersi nulla;
- la mappa Centrocittà Pocket Firenze 1:10.000, edizione 2014, la carta più dettagliata della città, impermeabile e antistrappo.