Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Il tour di Allevi parte da Milano

La nostra intervista al geniale pianista e compositore

Il tour di Allevi parte da Milano

di 
Luca Bonora
27 Febbraio 2014

 

Se c'è un personaggio che ha contribuito alla diffusione della musica classica negli ultimi anni, questi è senza dubbio Giovanni Allevi. Il giovane (è del 1969) maestro compositore e pianista ha venduto oltre 750mila dischi dal 2005 a oggi. Per questo ogni suo tour è un evento non solo musicale. E quello del 2014, «Piano solo», parte da Milano e riserva ai soci Tci eccezionali opportunità.

La data è il 5 marzo, la sede, prestigiosa come si conviene all'artista, il Teatro degli Arcimboldi. I prezzi sono interessanti, perché si va dai 46 euro della platea alta fino ai 23 euro della gradinata. Ma poiché Allevi è particolarmente sensibile alle esigenze dei più giovani - lui stesso ci racconta di quanti gli scrivano tramite facebook, twitter e via mail - per gli under 14 i biglietti sono scontati dal 25 fino al 50 per cento, a seconda del posto scelto. La stessa riduzione è applicata ai soci Tci, che possono acquistare i biglietti con lo sconto al botteghino del teatro oppure online su Ticketone (selezionando biglietto ridotto under 14).

Milano è un punto di partenza significativo, per il tour. È la città in cui Allevi vive e lavora, e quella dove crea. Rivela: «il mio luogo sacro è una panchina della fermata della metropolitana del Duomo, in fondo anonima e uguale ad altri, un non luogo per eccellenza, dove però ho pensato, creato molta musica sinfonica. Non amo rinchiudermi in una torre d'avorio e mi piace pensare la mia musica, che è per la gente, in mezzo alla gente. Del resto, aggiunge, è la musica che comanda, è la musica che decide. Ultimamente sono molto attratto dall'organo, ho appena composto una toccata e fuga per organo e le note mi sono letteralmente cadute in testa. Sono arrivate e ho capito che erano per organo, dovevano essere per organo: io ho solo assecondato la musica, perché glielo devo e perché amo farlo.»
L'affetto per Milano, città adottiva - Allevi è marchigiano di Ascoli Piceno – traspare anche nella scelta del luogo da far visitare a un amico/collega straniero in Italia per la prima volta. «Mi piacerebbe portare un amico giapponese dentro il Duomo di Milano, davanti all'organo a canne più grande d'Europa, qualcosa di monumentale… magari in occasione di un concerto per organo, sarebbe fantastico.»
 
Il tour prosegue poi il 12 a Napoli e il 13 a Roma, tutte le date sul sito del maestro oppure sulla sua pagina facebook. Biglietti scontati per i soci Tci anche per il 4 aprile a Varese, presso l'Ucc Teatro di piazza della Repubblica. I biglietti devono essere prenotati via mail e poi ritirati in teatro esibendo la tessera di socio. Gran finale con un evento specialissimo e gratuito, un concerto per pianoforte all'interno del Duomo di Orvieto, sabato 19 aprile. Una scelta molto suggestiva… «sto cominciando a sentire l'esigenza di rivolgere la mia musica verso l'alto, e credo che la musica debba tra l'altro risvegliare la nostra spiritualità. Noi siamo schegge di paradiso cadute sulla terra e prima o poi là dobbiamo tornare.»