Scopri il mondo Touring

Oltre 200 proposte di viaggi inaspettati a due passi da casa. Per un’estate sicura nell’Italia che non avete mai visto

"Vacanze italiane" - Trentino Alto Adige

10 Giugno 2020

Per il progetto "Vacanze Italiane", Touring Club Italiano e Legambiente hanno selezionato oltre duecento proposte di vacanze attive a pochi passi da casa, con i consigli di operatori qualificati e attenti ai temi della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente. Alla pagina www.touringclub.it/vacanzeitaliane l'introduzione al progetto e l'indice con tutte le regioni. Buon viaggio!

Ecco il capitolo dedicato al Trentino Alto Adige.


 
I due borghi accoglienti dell'Alto Adige
Provincia di Bolzano
 
Verdi distese incoronate da cime innevate, vigneti e coltivi ordinati, borghi raccolti intorno alle chiese dai tipici campanili “a cipolla” e fantastici castelli: ordinato e fiabesco, ecco il paesaggio dell’alto bacino dell’Adige. Il visitatore ha l’imbarazzo della scelta fra mille attrattive e quattro stagioni tutte da godere! Qui ci sono due località Bandiera Arancione, tutte da scoprire: Campo Tures e Vipiteno.

Splendidamente situata nel Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina, Campo Tures possiede un largo ventaglio di attrattive storiche e naturalistiche. Qui si trova inoltre il Centro visite del Parco, con informazioni su cime, rifugi, percorsi escursionistici nella vastissima area protetta transfrontaliera (il parco si salda infatti con il National-park Hohe Tauern austriaco) ricca di foreste e ghiacciai. Effettuando l’ascensione con gli impianti di risalita di Speikboden è possibile ammirare un grandioso panorama che abbraccia tutte le Alpi Aurine, dal Gran Pilastro alla Vetta d’Italia, fino alle Vedrette di Ries e alle Dolomiti. Da visitare sono anche le piccole frazioni di Acereto e Riva di Tures, immerse nel suggestivo contesto naturalistico della valle di Riva. Da non perdere una visita al castello, appollaiato su un imprendibile sperone roccioso, ha la forma e la struttura di una cittadella. In un’ampia conca all’incrocio delle valli Isarco, Ridanna e di Vizze, l’abitato di Vipiteno conserva la luminosità e la bellezza caratteristica delle città tirolesi. Anche qui, sia in estate che in inverno, gli amanti della natura troveranno tutto quello che desiderano in un panorama mozzafiato.
 
Per informazioni: le schede dei borghi Bandiera Arancione sul sito bandierearancioni.it: Campo Tures e Vipiteno.
 

Campo Tures
 
Ciclabile dell’Adige
Province di Trento e Bolzano

Pedalare per una settimana da Passo Resia, al confine con l’Austria, fino al lago di Garda lungo la prima storica ciclabile del nostro Paese, che corre lungo il corso dell’Adige. Un tragitto facile e ben servito, di 245 chilometri, adatto anche alle famiglie, che attraverso meleti e vigneti, conduce alla scoperta di numerosi castelli. Il percorso permette di sostare in città quali Merano, Bolzano e Trento, in piccoli borghi, e di godere di spettacolari scorci come per esempio il lago di Resia con il campanile sommerso, per giungere infine al lago di Garda. Una breve traghettata consente di proseguire verso Verona e quindi a Mantova lungo uno delle più famose ciclabili italiane.

Per informazioni: www.girolibero.it
 


Su due ruote da Bolzano a Venezia
Province di Trento e Bolzano

È una delle ciclabili più “bagnate” del nostro Paese, accompagnata da generosi corsi d’acqua come l’Adige, il Brenta e il Bacchiglione, dai laghi di Caldonazzo e Levico per raggiungere la laguna di Venezia. Dai paesaggi altoatesini e trentini si passa a quelli più dolci delle colline venete, si abbandonano i meleti per i vigneti del Prosecco e i castelli austeri lasciano spazio alle meravigliose e solari ville palladiane. Prima Bassano del Grappa e Vicenza (dove la visita al teatro Olimpico merita qualsiasi sforzo!) poi si prosegue alla volta della città lagunare passando per Padova e Chioggia.

Per informazioni: www.girolibero.it



Tra i borghi accoglienti del Trentino
Provincia di Trento
 
Montagne e vette, ma soprattutto valli a più non posso caratterizzano la fisionomia del Trentino: tanti paesaggi diversi, dagli idilliaci orizzonti lacustri del Lago di Garda, alle Prealpi, fino alle maestose vette alpine e dolomitiche e ai laghi di montagna. Con tanta natura la zona è il paradiso delle attività sportive per ogni esigenza e possibilità. Dalle escursioni ai rifugi delle Dolomiti di Brenta alle attività sulla neve. Dai numerosi sentieri alle fantastiche piste ciclabili delle valli trentine, agli sport acquatici da fare nelle località lacustri. Ma anche centri ricchi di storia, arte e tradizioni, come i borghi certificati dal Touring con la Bandiera arancione: sono cinque, in ogni angolo del territorio, tutti pronti ad accogliere i visitatori con le loro tipicità e la loro qualità turistica.
 
Per informazioni: le schede dei borghi Bandiera Arancione sul sito bandierearancioni.it: Ala, Caderzone Terme, Ledro, Molveno, Tenno.
 

Molveno
 
Le Sedie Rosse di Mezzano di Primiero 
Provincia di Trento

Mezzano di Primiero è un incantevole borgo trentino che ha mantenuto pressoché intatte le sue caratteristiche, ben curato, con rustici abitati e stalle ancora funzionanti. Per far conoscere il borgo e le zone circostanti, gli abitanti hanno avuto un’idea molto particolare in questo tempo troppo digitale: hanno posizionato delle sedie rosse  in vari punti dell’abitato, ognuna con un campanello; quando viene suonato una persona del luogo si mette disposizione per rispondere a domande e soddisfare curiosità, dare informazioni, raccontare la storia del borgo, svelare aneddoti, suggerire dove poter acquistare prodotti tipici e lavori artigianali e tanto altro.

Per informazioni: www.mezzanoromantica.it
 


Val di Funes: sui sentieri più belli del mondo (Alto Adige)
Provincia di Bolzano

Le Dolomiti delle Odle sono una zona poco nota dell’Alto Adige, a latere della valle Isarco, vicino alla più rinomata val Gardena. Qui è rimasto inalterato quel paesaggio che ha reso queste montagne Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO. Un tour di una settimana di escursioni giornaliere in questo anfiteatro di roccia aguzza quasi a difesa del cielo, alla scoperta di malghe, rifugi e antichi masi, dove non di rado ci sorprende un incontro con l’abbondante fauna alpina. 

Per informazioni: www.viagginaturaecultura.it



Il Sentiero della Pace
Provincia di Trento

Il Sentiero della Pace è un tracciato che collega i luoghi e le memorie della Prima Guerra Mondiale sul fronte del Trentino, dal Passo del Tonale alla Marmolada, per una lunghezza di oltre 520 chilometri. Il lungo itinerario tocca ambienti fra loro molto diversi, dalle nevi perenni dei ghiacciai al mite paesaggio del Garda; si transita per ex-strade militari e camminamenti, si incontrano trincee e fortificazioni, luoghi simbolo di grandi battaglie. Coprirlo nella sua interezza comporterebbe circa un mese di cammino, ma il Sentiero della Pace può essere scoperto e percorso anche per tratti più brevi. Tutto il cammino è contrassegnato da segnavia con una colomba, bianca su legno e gialla su roccia.

Per informazioni: www.trentinograndeguerra.it
 


Il trekking sul Cammino di San Vili (San Vigilio)
Provincia di Trento

Il Cammino di San Vili (San Vigilio) ricalca il percorso che fece, secondo la leggenda, il Vescovo e patrono di Trento nella sua opera di evangelizzazione, nel IV secolo d.C., affrontando per primo i sentieri di montagna e qui venne ucciso. L’itinerario copre un totale di 100 km, se fatto a piedi può essere diviso in 6 tappe, mentre in bicicletta occorrono solo due giorni. Alcuni tratti sono impegnativi.Si parte da Madonna di Campiglio e, costeggiando le Dolomiti di Brenta, si arriva fino a Trento. E’ possibile organizzare una vancanza di 7 giorni, fruibile anche da non vedenti e ipovedenti, scandito su ritmi più lenti proprio per permettere alle persone con disabilità visiva di godere appieno dell’esperienza.

Per informazioni: www.camminosanvili.itwww.planetviaggi.it.

Sentiero Busatte – Tempesta
Provincia di Trento

Il sentiero si snoda lungo la sponda nord-orientale del Lago di Garda e offre scorci panoramici fantastici sul lago e sugli abitati di Torbole e Riva del Garda. L’itinerario si svolge tutto su un ripido costone con scale in metallo che aiutano a superare i punti più critici, rendendolo fruibile da tutti (a eccezione dei passeggini). Diversi i cartelli esplicativi che consentono una breve sosta per leggere notizie sulla flora e fauna e indicazioni panoramiche sull’altro lato del Benaco. 

Per informazioni: www.trentino.com.


 
La Via Imperiale
Provincia di Trento

La Via Imperiale, anche detta Via Traversa, è un itinerario che riscopre una parte del tracciato della antichissima via di comunicazione di origne romana che portava dall’area germanica verso l'Italia, usata fin dal Medioevo dai mercanti e dai pellegrini. Il percorso principale, di 18 km, da Sporminore a Molveno, lambisce il territorio del Parco Naturale Adamello Brenta, tocca il Parco Faunistico di Spormaggiore. Consigliabile un’attrezzatura adeguata e un minimo di allenamento.

Per informazioni: www.viaimperiale.it.



Valsugana e Arte Sella 
Provincia di Trento

È la valle a est di Trento al confine con il Veneto, famosa per essere stata recentemente riconosciuta come la prima destinazione certificata per il turismo sostenibile secondo i criteri GSTC (Global Sustainable Tourism Council). Le proposte di vacanza sono numerose e tutte intriganti. Un motivo di soggiorno che merita sicuramente il viaggio sono le proposte di Arte Sella, il visionario progetto che coniuga arte, musica, danza e natura ospitando performance e opere dei più qualificati esponenti contemporanei dell’Art in nature. Una meraviglia a cielo aperto! Il territorio è servito da una comoda ciclabile.

Per informazioni: www.visitvalsugana.it; www.artesella.it.
 
La Vecchia Ferrovia in Val di Fiemme
Provincia di Trento
 
Questo percorso si svolge sul tracciato della vecchia ferrovia della Val di Fiemme. Fu costruita durante la Prima Guerra mondiale e rimase in funzione fino al 1936, soprattutto per il trasporto merci, congiungendo Ora a Predazzo. È ancora ben conservato e percorribile il tratto Ora-San Lugano. Un itinerario escursionistico tra tunnel, viadotti e ponti, per ammirare il meraviglioso paesaggio alpino del Parco naturale Monte Corno e la vista unica sulla Bassa Atesina.

Per informazioni: www.castelfeder.info.

INFORMAZIONI
Alla pagina www.touringclub.it/vacanzeitaliane l'introduzione al progetto e l'indice con tutte le regioni.