Scopri il mondo Touring

Quali percorsi scegliere e come farsi guidare

In bicicletta a Matera: tre itinerari tra i Sassi e i dintorni

di 
Fabrizio Milanesi
22 Gennaio 2019
Il nostro speciale dedicato a Matera 2019!
- Matera 2019, gli eventi della Capitale europea della cultura
- Che cosa vedere a Matera in un weekend
- In camper a Matera e dintorni: un itinerario tra borghi e mare
- In bicicletta a Matera: tre itinerari tra Sassi e dintorni
- Matera e la Basilicata, la nuova Guida Verde Tci
- I nostri consigli su dove dormire e mangiare a Matera


 
Matera, Capitale europea della Cultura 2019. Una sfida avvincente, che si ritrova a pieno nello slogan “Open Future”, il motto scelto per l’occasione. Matera è unica certo, ma non è sola tra i luoghi da vedere in Basilicata. Attorno alla Città dei Sassi si trovano borghi medievali dominati da torrioni, campanili e castelli. 
 
Un territorio da scoprire anche sulle due ruote, per tradurre la bellezza e l’unicità della Città dei Sassi in sensazioni fisiche oltreché visive. In sella il territorio lucano si avverte nella sua complessità, nei suoi saliscendi, nella sua tortuosità e negli slanci di prospettive su un panorama quasi pittorico. Abbiamo chiesto agli amici di Ferula Viaggi, un team di esperti del territorio e di appassionati cicloturisti, di consigliarci tre itinerari in bicicletta a Matera e dintorni. Eccoli, da fare da soli (se si noleggia la bici da Ferula si riceve in dotazione anche un roadbook) o in compagnia di una guida, il modo migliore per apprezzare le bellezze della zona. 

1. IN BICICLETTA DENTRO LA CITTÀ DEI SASSI
A Matera il percorso può partire da piazza Vittorio Veneto, centro che collega i Sassi con la città nuova, per andare quindi verso i rioni progettati negli anni ’50 e ‘60 dai migliori urbanisti presenti in Italia. Sono i rioni dove furono trasferiti gli abitanti dei Sassi subito dopo il 1953, un’operazione che permise, paradossalmente, la conservazione dei Sassi che, dopo anni di abbandono, sono poi stati ristrutturati e abitati nuovamente. Tra le soste durante il percorso un tipico forno a legna dove poter degustare il pane di Matera e il colorato e animatissimo mercato ortofrutticolo.
 
Lunghezza 20 km
Durata 3 ore
Difficoltà moderata
 

 
 
2. IN MOUNTAIN BIKE TRA MATERA E LE SUE CHIESE RUPESTRI
Partendo da Matera si raggiunge la Via Appia che, costeggiando la zona delle cave settecentesche, raggiunge la zona di Parco chiamata Murgia Timone. Dopo la visita al Villaggio Neolitico, con trincee di 7000 anni a.C. e tombe dell’età del bronzo (2000 anni a.C.) si raggiunge la zona del Belvedere, con una vista unica sul canyon della Gravina e i Sassi. Il sentiero è un single track impervio ma bellissimo che permette di raggiungere grotte e chiese rupestri che si affacciano sulla Gravina. Per i più allenati si può rientrare a Matera attraversando la zona di Murgecchia, con altre grotte, chiese rupestri e panorami unici.
 
Lunghezza 30 km
Durata 3 ore
Difficoltà: moderata
 

 
3. IN E-BIKE E IBRIDA, DA MATERA NELLA VALLE DEL BRADANO
Nei dintorni di Matera ci sono diverse possibilità di fare cicloturismo, anche se gli itinerari non sono facilissimi. Matera si trova in collina, a 400 metri, e uscendo di città in direzione Sud Ovest si raggiunge la valle del Bradano. L’itinerario può percorrere anche con bici ibride ed e-bike, utilizzando un percorso ad anello di circa 40 km. L’andata è una lunga discesa verso il lago di San Giuliano, oasi faunistica, nei cui dintorni si può anche visitare la Cripta del Peccato Originale, la più antica delle chiese rupestri presenti nel territorio materano. Il rientro è in crescente salita.
 
Lunghezza 40 km
Durata 4/6 ore
Difficoltà moderata
 
 
INFORMAZIONI
- Per i programmi in bici di Ferula viaggi, sito web www.materaturismo.it. Noleggio bici, anche mountain bike e a pedalata assistita, e tour guidati.