Scopri il mondo Touring

I consigli per visitare la Cappella Sistina e gli altri capolavori conservati a Roma

Come prenotare i biglietti per i Musei Vaticani

1 Marzo 2018
Dona
 
Nessuna visita di Roma (e del Vaticano) è completa senza una giornata ai Musei Vaticani. Chi non ha mai sognato di ammirare con i propri occhi la Cappella Sistina, una delle opere più famose del mondo? Già basterebbe il capolavoro di Michelangelo per giustificare un viaggio a Roma. Ma ai Musei Vaticani, naturalmente, c'è molto di più. Anzi: c'è la storia dell'arte italiana, intrecciata alla storia del Papato e a quella di Roma. Raffaello con le sue Stanze, e poi Caravaggio, Giotto, Leonardo da Vinci, le famose scale a spirale, la Galleria degli Arazzi e la Galleria delle Carte geografiche... per non parlare del Museo Pio-Clementino, del Gregoriano etrusco e del Gregoriano Egizio, interni ai Musei Vaticani, che conservano altri, insuperabili capolavori. 

Va da se: una volta nella vita, ogni italiano dovrebbe entrare nei Musei Vaticani - uno dei musei più visitati al mondo - e ripassare dal vivo i manuali di storia dell'arte. Ma come accedere al museo e prenotare i biglietti? E soprattutto, come evitare di passare più tempo al di fuori del museo (facendo la coda) che all'interno? Vi diamo qualche consiglio prezioso.
 
 
IL SITO UFFICIALE DEI MUSEI VATICANI
Iniziamo dal sito internet, il punto di partenza per chiunque cerchi informazioni sui Musei Vaticani. Se si digita su Google la parola "Musei Vaticani", come spesso succede, compaiono numerosi siti, tra cui alcuni poco attendibili che propongono biglietti anche con sovrapprezzi di una certa entità.

Il sito ufficiale dei Musei Vaticani è www.museivaticani.va. Dal sito ufficiale si accede a un altro sito, l'unico ufficiale, dove si possono prenotare i biglietti e quindi la visita. Una volta arrivati su questo sito, la trafila è semplice ma abbastanza lunga: dapprima si sceglie tra le varie opzioni (ci sono visite libere, visite guidate, visite in esclusiva, visite notturne, visite con pranzo, visite in treno...); poi si va alla pagina dei biglietti, si scelgono il giorno e l'ora della visita (scaglioni di 30 minuti), si dichiarano obbligatoriamente tutti i nomi dei partecipanti e si prenota con carta di credito, aggiungendo al prezzo del biglietto i diritti di prevendita. Via mail si riceve il voucher di prenotazione da presentare all'ingresso. Solitamente il sistema consente di prenotare online nei due mesi successivi alla data di acquisto biglietti.
 
COME SALTARE LA FILA AI MUSEI VATICANI
Se non si ha a disposizione molto tempo per districarsi sul sito ufficiale, o se si ha necessità di trovare un biglietto anche in giorni in cui il sito ufficiale dei Musei Vaticani dà tutto esaurito, tra i tanti servizi proposti noi consigliamo quello di Musement, partner del Touring Club Italiano. Il biglietto è acquistabile con pochi e veloci passaggi sul sito indicato; i costi sono maggiori di qualche euro, ma spesso le date sono molte di più rispetto a quelle che si trovano sul sito ufficiale (si può prenotare anche nei mesi non proposti dal sito ufficiale dei Musei Vaticani). Inoltre, la procedura è più snella e permette di scaricare il biglietto acquistato anche sul proprio smartphone. Importante: tutti i visitatori di questo sito, cliccando sul link di Musement, usufruiscono del 5% di sconto

Sul sito di Musement, tra l'altro, è possibile abbinare il biglietto di accesso ai Musei Vaticani con altre proposte di visite a Roma di varia durata: sulla pagina dedicata sono molte le possibilità di esperienze culturali sia per chi ha poco tempo sia per chi può dedicare più ore alla visita. Anche in questo caso 5% di sconto per chi prenota da questo sito. Per esempio, si può scegliere di abbinare l'acquisto di ingresso ai Musei Vaticani con un tour guidato a San Pietro o al Colosseo.
Dona