Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Che cosa fare a Crans-Montana, in Svizzera: dieci esperienze estive da non perdere

Camminate, degustazioni, festival, divertimento con la famiglia tra i prati e le montagne del Vallese: ecco tutti i nostri consigli

Che cosa fare a Crans-Montana, in Svizzera: dieci esperienze estive da non perdere

12 Luglio 2021

Crans-Montana, 300 giorni di sole l’anno e un panorama affacciato su 18 tra i più bei Quattromila delle Alpi. Basterebbero già queste parole per far venire voglia di programmare un weekend o una vacanza nella località del Vallese svizzero, a poca distanza dal nord Italia, che si sviluppa tra la valle del Rodano e il grandioso ghiacciaio della Plaine-Morte, a 3000 metri di quota. Ma la natura non è che il primo motivo per visitare Crans-Montana: la regione propone un'infinità di attività sportive per tutte le gambe e per tutta la famiglia; gli eventi si rincorrono per tutta l'estate; la gastronomia è tutta da scoprire e non manca neppure la cultura, fra la tradizione delle malghe e la contemporaneità dei musei. In poche parole, un'oasi di pace dove ognuno troverà il suo. Senza contare la perfetta organizzazione svizzera e la proposta di decine di attività, soprattutto per i più piccoli.
 
Ecco dieci esperienze da non perdere a Crans-Montana quest'estate.

1. SALIRE FINO AL GHIACCIAIO DELLA PLAINE-MORTE
Non sono molte le località alpine dove scoprire un ghiacciaio accessibile a tutti. Crans-Montana può vantarne uno spettacolare e insolito allo stesso tempo, quello della Plaine-Morte: il nome stesso - Piana Morta - suggerisce la sua peculiare conformazione, una distesa quasi pianeggiante tra alte cime.

Per raggiungerlo, in estate come d'inverno, basta prendere una comoda cabinovia e poi la Funitel, la funivia del ghiacciaio che si libra nell’aria partendo dalla Cabane des Violettes, arrivando in breve tempo i quasi 3000 metri di quota. Lo spettacolo lascia a bocca aperta: per il ghiacciaio, ma anche e soprattutto per il panorama, verso la Valle del Rodano e le valli laterali vallesane. Le Alpi si ergono in fila una dietro l’altra, dal Mischabel al Monte Bianco passando per il Cervino... è una grande sfilata di cime e nevi perenni, un panorama alpino senza pari. 

Per chi vuole mettere i piedi sulla neve, ogni martedì vengono proposte anche escursioni sul ghiacciaio con guida alpina, muniti di corda e ramponi e in tutta sicurezza. 


Crans-Montana, il ghiacciaio della Plaine Morte - foto Olivier Maire

2. CAMMINARE LUNGO I CANALI D'IRRIGAZIONE
Laghi cristallini, vigneti, paesi, baite d'alpeggio, boschi profumati di resina... i luoghi dove camminare a Crans-Montana certo non mancano. È stato calcolato che i chilometri di sentieri segnati e mappati sono ben 320! Di che passare tutta un'estate a passeggiare, lungo percorsi per tutti i gusti e soprattutto per tutte le gambe, da quelli più facili da effettuare con tutta la famiglia fino a quelli più tecnici per gli appassionati. 
Tra i tanti itinerari, consigliamo soprattutto quelli lungo i "bisse", gli antichi canali di irrigazione che costellano il territorio. Fin dal XIV secolo i bisse hanno trasportato l'acqua per irrigare i campi; oggi sono veri e propri monumenti del paesaggio del Vallese, tutti da scoprire e da seguire mentre i rivoli d'acqua gorgogliano dolcemente verso valle. In particolare:
- il Bisse du Ro, che conduce al Lago Tseuzier costeggiando pareti vertiginose, è da non perdere... per chi non soffre di vertigini: il cammino è stato scolpito nella roccia nella prima metà del XV secolo! Lungo il sentiero si incontra anche una nuovissima passerella, inaugurata nel 2020, che permette di ammirare la diga del Rawyl e il centro di Crans-Montana in tutta sicurezza. Il percorso è ideale anche per scoprire la valle del Ertenze, luogo aspro e selvaggio dove si trovano solo pochi pascoli; si può tornare a Crans-Montana con i mezzi pubblici. Per chi preferisce effetuare una caminata più tranquilla, si può arrivare fino alla nuova passerella per poi tornare indietro dallo stesso sentiero. 
- il Bisse du Tsittoret, che arriva alla vallata selvaggia della Tièche e offre splendidi panorami sulle alte cime: seguendolo, si scoprono numerose baite (vedi punto 5), un ristorante dove degustare formaggi e salumi e i pannelli didattici del Chemin de l'air (Sentiero dell'aria), itinerario sul tema dell'aria e dell'inquinamento atmosferico.


Crans-Montana, il bisse du Tsittoret - foto Olivier Maire

3. PARTECIPARE AGLI EVENTI DELL'ESTATE
In ogni stagione Crans-Montana organizza moltissimi eventi. Per l'estate 2021, per esempio, segnaliamo:
 
- Il Festival delle Terrazze, dall'1/7 al 26/8: ogni giovedì musica e concerti sulle terrazze di Crans-Montana;
Wine&Jazz nei giardini, dal 2/7 al 27/8: ogni venerdì appuntamento nei giardini di Ycoor per un aperitivo "wine & jazz";
Festival Cirque au sommet, dal 3/8 al 15/8: innovativi spettacoli di circo in una bellissima e sontuosa scenografia;
Festa Nazionale Svizzera, dal 31/7 al 1/8: pause golose, musica, mercato e Giardini di fuoco alla luce di 3000 candele. 
 
Crans-Montana, Festival Cirque au sommet - foto Vincent Weil

4. FARE UN BAGNO NEI LAGHI CITTADINI
Chi l'ha detto che fare una vacanza in montagna significa non fare attività... marittime? I cinque laghi di Crans-Montana offrono la possibilità di fare un bagno, provare lo stand-up paddle, girare in pedalò... Sono proprio nel cuore della città e un percorso a tema di una decina di chilometri si snoda lungo le loro sponde: un passeggiata bella, facile e adatta a tutta la famiglia. 

L'Etang-Long, in particolare, offre un Beach Club e il Wake-park: sdraio, piscina, bar e ristoranti con i piedi nella sabbia per chi vuole rilassarsi, beach volley e cablewake per chi cerca un'attività divertente. I più giovani potranno divertirsi sui WaterGames, un percorso a ostacoli gonfiabili sul lago. A 1455 m di quota, circondati dalle più belle cime alpine, sarete in paradiso... La zona della Moubra, invece, è perfetta per praticare tanti sport all’aria aperta e al coperto. Al parco Fun Forest, grandi e piccoli si avventurano tra gli alberi, mentre gli amanti dell’acqua si godono il magnifico lago nuotando, pescando, su una tavola stand-up paddle o pedalando. A pochi passi, il Centro della Moubra dispone di campi da tennis, di un muro da arrampicata da 500 mq e di un’area blocchi da 100 mq. 


Crans-Montana, i laghi cittadini - foto Denis Emery

5. PEDALARE CON UNA EBIKE SU STRADA E NEI BOSCHI
I numeri fanno gola ad ogni appassionato. Crans-Montana offre una rete di 200 chilometri di itinerari per bici da strada, 177 chilometri segnati per MTB, cross-country ed enduro, 3 piste per bici da discesa che finiscono con una zona Northshore e itinerari specifici per e-bike (dall’estate 2021, otto stazioni di ricarica per e-bike sono a disposizione in tutta la destinazione, offrendo la possibilità di caricare 7 marchi differenti di bici). Che cosa volere di più? Peraltro, tutti i percorsi sono ben segnalati e altamente panoramici; e in città sono presenti alberghi con il label “Swiss Bike Hotels”, negozi specializzati e guide qualificate. Naturalmente le biciclette possono essere portate in funicolare e sugli impianti di risalita. 

Se non siete super sportivi, le e-bike sono ideali. A Crans-Montana hanno pensato quattro percorsi pensati specificamente per chi noleggia una e-bike
- E-Bike: Scoperta culturale. Da Sierre a Crans-Montana attraverso paesi tipici e borgate di montagna.
- E-Bike: Exercise. Risalita delle piste da sci invernali, in foresta, fino ad alpeggi e ristoranti, per poi scendere lungo la nuova pista blu da downhill.
- E-Bike: Escape. In direzione della Vallata della Tièche un percorso un po' tecnico ma accessibile a tutti, nella natura incontaminata della regione dell’Aminona.
- E-Bike: Family Forest Loop. Da Crans-Montana al lago di Ycoor, alla scoperta dei laghi: un percorso poco tecnico adatto a tutte le età e a tutti i i livelli.


Crans-Montana, in ebike tra i boschi - foto Francois Planchard


Crans-Montana, in ebike tra i boschi - foto Francois Planchard

6. ASSAGGIARE LA GASTRONOMIA LOCALE
Prodotti locali di qualità, eventi incentrati sul gusto, artigiani e chef appassionati: la ricchezza della gastronomia del Vallese si può toccare con mano a Crans-Montana, che può vantare, tra i suoi tanti ristoranti, anche due locali stellati: L’Ours di Franck Reynaud, e LeMontBlanc di Yannick Crepaux, al LeCrans Hôtel & Spa. Ma anche se cercate una gastronomia più locale siete nel posto giusto: molti rifugi e ristoranti saranno felici di accogliervi per un tradizionale piatto di montagna. Senza parlare del vino, prodotto lungo i versanti delle montagne e uno dei marchi di fabbrica del territorio.

Sorprendentemente, però, a Crans-Montana c'è anche altro: perché se a farvi venire l'acquolina in bocca sono le cucine esotiche, siete nel posto giusto. Cucina libanese, portoghese, giapponese... grazie ai tanti immigrati del Novecento, i sapori spaziano nei cinque continenti! 


Crans-Montana, la gastronomia - foto Christian Perret


Crans-Montana, Colombire - foto Crans-Montana-Tourismus

7. ESPLORARE COLOMBIRE
Un piccolo borgo idilliaco, dove scoprire il modo in cui i nostri antenati vivevano in montagna. Posto a 1850 metri di altitudine, lo Hameau de Colombire è un grumo di baite lungo la passeggiata del Bisse de Tsittoret (vedi punto 2), tra prati e foreste di larici. Il luogo ideale per rilassarsi e disintossicarsi dalla vita quotidiana della città, non solo scoprendo il bellissimo ecomuseo che racconta la vita di una volta, ma anche assaporando i prodotti tipici e trascorrendo una o più notti nel silenzio della montagna, sotto volte stellate straordinarie. 

Con l’intento di preservare la storia dei luoghi, il Relais de Colombire propone infatti piatti basati sulla cucina di una volta e sulla vita nei "mayen". Degusterete la gastronomia del territorio e gli ottimi vini della regione, sulla terrazza o nella sala interna, ammirando un panorama che toglie il fiato... Colombire è anche il luogo ideale per gustare la famosa raclette al fuoco di legna, uno dei piatti tradizionali svizzeri.



Crans-Montana, Colombire - foto Olivier Maire
 
8. PROVARE QUALCOSA DI NUOVO
Avete sempre desiderato di accarezzare uno yak? Oppure di fare un'evoluzione su un monopattino? O di provare il tiro con l'arco? Con le attività estive a Crans-Montana ci si può certo sbizzarrire. Sono tutte riunite nel portale dell'ente del turismo, per cui è facilissimo farsi incuriosire. Tra l'altro, il prezzo è sempre ridotto (CHF 15.- per adulto e CHF 5.- per bambino).

Fra le attività proposte:
- fare i primi passi su uno skateboard/su un trampolino/su un monopattino;
- fare una torta di lamponi con tutta la famiglia;
- fare un'escursione con gli yak;
- scoprire come da una fava di cacao si arriva al cioccolato;
- scoprire la pratica del nordic walking.
E molto altro ancora...
 
9. SCOPRIRE LA FONDATION OPALE
La Fondation Opale è un altro dei segreti di Crans-Montana. Chiunque venga in visita nella località svizzera dovrebbe farci un salto: perché capita raramente di trovare un centro d'arte così inusuale e potenzialmente fuori contesto. Pensate: la fondazione è dedicata all'arte aborigena australiana. Sembra strano, in mezzo alle Alpi svizzere, ma la sfida è davvero riuscita: perché le opere aborigene sono talmente collegate alla terra e alla sua sacralità da risultare davvero "connesse" con le cime di granito attorno.
 
Quest'estate la Fondazione Opale raccoglie la sfida di esibire il suono. Non uno qualsiasi: il suono originale della terra. Attraverso un centinaio di opere, tra cui un eccezionale ensemble di 70 strumenti, la fondazione combina installazioni immersive e video mapping, rimanendo in perfetta sintonia con gli oggetti più ancestrali della tradizione aborigena. Tutto da scoprire...


Crans-Montana, la Fondation Opale - foto Sebastien Crettaz

10. DIVERTIRSI CON TUTTA LA FAMIGLIA
Non ce ne vorrà chi non ha bambini... ma Crans-Montana è la destinazione ideale per tutta la famiglia! Ai più piccoli sono dedicati tanti spazi, eventi, attività: loro si divertiranno un mondo e i genitori potranno anche riposarsi in pace.

Se la zona della Moubra (vedi punto 3) è perfetta con i suoi parchi avventura in terra e nell'acqua, oltre che per i suoi centri sportivi, Ycoor si trasforma ogni estate in un’accogliente piazza del villaggio che ospita campi da basket, da bocce, da unihockey, tavoli da pingpong, auto elettriche per bambini, pumptrack e percorso da mini-golf. Nel cuore dei suoi giardini, come sempre, la mascotte Bibi invita i bambini di ogni età a casa sua e propone loro bricolage, giochi, un angolo biblioteca e molto altro (sempre gratuitamente).

Anche molte attività sono pensate per la famiglia. Sono per esempio organizzate passeggiate con i cani San Bernardo; piccoli corsi di arrampicata in palestra; passeggiate per raccogliere le piante commestibili. Al Castello di Vaas, la domenica, i bambini scoprono la vita del maniero e la cultura della vite attraverso divertenti laboratori e cacce al tesoro, mentre voi vi godrete una degustazione dei migliori vini e prodotti locali della regione in un'atmosfera rilassata. E poi bicicletta e mountain bike in ogni dove...
 

Crans-Montana, il Jardin de Bibi - foto Fanny Pillonel
 
INFORMAZIONI
- Tutte le info sul sito ufficiale Crans-Montana Turismo (in italiano): www.crans-montana.ch/it. Pagina ufficiale Facebook: @cransmontana. Pagina ufficiale Instagram: @cransmontana. Hashtag ufficiale: #cransmontana.
- Crans-Montana ha ottenuto il label Clean & Safe dall'Ufficio federale della Sanità Pubblica. L’ingresso via terra dall’Italia alla Svizzerea, al momento, è libero; non è richiesta la presentazione del risultato negativo di un test, né sono previsti altri adempimenti.
- My Explorer Card - Carta Vantaggi. Durante la stagione estiva, trascorrendo un minimo di una notte a Crans-Montana, si riceve questa carta vantaggi con la quale si può approfittare di numerose attività gratuite o scontate. Per esempio: prezzi preferenziali sugli impianti di risalita per accedere a caminate in quota; carte escursioni per percorsi di camminate e in bici offerte dall’ente turistico; giro in pedalò gratuito sul Lago Moubra e il Lago Grenon; accesso gratuito a piscina, pista di pattinaggio, minigolf, sala da arrampicata, watergames... Anche se si è ospiti o inquilini di un proprietario privato, basta versare l'imposta di soggiorno per avere una carta vantaggi per la durata del soggiorno.