Scopri il mondo Touring

Dalla Gam alla Triennale, i migliori musei, gallerie e fondazioni del capoluogo lombardo

Arte contemporanea a Milano: i 10 luoghi da non perdere

di 
Barbara Gallucci
3 Gennaio 2020

Passione Italia. A fronte del forte momento di difficoltà che il Paese sta attraversando e per ricordarci tutti insieme che possiamo essere uniti anche a distanza, anzi soprattutto stando a distanza, il Touring lancia Passione Italia, una campagna per promuovere il territorio italiano e le sue bellezze. Un invito a tutti a “viaggiare da casa”, per scoprire e riscoprire ciò che ha da offrire il nostro Paese, semplicemente dal computer o smartphone. Scoprite tutti i contenuti sulla sezione dedicata del sito e sui nostri canali social. E contribuite alla mappa della bellezza con #passioneitalia #mappadellabellezza.     

 
Fino a qualche anno fa il mondo dell'arte contemporanea di Milano era un circo riservato a pochi eletti. Inaugurazioni e spazi espositivi non mancavano, ma innegabilmente c'era una sorta di muro tra esperti e curiosi. Adesso però, grazie a una fortunata congiuntura astrale, le inaugurazioni e le mostre dedicate alla creatività di oggi sono più invitanti e aperte. Abbiamo riunito in questa pagina i dieci indirizzi da non perdere per l'arte contemporanea a Milano
 
1. MUSEO DEL NOVECENTO
È facile da visitare, proprio nel centro della città e raccoglie un'importante collezione di arte italiana, ovviamente del Novecento. Una prima tappa introduttiva che ospita anche numerose mostre temporanee ospitando anche le produzioni di artisti emergenti.
 
Info: Museo del Novecento, palazzo dell'Arengario, via Marconi 1; www.museodelnovecento.org. Per i soci Tci biglietto ridotto per le mostre.
 
2. PADIGLIONE D'ARTE CONTEMPORANEA (PAC)
Uno spazio prestigioso, elegante, defilato, ma con una programmazione che punta a valorizzare artisti italiani e internazionali di altissimo livello.
 
Info: Pac Milano, via Palestro 14; www.pacmilano.it. Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
3. GALLERIA D'ARTE MODERNA
Negli spazi della Villa Reale sono esposte opere della collezione dedicata all'Ottocento, della collezione Grassi che spazia dal XIV al XIX secolo, e della collezione Vismara, orientata alla fine dell'Ottocento e inizi del Novecento. Dove sta l'arte contemporanea in tutto questo? Nelle mostre temporanee che fanno dialogare passato e presente. 
 
Info: Gam Milano, via Palestro 16; www.gam-milano.com. Per i soci Tci ingresso gratuito per l'esposizione permanente, biglietto ridotto per le mostre.
 
 
4. TRIENNALE
Immersa nel parco Sempione, la Triennale di Milano è sicuramente uno dei luoghi di attrazione prioritari per chi cerca creatività contemporanea a partire ovviamente dal Museo del design ospitato al suo interno. Le mostre spaziano. 
 
Info: Triennale di Milano, viale Alemagna 6; www.triennale.org. Ingresso ridotto per i soci Tci.
 
 
5. FONDAZIONE PRADA
Una sede straordinaria progettata dall'archistar Rem Koolhaas e inaugurata a Milano nel maggio 2015, un secondo spazio nella centralissima Galleria Vittorio Emanuele aperto nel dicembre 2017 che si chiama Osservatorio e si concentra sulla fotografia. Senza ombra di dubbio uno degli attrattori forti per gli appassionati d'arte contemporanea è proprio la Fondazione Prada. Non lontana anche la nuova sede dell'ICA, istituzione di fama internazionale che è sbarcata da pochi mesi a Milano proponendo mostre e appuntamenti innovativi e interessanti.
 
Info: Fondazione Prada, largo Isarco 2; www.fondazioneprada.org. ICA, via Orobia 26; www.icamilano.it.
 
 
6. HANGAR BICOCCA
Là dove c'era una fabbrica ora c'è uno degli spazi espositivi più affascinanti di Milano. Da più di 10 anni l'Hangar Bicocca propone mostre temporanee gratuite di altissimo livello proprio in virtù delle dimensioni notevoli e quindi dalla possibilità di ospitare anche lavori monumentali. A partire dall'installazione permanente dei Sette palazzi celesti di Anselm Kiefer
 
Info: Hangar Bicocca, via Chiese 2; www.hangarbicocca.org. Ingresso gratuito per tutti.
 
 
7. FONDAZIONE STELLINE
Un palazzo con una storia antica, un tempo orfanotrofio femminile dove erano ospitate appunto le “stelline” è oggi sede di una fondazione culturale che propone un ricco calendario di mostre ed eventi in un contesto poco conosciuto e con un bel parco. 
 
Info: Fondazione Stelline, palazzo delle Stelline, corso Magenta 61; www.stelline.it.
 
 
8. FABBRICA DEL VAPORE
È lo spazio di Milano con maggior potenziale. Nel 2017 sono state assegnate nuove aree messe a bando, alcune a gallerie d'arte e laboratori. Alcune aree sono diventate sede di mostre di successo (anche con la Triennale). 
 
Info: Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4; www.fabbricadelvapore.org.
 
 
9. ZONA LAMBRATE
Il primo fu Massimo De Carlo, uno dei più importanti galleristi italiani che qui, in via Ventura, aprì la galleria nel 1987. Ora la sede della sua galleria è in Città Studi ma molti altri galleristi continuano a far vivere il quartiere. Francesca Minini, per esempio, in via Massimiano e la Galleria Monopoli.
 
Info: quartiere Lambrate (via Ventura e dintorni); www.massimodecarlo.com; www.francescaminini.it; www.galleriamonopoli.com.
 
 
10. LIA RUMMA – 10 CORSO COMO
Una tripletta d'oro. Tre gallerie che propongono spesso ottime mostre molto diverse tra loro. La prima merita una visita anche solo per l'edificio che la ospita, una versione in piccolo del New Museum di New York, in via Stilicone (zona Cenisio). Approccio diverso, molto milanese, per la galleria fondata da Carla Sozzani in corso Como. Ristorante, showroom, spazio per eventi e area espositiva, è un punto di riferimento più pop, ma dove le mostre, spesso fotografiche, sono comunque di alta qualità.
 
 

DA LEGGERE
Tantissimi i libri e le guide su Milano pubblicati dal Touring Club Italiano. Segnaliamo, da acqusitare online a prezzi scontati:
- la Guida Verde Lombardia, edita nel 2018, con 432 pagine;
- la Cartoville Milano, edita nel 2017, con consigli originali e utilissimo formato tascabile;
- la Guida Verde pocket Milano e Laghi, 2019, con una carta generale del centro città.