Scopri il mondo Touring

Dall'8 all'11 luglio ritorna in Puglia la grande kermesse. Quest'anno con prenotazione obbligatoria

A Polignano a mare al via il Festival del libro possibile

di 
Fabrizio Milanesi
29 Giugno 2020
Un festival? Forse di più. Enorme per dimensioni e numeri e sorprendente per la varietà dei temi. Dal'8 all'11 luglio le serate di Polignano a mare, il bellissimo borgo a picco sul Mediterraneo, saranno animatissime. Le piazze, i vicoli, le scalinate e le terrazze ospitano decine di scrittori, attori, politici e leader della creatività made in Italy per un appuntamento che è diventato un classico per gli appassionati di lettura e cultura. Il festival Il libro possibile conduce infatti in Puglia il gotha culturale italiano che, fino a notte fonda, si confronta con il pubblico.
 
Dall’Associazione culturale Artes e dal suo team guidato dalla direttrice artistica Rosella Santoro come ogni anno arriva un programma di grande qualità: a questa edizione parteciperanno ospiti illustri del panorama nazionale ed internazionale e nuove importanti presenze sul filo del tema "Viaggiatori del tempo e dello spazio". La kermesse culturale, considerata ormai la più importante del Mezzogiorno, avrà quest'anno luogo in cinque location fuori dal centro storico di Polignano: Lungo Mare Cristoforo Colombo; Piazza Pirelli e Piazza Puglia365 del Porto Turistico – Cala Ponte Marina; Terrazza dei Tuffi. Non mancherà lo spazio bambini, con importanti autori di libri per i più piccoli, al Libro Possibile Caffè, in Piazza Caduti di Via Fani. 

L’evento si svolgerà ovviamente in totale sicurezza, nel pieno rispetto di quanto previsto dai decreti ministeriali e dalle ordinanze regionali. E proprio per garantire la sicurezza, per poter assistere agli incontri bisogna prenotare online o presso il Caffè del Libro possibile. Il biglietto, del costo di 3 euro giornalieri, consente di seguire tutti gli incontri previsti in una singola location cui si dovrà accedere entro le 20. Non ci si potrà spostare e il ricavato sarà destinato a una finalità solidaristica.
 

 
IL TEMA 2020
Il festival, come dicevamo, sarà dedicato ai Viaggiatori del tempo e dello spazio. Il tema, scelto prima della pandemia, assume oggi nuovi significati. Dopo mesi di isolamento forzato e di immobilità, la parola viaggio si riempie infatti di un senso nuovo. Vuol dire ripartire, tornare a incontrarsi, tornare a sperare, a scoprire, a immergersi nel mondo, nel nuovo mondo che abbiamo di fronte. Ma vuol dire anche imparare da quel viaggio che ci lasciamo alle spalle: una dimensione sconosciuta e imprevedibile
 
“Quest’anno, più che mai, abbiamo sentito forte il dovere di rimboccarci le maniche e organizzare il Festival nonostante tutto. Perché se l’Italia deve ripartire è giusto e necessario che riparta dalla cultura. Siamo convinti che un’offerta culturale qualificata possa contribuire in maniera concreta al rilancio del territorio, anche sotto il profilo turistico ed economico" ha affermato Rosella Santoro, direttrice artistica del festival.


 
LE ANTEPRIME 
In programma varie anteprime nazionali e internazionali, queste ultime in streaming: lo scrittore americano David Leavitt sarà in collegamento dagli Stati Uniti per la prima presentazione del libro Il decoro, pubblicato in anteprima mondiale in Italia da SEM editore; Javier Cercas, in collegamento dalla Spagna, presenterà Terra Alta, Premio Planeta 2019, per Guanda editore. Interverranno dagli Usa anche lo scrittore e scienziato David Quammen; il premio Pulitzer Lawrence Wright; l'astronauta Luca Parmitano, che aprirà questa edizione dedicata ai viaggiatori del tempo e dello spazio. 
 
IL TOURING PROTAGONISTA
Anche il Touring Club Italiano sarà tra i protagonisti del festival. Venerdì 10 luglio, il consigliere Touring Antonio Calabrò presenterà il suo libro "Oltre la fragilità" con Carlo Cottarelli, mentre il direttore di Touring Silvestro Serra modererà l'incontro "Il viaggio: dal turismo archeologico al turismo spaziale". Giovedì 9 luglio, invece, Lorenzo Baglioni, cantante e attore fiorentino, accompagnerà il geologo e consigliere Touring Mario Tozzi in un dialogo inedito, tra parole e musica, sui temi del clima e dell’ambiente. 
 
Qualche altra suggestione, rimandando al programma completo del festival per saperne di più. Torna a Polignano Luciano Canfora; l’illustre filologo italiano parlerà in anteprima assoluta del suo ultimo saggio "Europa gigante incatenato", in uscita a luglio per Edizioni Dedalo. L’arcivescovo di Taranto, Monsignor Filippo Santoro, parlerà per la prima volta del suo ultimo saggio "Querida Amazonia amata Italia" (Palumbo editore); un libro dedicato alla terra sudamericana dove ha svolto attività episcopale per anni, recentemente devastata da terribili incendi. E per la saggistica partecipieranno Franco Cardini, Ilaria Capua, Monia Ovadia, Emilio Iodice, Walter Veltroni.

Molte le firme del giornalismo italiano presenti, da De Bortoli a Severgnini, da Travaglio a Cruciani, così come scienziati, ricercatori, esponenti dell'impresa italiana (da Cucinelli a Farinetti) e anche cantanti e musicisti (da Bennato a Fabi). E non mancheranno nemmeno comici (Vergassola con Riondino) e celebrità pop.

INFORMAZIONI
Il Libro Possibile, dall'8 all'11 luglio, Polignano a Mare. Info e prenotazioni su www.libropossibile.com. Necessaria la prenotazione quotidiana, come riportato sopra.