Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Itinerari e weekend
  • Natura, storia e tradizione ad Abetone Cutigliano, sull'Appennino toscano

Il territorio del borgo Bandiera arancione è ideale per una vacanza all'aria aperta

Natura, storia e tradizione ad Abetone Cutigliano, sull'Appennino toscano

21 Giugno 2021
 
Natura, sport, storia, eventi e tradizioni: il Comune di Abetone Cutigliano - certificato dal Touring con la Bandiera arancione - è una meta ideale sia per la stagione estiva che per quella invernale. Situato in provincia di Pistoia, al confine tra Toscana ed Emilia Romagna, Abetone è una delle più grandi stazioni sciistiche dell’Appennino settentrionale che, insieme alla Doganaccia, formano un comprensorio di oltre 50 chilometri di discese ideali sia per il principiante che per lo sciatore più esigente. Piste che d’estate diventano percorsi per coloro che vogliono passare una giornata a camminare arrivando alle vette più belle. 

Funivia della Doganaccia con Croce Arcana sullo sfondo

Il Comune di Abetone Cutigliano è circondato da meravigliosi panorami ed attraversato da tantissimi chilometri di sentieri dove è possibile respirare aria fresca e isolarsi nella natura. In inverno vengono organizzate molte camminate con le ciaspole lungo i sentieri, anche in notturna, per un’esperienza unica. In estate non possono mancare le passeggiate sui monti più conosciuti: Libro Aperto, Gomito, Tre Potenze e la Foce di Campolino sono sempre una garanzia per il meraviglioso panorama che si mostra una volta arrivati. Numerose anche le escursioni in mountain bike, e-bike e le piste da downhill, grazie ai tanti sentieri immersi nei boschi come la Riserva biogenetica di Pian degli Ontani, il Lago Nero e quelli presenti alla Doganaccia, località raggiungibile anche tramite la funivia partendo da Cutigliano. 

Il Lago Piatto in val di Luce

Abetone Cutigliano è anche storia e arte, elementi ricorrenti all’interno di tutto il Comune e possiamo trovarli in varie frazioni del territorio: a Rivoreta con il Museo della Gente, a Pianosinatico con L’Altro lato del Caposaldo e ad Abetone con il Museo dedicato ai 100 anni del campione olimpico Zeno Colò. Tanta la storia che si respira anche a cielo aperto per esempio con le Piramidi di Abetone, costruite in occasione dell’apertura del valico nella seconda metà del Settecento per semplificare il transito commerciale tra il Granducato di Toscana e il Ducato di Modena. A Cutigliano impossibile perdersi il Palazzo dei Capitani, adornato con gli stemmi dei vari Capitani della Montagna, che si rende disponibile anche come polo espositivo per le mostre. Una volta arrivati qui si può vedere anche la piccola Loggia del XV° secolo, la fontana quattrocentesca, e la colonna del Marzocco raffigurante un leone affiancato da uno scudo con il giglio, simbolo della Repubblica Fiorentina, spostata per una maggiore conservazione sotto la Loggia e sostituita con una copia. Passeggiando per le vie del piccolo borgo medievale di Cutigliano si viaggia attraverso la storia e lo si percepisce ad ogni angolo del paese. 


Palazzo dei Capitani della Campagna, Abetone Cutigliano

Numerose le manifestazioni che si tengono durante l’anno: dai vari eventi della Pasqua alle manifestazioni sportive, la festa Medievale e la Sagra di Mezzestate a Cutigliano, le rassegne gastronomiche, i concerti folkloristici, fino ad arrivare alla famosa Discesa della Stella Cometa e al canto della Befana della Val Sestaione. Di grande prestigio la parte gastronomica con i prodotti tipici che vengono lavorati e raccolti sul territorio come i mirtilli, la farina di castagne e i funghi, nonché i prodotti ricavati dalla passione e dalla tradizione delle aziende agricole. 

Una meta ideale per entrare a contatto con la natura, la tradizione e la bellissima atmosfera che si percepisce non appena si imbocca il primo sentiero.
 
- Scheda del borgo sul sito web di Bandiere arancioni