Scopri il mondo Touring

La Riserva di Bergeggi e Noli, l’altopiano delle Manie e il Colle di Melogno, Finale e Finalborgo

In camper in Liguria: il mare e l’entroterra del Finalese

25 Agosto 2020
 
Il nostro itinerario in camper oggi si sviluppa in Liguria, sulla riviera di Ponente, intorno a Finale Ligure, variando tra la costa e i paesaggi meno conosciuti dell’entroterra. Per iniziare l’esplorazione si raggiunge la zona turistica guidando sulla A10 Genova-Ventimiglia. Si esce a Spotorno o a Finale Ligure per portarsi rapidamente sulla costa, mentre chi preferisce visitare prima l’interno può scegliere il casello intermedio di Orco Feglino.
 
Dalla A6 Torino-Savona ci si immette sulla A10 poco a sud del capoluogo, a meno di non proseguire sulla strada di scorrimento che scende verso Vado Ligure, Bergeggi e Spotorno. Le località costiere sono attraversate dalla SS1 Aurelia, ma c’è quasi sempre molto traffico locale.
 
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!

Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 
DA BERGEGGI ALL'ALTOPIANO DELLE MANIE
 

Con il Touring hai vantaggi esclusivi per le tue vacanze

SCOPRILI TUTTI
Lasciata la A10 al casello di Spotorno e raggiunta la cittadina, ci si dirige verso uno dei campeggi o al parcheggio a pagamento non lontano dal campo sportivo. L’edilizia moderna si è affiancata al vecchio borgo marinaro affacciato sui lunghi arenili; nelle acque di fronte all’estremità orientale dell’abitato spicca l’isoletta che prende nome dalla località di Bergeggi ed è protetta da una riserva naturale regionale. 
 
Anche a Noli è possibile fermarsi per una rapida visita del centro storico; tra vicoli e piazzette lastricate spiccano i monumenti medievali, fra cui la cattedrale di S. Pietro, il Municipio e alcune torri del XIII e XIV secolo. All’esterno delle mura sorge castello Ursini, a cui si sale con un’impegnativa passeggiata (non è possibile raggiungerlo con il veicolo, poiché in cima non esiste spazio per fare manovra).
 
Ripreso il camper, dalla litoranea o dalla parte alta dell’abitato, si guida in direzione di Voze e, dopo il campo sportivo, si devia per Varigotti e Finalpìa. La strada, che nel primo tratto ha un andamento perlopiù rettilineo, attraversa l’altopiano delle Mànie, un tavolato con ampie vedute su Capo Noli. Superato un campeggio, si parcheggia in un vasto piazzale e, calzati gli scarponi, si giunge in circa mezz’ora alla panoramica Torretta del Semaforo, un faro dismesso dal quale partono vari percorsi dedicati alla mountain bike.
 
Da qui la strada scende al mare, diventando però talmente tortuosa da scoraggiare anche chi è alla guida di un furgonato: conviene perciò tornare a Voze e proseguire per Ganduglia, Magnone e Vezzi Portio, al di là dell’autostrada (che in questo punto corre in galleria). Dalla frazione Borghi uno sterrato ben indicato porta alle Rocche Bianche, sperone calcareo sagomato dai fenomeni carsici, da cui si gode un magnifico panorama.
 
Bergeggi / Getty Images
 
LE FALESIE DI ORCO E LA FERRATA DEGLI ARTISTI DI MAGLIOLO
Da Borghi si può riprendere l’autostrada al casello di Spotorno in direzione di Imperia, lasciandola all’uscita successiva per Orco Feglino, oppure proseguire per Revelli, Boragni e Costa Villa su un tortuoso percorso che si addentra nella spettacolare forra del torrente Sciusa. Feglino si trova sul fondovalle, in prossimità del corso d’acqua, mentre Orco sorge sul crinale. Questa località è un ottimo sito di arrampicata grazie alla presenza di falesie molto frequentate dagli appassionati, che qui usano accamparsi in tenda.
 
Passando per Carbuto e Calice Ligure, o tornando a riprendere la A10 a Orco Feglino fino alla successiva uscita di Finale Ligure, si arriva alla provinciale 490 che dal casello scende comodamente al mare; chi invece volesse restare immerso nei paesaggi dell’entroterra potrà seguire la stessa strada verso monte. Dal punto d’immissione la strada sale in circa 10 chilometri al Colle di Melogno passando attraverso il Forte Centrale, presidio militare d’epoca sabauda; altre fortificazioni sorgono nei dintorni e si possono raggiungere a piedi dopo aver parcheggiato negli ampi spazi che circondano l’edificio.
 
Da non perdere è un’ampia faggeta demaniale attraversata dall’Alta Via dei Monti Liguri. Continuando lungo la provinciale per un’altra decina di chilometri ci si trova in Val Bormida, a Calizzano: l’ameno paese possiede un nucleo medievale e offre un campeggio nel quale si può far base prima di ripercorrere la strada a ritroso per portarsi sul mare. Una deviazione porta a Magliolo, dove la Ferrata degli Artisti (qui si trovano dipinti e scultore realizzate sulla parete!) è un altro motivo di richiamo per i climber esperti. In paese si sosta presso la chiesa dei Ss. Cosma e Damiano. 
 
Sull'Alta via dei Monti Liguri / foto Parco Alpi Liguri
 
FINALE LIGURE E FINALBORGO, GIOIELLO MEDIEVALE
L’ultima tappa è Finale Ligure, l'ideale per rilassarsi in riva al mare dopo l’esplorazione delle colline. La visita può iniziare dal borgo di Finale Marina, mentre, a poco più di un chilometro nell’interno, di grande attrattiva è l’antico centro di Finalborgo: piazzette e stradine sono affiancate da edifici le cui decorazioni rivelano la passata prosperità del sito, mentre in alto spicca castel Gavone, che sorvegliava l’accesso alle valli. Poco a monte vale una puntata anche Perti, con la chiesa di S. Eusebio, una delle più antiche del Finalese, risalente ad almeno un migliaio di anni fa; è invece di epoca rinascimentale la chiesa di Nostra Signora di Loreto, altrimenti detta dei Cinque Campanili. Da qui si torna in breve all’autostrada per il rientro. 
 
Finalborgo / Getty Images
 
I SERVIZI PER I CAMPERISTI
Nella fascia collinare interessata dall’itinerario sono presenti, come descritto nel testo, varie opportunità di sosta libera. Non così sulla riviera, dove il principale riferimento è costituito dai numerosi campeggi. 
- Bergeggi: punto sosta a pagamento presso il parcheggio privato in via Merello 5. 
- Finale Ligure: agricampeggio presso l’azienda agricola Terre Rosse, località Manie 40/40 bis, tel. 019698473 o 3287373410, www.terrerossecamping.it. 
- Spotorno: punto sosta a pagamento per 60 veicoli presso il parcheggio Roma, vicino al mare, tel. 3497242540. 
- Vado Ligure: area attrezzata a pagamento "Le Traversine" al km 579 della via Aurelia, davanti al pontile Enel. 

L'ASSICURAZIONE
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!
Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 

Associati al Touring per avere offerte esclusive e 1100 euro di buoni sconto per le tue vacanze in tutta Italia 

DIVENTA SOCIO