Scopri il mondo Touring

Mete di viaggio ideali per una vacanza o un weekend all’insegna della famiglia

Dieci borghi da visitare con i bambini

18 Aprile 2018

Siete alla ricerca di consigli su dove portare i vostri bambini in vacanza o di qualche idea su dove trascorrere un weekend fuori porta? Allora scegliete un borgo Bandiera arancione!

Molti dei Comuni certificati con il marchio di qualità del Touring sono infatti destinazioni family friendly perchè offrono alle famiglie accoglienza, itinerari, percorsi e intrattenimenti appositamente studiati per far svagare i più piccoli e soddisfare al tempo stesso le esigenze dei genitori.

Ricordiamo che i 227 borghi certificati dal Touring con la Bandiera arancione sono tutti sul sito www.bandierearancioni.it.

1. GAVI (AL)
Gavi
è il luogo ideale per tornare indietro nel tempo e respirare un po’ di  atmosfera medievale. E quale bambino non è affascinato da un grande forte, che domina le colline e da cui sono passati i cavalieri? Quello di Gavi, circondato dalle colline tappezzate da vigneti, è davvero il fiore all'occhiello del borgo: andateci magari in concomitanza con qualche evento storico. I bambini ne saranno entusiasti e voi potrete rilassarvi con un buon bicchiere di Gavi doc.

Per saperne di più:
la scheda di Gavi sul sito Bandiere arancioni



2. BENE VAGIENNA (CN)
Archeologia! Se avete bimbi a cui piace sentirsi Indiana Jones, Bene Vagienna è il luogo giusto: nella zona archeologica di Augusta Bagiennorum, in frazione Roncaglia, da anni si può giocare agli archeologi. Merito dell'associazione Archea, che organizza laboratori di archeologia sperimentale e vari programmi didattici: si rivive la vita degli antichi romani, per esempio raccogliendo vegetali antichi, cucinando come nel passato, accudendo animali dell'epoca e costruendo anche piccoli manufatti con argilla locale. Presso la cascina I Frati sono stati proprio riprodotti ambienti e attività di una villa romana del periodo imperiale.

Per saperne di più:
la scheda di Bene Vagienna sul sito Bandiere arancioni



3. AIROLE (IM)
Siamo in Liguria e questo è il luogo perfetto per la famiglia attiva. Il piccolo borgo di Airole, nel Ponente, incorniciato da bellissime montagne dove si cammina su una ben collaudata rete sentieristica (bellissimi i ponti in pietra sul fiume Roya), offre molto per genitori e bambini che amano sgranchirsi le gambe: si praticano trekking, canyoning e mountain bike, oltre a saltare tra gli alberi con un acrobatico percorso presso il parco avventura, aperto da giugno a settembre. I più impavidi possono persino cimentarsi nel water jump, un salto nelle acque del fiume direttamente con le bici.

Per saperne di più:
la scheda di Airole sul sito Bandiere arancioni



4. TOIRANO (SV)
Tutti a Toirano per visitare le grotte e vivere una giornata di avventura nelle viscere della Terra! Le guide specializzate accompagnano nelle cavità carsiche bambini e ragazzi: si scopre come si sono formate le grotte e si impara come si sviluppano stalattiti e stalagmiti, oltre a capire chi ha abitato le cavità in tempi antichi e quali animali preistorici vi sono sepolti. Al termine del percorso è possibile partecipare anche a laboratori archeologici e didattici dove imparare a costruire capanne paleolitiche, tirare con l’arco preistorico e accendere il fuoco con gli archetti. E dopo le grotte, da non perdere una visita al Museo Etnografico della Val Varatella e al centro storico del borgo medievale di Toirano.

Per saperne di più:
la scheda di Toirano sul sito Bandiere arancioni



5. GROMO (BG)
Ci sono buoni motivi anche per programmare una vacanza in famiglia a Gromo, nella bergamasca. Innanzitutto per il paese medievale, dove si visitano il castello Ginami, gli edifici storici del palazzo Milesi e il Museo delle armi bianche e delle pergamene che contiene una bella collezione di alabarde, spade da fante, spade a tazza, strisce e pugnali - le armi antiche, si sa, piacciono ai ragazzini. Ma c'è di più: il borgo è circondato da belle montagne, dove mettersi in marcia, e di grotte carsiche. Da non perdere anche il parco sospeso nel bosco di Spiazzi di Gromo.

Per saperne di più:
la scheda di Gromo sul sito Bandiere arancioni

6. MOLVENO (TN)
Siamo nel cuore delle Dolomiti di Brenta, vicino a un bellissimo lago. Molveno è il luogo ideale per chi vuole divertirsi in famiglia: il borgo organizza un fitto programma di attività, con eventi diversi a seconda dell’età. I ragazzi vanno matti per il parco avventura Forest Park, i bambini per la fattoria didattica e i più piccoli per il mini park sulle rive del lago. Per tutti, una bella passeggiata in quota alla ricerca delle marmotte. E per i più pigri, è possibile anche ammirare vari animali tra cui l’orso bruno e il lupo nel parco faunistico a due passi da Molveno.

Per saperne di più:
la scheda di Molveno sul sito Bandiere arancioni



7. CAMPO TURES (BZ)
In estate boschi verdi e ampi pascoli accolgono i visitatori di Campo Tures (all'imbocco della valle Aurina), dove i bambini possono correre liberi, giocare e scatenarsi all’aria aperta. L’attenzione per i piccoli turisti qui è davvero alta e tutto l’anno sono numerose le avventure che vengono organizzate proprio per loro. Nella bella stagione, i piccoli potranno cimentarsi in avventure acrobatiche, con il percorso a corde alte, il ponte tibetano e le travi di equilibrio, oppure in avventure acquatiche e rilassanti presso la Spa Cascade, nel laghetto balneabile naturale o nella baby pool. Da non perdere una visita a Castel Tures, uno dei castelli meglio conservati dell’Alto Adige, arroccato su una rupe che domina la valle a nord del borgo: qui il programma per bambini “Le avventure degli Elfi” organizza per i più coraggiosi una serata con gli spiriti del castello, e per i meno audaci cacce al tesoro nei boschi oppure intrattenimenti per diventare tutti una volta nella vita vere dame e intrepidi cavalieri.

Per saperne di più:
la scheda di Campo Tures sul sito Bandiere arancioni

8. COLLODI (PT)
Chi non lo sa? Collodi (frazione del Comune di Pescia, in Toscana) è il paese di Pinocchio, famoso burattino conosciuto da tutti i bambini. In realtà, non l'autore Carlo Lorenzini nacque qui ma la madre: tanto basta per avere fatto passare il borgo alla storia. D'obbligo una visita al Parco di Pinocchio, realizzato da artisti contemporanei con sculture bronzee dei personaggi fiabeschi e costruzioni riferite ai celebri episodi del romanzo, come l’Osteria del Gambero Rosso e il Paese dei Balocchi, per far rivivere a grandi e piccini il fascino e la poesia della storia di Pinocchio. E poi, da visitare il borgo, detto Collodi Castello, una vera e propria cascata di piccole case che scendono lungo il pendio di un colle scosceso che confluisce dietro l’imponente Villa Garzoni con il suo storico Giardino barocco e tanti giochi d’acqua. Al suo interno si trova la Collodi Butterfly House, un giardino esotico che ospita centinaia di farfalle provenienti da tutto il mondo.

Per saperne di più:
la scheda di Collodi sul sito Bandiere arancioni

9. CASCIANA TERME LARI (PI)
Rimanendo in Toscana, nel cuore delle colline pisane e circondata da una rigogliosa campagna, Casciana Terme Lari è la meta ideale per il relax delle famiglie con bambini, grazie alla presenza di un ampio complesso termale, e per godere di un weekend all’insegna dell’enogastronomia degustando gli ottimi prodotti locali. Grandi e piccini apprezzeranno il Castello dei Vicari, visitabile con uno spettacolare percorso che attraverso la “sala dei tormenti” conduce fino ai sotterranei. Il castello in passato è stato sede di importanti magistrature pisane, fiorentine, toscane e dello Stato italiano. Qui vi furono condotti anche processi per stregonerie sotto la direzione della Inquisizione romana. Per bambini e ragazzi di diverse età vengono organizzate presso il castello varie attività come “C’era una volta a Lari”, uno spettacolo a metà tra il teatro e la visita guidata davvero originale.

Per saperne di più:
la scheda di Casciana Terme Lari sul sito Bandiere arancioni

10. CIVITELLA ALFEDENA (AQ)
Il più piccolo paese del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Civitella Alfedenaoffre alle famiglie con bambini rilassanti passeggiate alla scoperta del suo centro storico ma anche interessanti musei. Tra questi il più affascinante per genitori e bambini è il Museo del Lupo appenninico, un percorso dedicato alla vita, all'etologia, alla storia e alle leggende legate a questo predatore e ai suoi rapporti con l'uomo. Si avvistano poi il lupo e la lince che vivono in semilibertà in due ampie aree recintate vicino al paese; ma si può anche incontrare i cervi liberi che si muovono tranquilli per le strade del paese o scorgere l’orso che mangia la frutta degli antichi alberi coltivati negli orti. Da non perdere un’escursione alla Camosciara, area naturalistica da visitare su un comodo trenino turistico, in mountain bike o a cavallo. Al suo interno è possibile anche pranzare a diretto contatto con la natura grazie ad aree attrezzate per pic-nic all’aria aperta con punti fuoco.

Per saperne di più:
la scheda di Civitella Alfedena sul sito Bandiere arancioni

INFORMAZIONI
- La guida Touring "Borghi da vivere", disponibile nei Punti Touring e sul nostro store online scontata per tutti!