Scopri il mondo Touring

Il 15 novembre scatta l'obbligo di disporre delle dotazioni invernali sulle auto. Un test degli autoclub d'Oltralpe ci dice quali scegliere

Pneumatici invernali: ecco i migliori sul mercato

di 
Renato Scialpi
13 Novembre 2015
Tedeschi, svizzeri e austriaci, in quanto a strade innevate possono vantare un'esperienza chilometrica. Detto che dal prossimo 15 novembre anche in gran parte d'Italia scatta l'obbligo di “installare le dotazioni invernali” sulle auto – che nell'italiano di tutti i giorni vuol dire montare gli pneumatici invernali (i tecnici le chiamano gomme termiche, i guidatori più stagionati usano "gomme da neve") o perlomeno mettere nel bagagliaio la valigetta con le catene – il problema che assilla molti guidatori è “quali gomme scelgo?”. Anche perché nei reparti fai-da-te degli ipermercati sono comparse offerte speciali di prodotti dai prezzi imbattibili ma dai marchi molto poco noti, per non dire esotici come Syron, Maxxis e Westlake.
 
I TEST CONGIUNTI
A venire in aiuto ai consumatori italiani nella scelta delle gomme invernali è un'iniziativa congiunta di tre grandi “confratelli” d'Oltralpe del Touring Club Italiano. L'Adac, autoclub tedesco con 18 milioni di soci, il Touring svizzero Tcs che di soci ne conta 1,6 milioni e l'Öamtc austriaco (1,9 milioni di soci) hanno unito i loro sforzi per offrire un test che copra lo spettro più ampio di pneumatici invernali disponibili sul mercato, scegliendo come vettura di riferimento tra le auto da viaggio un modello a grandissima diffusione quale la Vw Golf (con cerchi misura 205/55 R16 91H).



19 MODELLI A CONFRONTO
Risultato: i tecnici dei tre autoclub hanno messo sotto la lente d'ingrandimento 19 diversi pneumatici invernali, sottoposti a test secondo 18 criteri differenti su asfalto asciutto, bagnato e innevato, con prove specifiche per valutarne maneggevolezza, sicurezza e spazi di frenata nelle differenti condizioni d'uso. Senza trascurare punteggi assegnati in base a comfort acustico, resistenza all'usura e influenza sul consumo di carburante del veicolo. Qui il link alla sintesi del test.
 
 
DUE VINCITORI ASSOLUTI
Un lavoro titanico, condotto con metodiche certificate, che ha portato i tecnici dei tre club a laureare con l'etichetta “molto consigliato” soltanto due modelli di pneumatico: il Continental ContiWinter Contact TS850 e lo Yokohama W.drive V905. Quest'ultimo, inoltre, ha raccolto tra le note il giudizio “pneumatico molto equilibrato” grazie anche all'adozione di una mescola in micro-silica, innovazione che rende la gomma particolarmente performante alle basse temperature, e alla tecnologia Orange Oil che permette di mantenere la mescola morbida in ogni condizione climatica a favore di un grip costante.
 
IL VANTAGGIO PER I SOCI
La buona notizia per i soci Tci riguarda proprio gli pneumatici invernali Yokohama. Grazie alla convenzione stipulata col marchio giapponese, infatti, i circa 900 Cdg (Consulenti di guida) Yokohama presenti in Italia riconoscono ai soci del Touring Club Italiano uno sconto del 10 per cento sulle gomme per auto, suv/4x4 e mezzi per trasporto leggero. Una rete in grado di offrire servizi d’alta qualità e assistenza personalizzata, consigliando lo pneumatico più adatto alle varie esigenze di guida e alla tipologia di veicolo.
 
 
YOKOHAMA, GAMMA COMPLETA
A un anno dal lancio commerciale, Il W.drive V905 Yokohama offre una gamma completa di misure, capace di assecondare le esigenze di equipaggiamento della maggior parte delle vetture e dei suv in commercio. Dai 15” ai 21” ci sono infatti oltre 70 dimensioni disponibili. Da una vettura d'élite come la Mercedes Classe S Coupé S500 a un suv compatto e di grande successo come la Mini Countryman i soci Tci possono sempre contare – a un prezzo particolamente interessante – sulle prestazioni dello pneumatico invernale W.drive V905 per viaggiare anche nelle condizioni meno favorevoli, senza rinunciare al piacere di guida in tutta sicurezza.