Una nuova stagione per lo storico trenino a scartamento ridotto

Novità dalla vetta del Monte Generoso

di 
Piero Carlesi
19 Marzo 2012

Con l'arrivo della bella stagione è ripartito il trenino del Monte Generoso, la ferrovia a cremagliera che salendo da Capolago, in Svizzera, a 274 m di altitudine, una dozzina di chilometri dal confine di Stato, sale fino quasi alla vetta della montagna, 1701 m, posta tra i laghi di Como e Lugano.




Il convoglio rosso e blu che arranca sulla montagna guadagnando quota è una delle storiche attrazioni turistiche del Ticino più meridionale (la linea fu costruita nel 1890) , a ridosso dell'Italia (sulla vetta passa il confine di Stato), frequentatissimo dai turisti che amano gli aperti panorami sui laghi lombardi, le Alpi (dal Gran Paradiso al Cervino, al Monte Rosa, fino al Pizzo Bernina) e la pianura padana.




Ne vogliamo parlare perché, come si diceva, è appena iniziata una nuova stagione (le corse partono ogni ora da Capolago, tutti i giorni fino al 4 novembre) e quindi può essere proposta come facile meta per un'escursione: dalla stazione intermedia di Bellavista, per esempio si può scendere per boschi nella valle del torrente Breggia fino a Casima o a Cabbio.


 


Ma c'è un'altra notizia interessante: la stazione della ferrovia che sorge sulla vetta del monte alla fine dell'estate sarà demolita. Motivo: importanti cedimenti del terreno sottostante ne pregiudicano la stabilità. Ma niente paura. È solo un intervento di messa in sicurezza, garantiscono i responsabili della ferrovia, cui seguirà la costruzione di una nuova stazione di vetta in un luogo più stabile, a poca distanza. I lavori di ricostruzione dell'edificio inizieranno dopo lo scioglimento delle nevi nella primavera del 2013 in modo da non pregiudicare completamente la stagione turistica.


 


Sconto 25% sul biglietto a/r riservato ai soci Touring.