Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • La nuova struttura di Mario Botta sul Monte Generoso: scandalo o meraviglia?

Si chiama Fiore di pietra e verrà inaugurata nel 2017

La nuova struttura di Mario Botta sul Monte Generoso: scandalo o meraviglia?

di 
Piero Carlesi
23 Giugno 2016


Il Monte Generoso, 1701 metri, nelle Prealpi comasche sorge sul confine di Stato tra l'Italia e la Svizzera (Canton Ticino). Dalla sua vetta si gode di un panorama eccezionale sulle montagne circostanti, tanto che da decenni è una apprezzatissima meta turistica: dal versante svizzero si arriva in cima (Generoso vetta) grazie alla ferrovia a cremagliera a scartamento ridotto che parte da Capolago (sul lago di Lugano). Da tempo, però, la montagna è off limits: sulla vetta al posto di un ristorante si è infatti deciso di costruire una struttura polifunzionale.
 
 
LA NUOVA STRUTTURA
Ebbene, il progetto, affidato al celebre architetto ticinese Mario Botta, sta prendendo forma e, come abbiamo appreso dalla tv svizzera nei giorni scorsi, un ridotto numero di giornalisti è stato convocato a 1700 metri, alla presenza dello stesso Botta per prendere visione del cantiere.

La struttura, che si chiama Fiore di pietra (sembra un bocciolo in cima alla montagna) sarà inaugurata nella primavera del 2017 per la nuova stagione, ma già ora ci si può rendere benissimo conto dell'impatto e della valenza dell'opera che avrà 5 piani con terrazza panoramica in cima. L'edificio ospiterà sale conferenze e multiuso, un ristorante self service con accesso alla terrazza e un ristorante con servizio al tavolo al quarto piano, che proporrà la cucina di uno chef stellato.

Alla fine del 2015 la struttura è stata portata a tetto, e nel corso del 2016 saranno eseguiti i lavori interni e la copertura delle facciate. L'intero investimento si aggira attorno ai 25 milioni di franchi svizzeri.
 
 
L'ASPETTO AMBIENTALE
Che dire di una simile struttura su una montagna? Aspettiamo di vederla completata, ma certo l'impatto è già ben evidente. Dimentichiamoci i silenzi e la natura intatta. Si sa, certe volte il turismo chiede anche di questi sacrifici ambientali: per far avvicinare le masse alle alte quote e a panorami suggestivi oltre al trenino... ecco il Fiore di Pietra.

Il dibattito su chi è favorevole e chi è contrario è aperto. Gli svizzeri, comunque, hanno già deciso, e le previsioni di incasso sembrano dare loro ragione. Oggi si corre per vedere la novità: l'installazione di Christo sul Lago d'Iseo insegna. Piccola differenza: sul Monte Generoso non si smonta il tutto dopo 15 giorni, il Fiore di Pietra resta perenne.

Nella foto sotto, il rendering della struttura una volta completata.