Scopri il mondo Touring

Il festival di Sondrio è giunto alla 28a edizione

La natura dei parchi sullo schermo

di 
Piero Carlesi
7 Ottobre 2014
È iniziata domenica 5 ottobre con lo spettacolo di Jacopo FoEcologia, follia e dintorni” la ventottesima edizione del Festival di Sondrio, l'unica rassegna cinematografica al mondo che presenta aspetti e caratteristiche naturali dei parchi e delle areee protette del Pianeta, organizzata dal Comune di Sondrio in collaborazione con il Cai e il Parco nazionale dello Stelvio.

L'appuntamento è per le 20.45 di tutte le sere di questa settimana (l'evento si conclude domenica 12 ottobre) presso la grandiosa tensostruttura montata in piazza Garibaldi, il cuore del capoluogo della Valtellina.
 
Il programma di questa edizione è davvero interessante e intenso: oltre agli incontri coi registi dei documentari in concorso presenti in città (che intervengono la mattina nelle scuole) vi saranno quotidiani salotti letterari e scientifici in cui si affrontano temi legati a natura, clima e scienza, con la partecipazione di personaggi del mondo della cultura e della televisione come Syusy Blady e Luca Mercalli. Sabato 10 ottobre è poi in calendario il convegno dal titolo “Orti di casa: l'agricoltura famigliare. Realtà a confronto” con l'intervento di ricercatori universitari, naturalisti e biologi. La serata finale, con spettacoli e premiazioni dei film vincitori, sarà presentata invece da Licia Colò.
 
La parte cinematografica occupa invece le serate (ed è presentata in replica il pomeriggio del giorno successivo alle 16.30); sono in concorso 16 filmati girati nei parchi di tutto il mondo. Si è iniziato lunedì 6 con il fiume Guadalquivir e l'Australia dei koala, mentre per martedì 7 i documentari presentano il parco degli Alti Tauri in Austria, una foresta protetta in India e il parco di un vulcano in Nicaragua. Seguono mercoledì 8 ottobre film girati sott'acqua nelle isole Azzorre e in Namibia; giovedì 9 sono di turno i parchi della Sardegna, il fiume Yukon e il Mare di Ross in Antartide; venerdì 10 è la volta dei documentari girati in Nuova Guinea, Yakuzia e ancora Namibia; sabato 11 infine le testimonianze vengono da Austria, Lapponia e Ungheria. Sono poi in programma proiezioni di film fuori concorso, tra cui i documentari su Carlo Mauri, l'indimenticabile alpinista ed esploratore lecchese, sul mitico Walter Bonatti e su un lungo trekking attraverso i parchi dell' Emilia-Romagna con Enrico Brizzi.
Da segnalare, infine, per i golosi, che tutte le sere al termine delle proiezioni saranno proposti piccoli assaggi gastronomici gratuiti di sapore etnico.
 
Per saperne di più: www.sondriofestival.it