Scopri il mondo Touring

In corso nel Veronese il Filmfestival della Lessinia

di 
Piero Carlesi
23 Agosto 2010

Si è alzato sabato 21 agosto – e calerà il 29 agosto - il sipario sulla sedicesima edizione del Film Festival della Lessinia, la rassegna di Boscochiesanuova (Vr) che presenta film dedicati alla vita, alla storia e alle tradizioni delle montagne di ogni angolo del mondo. Diretto dal veronese Alessandro Anderloni e organizzato dalla Comunità Montana della Lessinia e dall'omonimo Parco regionale, il Festival è un'occasione preziosa per trascorrere al fresco dei monti Lessini gli ultimi scampoli di questo mese di agosto e deliziarsi la sera con delle ottime visioni di film, senza dimenticare peraltro le mille occasioni d'incontri, mostre e conferenze.


Il Filmfestival della Lessinia è unica rassegna cinematografica italiana a privilegiare in maniera esclusiva gli aspetti della vita, della storia e delle tradizioni in montagna, escludendo per regolamento le pellicole dedicate allo sport e all’alpinismo e questo lo differenzia, per esempio, dal pluricelebrato e storico Trentofilmfestival. Quest'anno sono 198 le opere cinematografiche in proiezione, provenienti da 30 Paesi; si tratta lungometraggi, cortometraggi, documentari e, novità del 2010, di film di animazione che si contenderanno l’assegnazione della Lessinia d’Oro, della Lessinia d’Argento e degli altri premi.


Molti gli appuntamenti extra proiezioni: escursioni guidate, rassegne letterarie, mostre fotografiche ed eventi speciali, che saranno dedicati, nell'arco della settimana al cinema italiano con un tributo all’Emilia Romagna: dalla sua gente (a partire dall’ultima intervista realizzata al giornalista Enzo Biagi) alle tradizioni di pastori, poeti, mulattieri e allevatori che rivelano cosa rappresenta per loro la vita su “l’Alpe”. Altro evento speciale sarà riservato ai giochi di montagna con la retrospettiva Come giocano i montanari intitolata, quest’anno, al gioco della morra.


Le proiezioni, tutte al cinema Vittoria di Boscochiesanuova, alle ore 16, alle 18 e alle 21, sono a pagamento, con biglietti acquistabili sul posto ma anche online. Spulciando nel palinsesto segnaliamo domani 24 agosto alle ore 18 la proiezione del film La grande rogazione, con Mario Rigoni Stern e I recuperanti di Ermanno Olmi e alle 21 Himalaya, le chemin du ciel di Marianne Chaud, già vincitore a Trento. Mercoledì alle 21 Le cheval de l'Everest di Bernard Germain; giovedì alle 18 Genius loci, Lo spirito del luogo in Alto Adige, di Duccio Canestrini; sabato alle ore 15 L'autostrada Manali.Leh, la via indiana per l'Himalaya.