Scopri il mondo Touring

Una gita nel Veronese, per ricordare i 150 anni della Battaglia di Custoza

In bicicletta con il Touring nei luoghi del Risorgimento

di 
Stefano Brambilla
8 Maggio 2016


A molti il nome di Custoza dirà qualcosa, vuoi per i ricordi dei libri di storia, vuoi per le vicende del libro Cuore. Nella piccola località del Veronese, oggi frazione di Sommacampagna, furono infatti combattute ben due battaglie risorgimentali, che videro in entrambi i casi la sconfitta dell'esercito piemontese prima e italiano poi ad opera dell'Impero austriaco. Prima battaglia, il 25 luglio 1848, quando il generale Radetzky sconfisse l'esercito del re Carlo Alberto di Savoia. Seconda, il 24 giugno del 1866: l'Arciduca Alberto d'Austria ebbe la meglio quel giorno sull'esercito italiano guidato dal generale Alfonso La Marmora. E fu proprio giù dalle colline di Custoza che De Amicis fece correre il Tamburino sardo, mitico personaggio della nostra storia e letteratura.



150° ANNIVERSARIO
Quest'anno, dunque, ricorre il 150° della seconda battaglia (1866-2016). E il Comune di Sommacampagna ha organizzato per l'occasione molti eventi per rievocarla e "ritrovare" un luogo così importante per la storia italiana. Ricordiamo peraltro che già nel 1879 Amedeo di Savoia duca d'Aosta inaugurò nei pressi del paese un ossario che contiene le spoglie di tutti i soldati morti durante le suddette battaglie durante le Guerre d'indipendenza italiane.

Si parte il weekend del 14 e 15 maggio con due gite cicloturistiche attraverso i luoghi del Risorgimento, realizzate in collaborazione con il Touring Club Italiano e la Fiab. Luogo di partenza e arrivo Villa Venier di Sommacampagna, dove saranno organizzati un mercatino dell’antiquariato, stand promozionali dei prodotti locali, attività per bambini. Il legame tra l'iniziativa e la nostra associazione è ancora più forte perché nel 1902 (quindi a otto anni di distanza dalla fondazione del Tci) un manipolo di soci percorse in bicicletta quei luoghi; e di quella "gita" ne conserviamo un ricco resoconto.

GLI ITINERARI
Dove si pedalerà il 14 e 15 maggio? I percorsi sono due, diversi tra loro ma entrambi su strade asfaltate a basso traffico (con brevi tratti di sterrata). Sabato 14 maggio l'itinerario è stato denominato "Percorso dei prodi" ed è contrassegnato sulla mappa sottostante con una linea verde. Si tratta di circa 55 km: si parte da Sommacampagna e si prosegue per Guastalla Nuova, San Rocco, Oliosi, Salionze, Monzambano, Pozzolengo e S. Martino della Battaglia, dove ci si ferma per il pranzo. Nel pomeriggio si prosegue per il Lago del Frassino, Peschiera del Garda, Salionze, Oliosi (sosta), S. Rocco, Guastalla Nuova, fino a ritornare a Sommacampagna verso le 18.

Domenica 15 maggio, invece, l'itinerario è chiamato "Percorso del soldato" ed è segnato in rosso sulla carta. Un po' più breve del precedente (circa 40 km), parte alle 9 da Sommacampagna, passa per Custoza (sosta all'Ossario), Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Borghetto (sosta), S. Lucia ai Monti e torna a Sommacampagna per le 14. 

Praticamente tutte le località citate sono state toccate dalla nostra storia risorgimentale: solo per fare qualche esempio, a Oliosi si comabttè nel 1866, a Salionze e Monzambano nel 1848; a San Martino della Battaglia nel 1859 i piemontesi guidati da Vittorio Emanuele II sconfissero gli austriaci di Francesco Giuseppe. Villafranca fu sede di un famoso armistizio nel 1859. E così via.



LA GITA TCI DEL 1902
Dicevamo della "gita" Tci del 1902, che fu vista proprio come un "pellegrinaggio ciclistico ai luoghi sacri dell'Indipendenza italiana". I soci vennero invitati a più riprese a partecipare puntando sul sentimento di orgoglio patrio e di riconoscenza verso chi era caduto sui campi di battaglia: d'altronde, erano passati neanche quarant'anni dal 1866. Sulla rivista si legge: "Desideriamo che ci accompagnino i giovani, perché a loro specialmente riuscirà istruttivo il rivivere una pagina di storia gloriosa proprio sui luoghi".  

La gita fu organizzata nel settembre 1902 dalla sezione di Bologna del Touring, capitanata dal valoroso Olindo Guerrini: il percorso - lungo 257 chilometri - partì dal capoluogo emiliano e passò per Modena, Mantova, Valeggio sul Mincio, Custoza, Villafranca di Verona, Peschiera del Garda, Pozzolengo e Solferino. Una "genialissima idea", come dichiarò la Direzione generale del Touring, che il giorno prima della partenza volle manifestare il suo appoggio invitando i 40 partecipanti a un banchetto e distribuendo distintivi realizzati ad hoc. 

Lasciamo ai lettori la scoperta dell'interessante e gustoso resoconto della gita: pubblicato sul numero di ottobre 1902 della Rivista mensile del Touring, il "reportage" è leggibile gratuitamente sul sito www.digitouring.it, che raccoglie parte dello sterminato archivio dell'associazione, in particolare tutte le annate della Rivista mensile del Touring dal 1895 al 1920, consultabili integralmente. Ecco il link esatto per accedere subito all'articolo, di cui sotto vedete riprodotte le prime pagine.



INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Per prenotare le gite in bicicletta del 14 e 15 maggio e per ogni altra informazione il sito web di riferimento è quello del Comune di Sommacampagna. I Volontari del Club di Territorio Touring di Verona saranno presenti a Sommacampagna per tutta la durata del weekend.