Scopri il mondo Touring

Le nuove divise della Austrian Airlines vengono votate dalle dipendenti

Il look delle hostess? Lo decidono loro

di 
Tino Mantarro
25 Maggio 2015
A qualcuno piace rosso. Ad altri un po’ meno. Ma a Vienna in queste settimane tutti hanno qualcosa da dire a riguardo. Il rosso in questione infatti è il colore delle divise del personale di bordo della Austrian Airlines, la compagnia di bandiera austriaca. Se l’avete presa ve ne ricordereste: le hostess sono completamente vestite di rosso, da capo a piedi: cappellino, scarpe e calze comprese. Il che - ha commentato una volta una bambina su di un Milano-Vienna - le fa assomigliare tanto alle aiutanti di Babbo Natale. Gli uomini invece di rosso hanno la giacca e neanche, fortuna loro, la cravatta. Ad ogni modo, belle o brutte che le si consideri, non c’è che dire: le divise della Austrian rimanevano impresse.
 


Oggi la compagnia austriaca, che da qualche anno è entrata nell’orbita della Lufthansa, ha deciso di cambiare le divise dei 3.500 dipendenti (personale viaggiante e di terra) per innovarne il look. L’incarico è stato affidato alla stilista austriaca Marina Hoermanseder che giocando con gli stessi colori alla fine si è trovata davanti a un quesito assai difficile: mantenere o no il total look rosso per le hostess? Una domanda che in Austria è diventata questione di stato. Con prese di posizione a favore del rosso, che ricorda la bandiera ed è elemento fondante dell’identità austriaca. E pareri diametralmente opposti di chi vorrebbe dare al personale delle divise meno vistose, con l’immancabile coda di discussioni dal sapore anni Settanta sul ruolo della hostess nell’immaginario.
 
Ma visto che tutto si può dire dell’Austria fuorché che non sia un paese democratico e molto avanti sulle questioni di genere, ecco che Austrian ha trovato la soluzione migliore. Rosso o no, sarà il personale femminile della compagnia a decidere se mantenere scarpe, calze e foularini rossi o se cambiare per qualcosa di meno vistoso e forse più comodo. Per quattro settimane tutte avranno la possibilità di votare sul colore del proprio abbigliamento per i prossimi anni. A qualcuno piace rosso, ad altri no. Va bene tutto, purché sia una libera scelta.