Scopri il mondo Touring

Sul web, tappa per tappa

Il Giro d'Italia raccontato dal Touring

di 
Tino Mantarro
19 Maggio 2011

Il Giro d’Italia e il Touring club Italiano da sempre hanno due aspetti in comune: la passione per la bicicletta e la voglia di far conoscere agli italiani il Paese. Così quest’anno in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità hanno deciso di unire gli sforzi e raccontare e agli appassionati della corsa rosa il meglio dell’Italia attraversata dalla  tappe del Giro.

 


Ogni giorno il Touring accompagnerà i lettori della Gazzetta dello Sport alla scoperta delle località che ospitano partenza e arrivo, nonché di quelle incontrate lungo il percorso. Dalla reggia di Venaria Reale, a Torino, fino a Piazza Duomo a Milano, una guida che accompagnerà i lettori per 3524 chilometri attraversando 17 regioni. Così basterà andare online su www.giroditalia.it (oppure sfogliare le pagine dello Speciale Sportweek Giro 2011) per conoscere a fondo il patrimonio del Paese attraversato dalla carovana del Giro: monumenti, personaggi, prodotti, corredati dagli indirizzi da non perdere se si decide di andare a vedere l’arrivo, o la partenza, della tappa e godere allo stesso tempo della bellezza dei luoghi. Presente anche una sezione dedicata agli eventi, con approfondimenti curati dal nostro sito web.


 


“Siamo orgogliosi di poter affiancare il Giro di Italia - spiega il presidente del Tci, Franco Iseppi - simbolo ed emblema da oltre un secolo di un’Italia bella, diversa ma pur sempre unita”. Un orgoglio condiviso ancheda Angelo Zomegnan, direttore eventi di Rcs Sport, organizzatrice materiale del Giro. “Con l’organizzazione della prima carovana cicloturistica nel 1909 - racconta Zomegnan - il Touring Club diede i natali al Giro d’Italia contribuendo negli anni all’affermazione della bicicletta e allo sviluppo del cicloturismo e delle competizioni ciclistiche. Così come il Giro da 102 anni unisce simbolicamente l’Italia attraversando lo stivale con un filo rosa, il Touring ha avuto un ruolo storico nella costruzione dell’identità nazionale e questo sodalizio nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia non può che rafforzare ulteriormente il valore di questi festeggiamenti”. Buona corsa a tutti.



Info: qui