Scopri il mondo Touring

Gli eventi collaterali fra menu tipici e folclore

Expo 2015, la Toscana si presenta al Touring

di 
Luca Bonora
22 Aprile 2015
E' stata la sede del Touring Club a Milano a ospitare la presentazione ufficiale delle iniziative della Toscana legate all’Expo. A 10 giorni dall’inizio dell’Expo, una delle regioni portabandiera dell’enogastronomia italiana nel mondo ha messo in campo tutte le sue armi per la conquista dei visitatori italiani e stranieri.
 
L’obiettivo è quello di raccontare il territorio toscano e di farlo “sperimentare” anche fuori dalla regione. Un vero e proprio “assaggio” della Toscana più autentica: non a caso si parla di Expo Vetrina Toscana: che conta oggi tra gli aderenti 752 ristoratori e oltre 250 botteghe alimentari, ospitato “doverosamente” come ha sottolineato il presidente Tci Franco Iseppi «in quella che è la casa dei viaggiatori, il Touring». La presentazione vera e propria è stata affidata a Sara Nocentini, Assessore alla Cultura, Commercio e Turismo della Regione Toscana e a Enrico Ciabatti Segretario Generale di Unioncamere. Tra gli intervenuti anche il critico enogastronomico Leonardo Romanelli, che con “un manipolo di camminatori gaudenti”, come lui stesso li ha definiti, ha appena concluso il Viaggio Artusiano, un lungo tragitto a piedi da Firenze a Milano, con (frequenti) soste nei ristoranti toscani, dentro e fuori dalla Regione.
Diverse aziende sono intervenute portando un assaggio di Toscana in corso Italia a Milano: pecorino toscano dop, zafferano di San Gimignano dop, pane toscano e olio extravergine d’oliva toscano igp, prosciutto crudo toscano dop hanno deliziato i palati dei presenti. Ospite d’onore anche il maestro gelatiere Dondoli, pluripremiato a livello internazionale, con un sorprendente gelato allo zafferano.
 
Dopo questa anteprima, la Vetrina Toscana vera e propria partirà con Expo, nel mese di maggio, in 11 ristoranti milanesi che focalizzeranno i loro menù sulla cucina toscana. In particolare ad alcuni prodotti – bistecca alla fiorentina, pici senesi, panzanella… – verranno dedicati pranzi a tema con gemellaggi culinari in cui gli chef di Vetrina Toscana cucineranno insieme ai loro colleghi milanesi.
La prima giornata sarà il 5 maggio e verrà introdotta dai figuranti del calcio storico appositamente venuti da Firenze. Un piccolo spettacolo dentro il bellissimo giardino del ristorante i 4 Mori che si affaccia su una piazza vicino al Castello Sforzesco per celebrare il rito della bistecca nella sua versione originale. Il 19 maggio il ristorante Cantinetta Belle Donne ospiterà Marco Caciagli, chef de Il Capriolo di Prato, con un menù a base di composte e prodotti del pratese in un menu di carne. Il 26 maggio il ristorante Charleston ospiterà l’evento accompagnato dal corteo del calcio storico che sfilerà per Piazza Liberty, con gli chef: Amerigo Capria del ristorante Baccarossa di Firenze e Gianmarco Stefani della Trattoria da Stefani di Lucca che si dedicheranno a un menu a base di pesce e zafferano.
Il gran finale sarà il 29 settembre al Palazzo delle Stelline a Milano, verrà organizzata una cena in cui 5 grandi chef di Vetrina Toscana interpreteranno attraverso i loro piatti, le diverse anime della Toscana.
 
Per raccontare la Toscana è stata poi presentato l e-book Storie di piatti e territori una raccolta di storie che attraverso i piatti e le ricette della tradizione esprimono il vissuto di una regione. La selezione nasce da un contest che si chiuderà il 7 giugno e che ha invitato cittadini, blogger, giornalisti italiani e stranieri a raccontare la loro Toscana, o un ricordo legato a questa regione, attraverso un piatto.
 
Vetrina Toscana è un progetto di promozione di Regione e Unioncamere Toscana, in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti. Ttre gli assessorati regionali coinvolti: turismo e cultura, agricoltura e attività produttive. Per conoscere tutte le iniziative in programma, e quelle già concluse, cliccate su www.vetrinatoscana.it