Scopri il mondo Touring

Da Venezia e Torino si pedala per un turismo sostenibile con il nuovo Vento Bike tour

Ciclabile Vento, il viaggio continua

di 
Tino Mantarro
29 Maggio 2017
I sogni son desideri, ma per realizzarli serve pedalare. Specie se il sogno è realizzare la più lunga ciclovia turistica italiana e il Paese è il nostro: in cui a parole si dicono tutti favorevoli, ma al momento di passare ai fatti un poco più restii. La ciclabile in questione si chiama Vento, unisce Torino con Venezia seguendo il corso del Po, ed è un progetto pensato dal gruppo di esperti in pianificazione territoriale del Politecnico di Milano guidati da Paolo Pileri.
 
 
CHE COSA E’ VENTO?
Un’iniziativa semplice e a suo modo rivoluzionaria che potrebbe cambiare il destino turistico del cuore dell’Italia del Nord. Ma fintanto che le istituzioni non passeranno ai fatti e la ciclabile non verrà finanziata e realizzata rimarrà un bel progetto. Un ambizioso progetto di sviluppo sostenibile, ma è anche una grande opera a un piccolo prezzo. Sono 679 km di ciclabile, ma sono anche 679 km di green economy, di green jobs e potenziale crescita dell’economia, tutto allo stesso prezzo di poco più di due chilometri di autostrada, 80 milioni di euro.
 
Una piccola parte già stanziata dal Governo, il resto da trovare. E dire che da fare non c’è tanto: circa il 15% del percorso è già ciclabile, mentre con qualche cambiamento ad alcune regole d'uso degli argini, strade vicinali e sentieri e altri 284 chilometri (il 42%) lo diventerebbero con poca spesa. Per un totale di 57% realizzabile con poca fatica. Insomma, basterebbe che la volontà politica diventasse pratica.
 
 IL VENTO BIKE TOUR 2017
Per sostenere Vento dal 2 all’11 giugno si tiene il nuovo Vento bike tour: non una pedalata, ma l’impossibile da costruire insieme. Ovvero un viaggio a cavallo dei due weekend in cui tutti si possono unire per pedalare assieme ai promotori del progetto. Un’occasione unica per pedalare lungo il Po e partecipare agli incontri di queste giornate di festa e approfondimento.
 
L’idea è ricucire la bellezza dispersa lungo le rive del fiume Po, attraversando borghi e città da vedere con una prospettiva diversa. Pedalando, chiaro: ma anche guardando, ascoltando, annusando e gustando, per condividere una bella esperienza che è anche un gesto di partecipazione.
 
 
PEDALATE ANCHE VOI
Si parte il 2 giugno da Venezia, pedalando per 40 chilometri fino a Rosalina. La tappa successiva invece arriva a Ferrara, mentre il 3 giugno si pedala fino a San Benedetto Po. Si riprende il 9 giugno da Pavia per un altro weekend di Vento con tappe a Valenza, Trino Vercellese e gran finale a Torino.
 
Il Vento Bike tour è aperto a tutti, per iscriversi bisogna compilare il modulo online su progetto.vento.polimi.it. A tutti i partecipanti sono garantite: assistenza meccanica, assicurazione e trasporto bagagli. Non rimane che mettersi in sella e partire, pedalando con la consapevolezza che sotto il sellino, sopra le ruote, si sta portando in giro una bella idea.
 
Panorami fluviali, lungo il Po con Vento