Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • >
  • Case cantoniere, torri, caselli ferroviari: online il primo bando per recuperarli

Entra nel vivo il progetto dell'Agenzia del Demanio "Valore Paese - Cammini e percorsi". Ecco i primi immobili che saranno concessi gratuitamente agli under 40

Case cantoniere, torri, caselli ferroviari: online il primo bando per recuperarli

25 Luglio 2017

Vi ricordate? Ne avevamo parlato a maggio in questa notizia: oltre 100 immobili pubblici lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi che attraversano tutta l’Italia saranno trasformati in ostelli, piccoli hotel, punti ristoro, ciclofficine, punti di servizio e assistenza per tutti i pellegrini, i turisti, i camminatori e i ciclisti che ogni anno percorrono questi tracciati. È il grande progetto "Valore Paese - Cammini e percorsi" di 'Agenzia del Demanio, sotenuto da Mibact e Mit, cui collabora anche Touring Club Italiano (vedi sotto).  

Ora si entra nel vivo: è partita infatti ieri la prima gara per assegnare 43 immobili pubblici in concessione gratuita per 9 anni a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40, come previsto dal decreto legge Turismo e Cultura (D.L. 31.5.2014, n. 83). È la prima volta che l’Agenzia utilizza lo strumento della concessione gratuita per sostenere l’imprenditoria giovanile e il terzo settore allo scopo di incentivare iniziative a carattere innovativo, sociale, culturale, creativo e sportivo.
 
Casello ferroviario ad Altamura (Ba, Puglia)

IL BANDO DI GARA "CAMMINI E PERCORSI"
Dal 24 luglio fino al prossimo 11 dicembre, su www.agenziademanio.it è possibile scaricare il bando unico nazionale, la “Guida al bando” e tutta la documentazione riguardante i 30 immobili di proprietà dello Stato in gara. Si tratta di case cantoniere, torri, ex caselli ferroviari e vari fabbricati distribuiti su tutto il territorio nazionale. Contestualmente anche gli altri enti locali coinvolti pubblicheranno sui rispettivi siti istituzionali i bandi dei 13 beni di loro proprietà inseriti nell’iniziativa.
 
Per partecipare alla gara è necessario presentare una proposta che non prevede l’offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell’iniziativa. Innanzitutto l’ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. Si terrà poi conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale, sia in termini di promozione dello slow travel. Infine, tra i fattori che incideranno sul punteggio della proposta anche la sostenibilità ambientale e le specifiche azioni previste per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, come ad esempio l’uso di materiali bio-eco compatibili e di tecniche e dispostivi bioclimatici; e l’efficienza energetica, quindi le azioni volte alla riduzione dei consumi e all’implementazione di fonti rinnovabili.
 
In autunno è previsto il secondo bando del portafoglio Cammini e Percorsi che sarà dedicato agli immobili di maggior pregio, che per essere riqualificati richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso.
 
Casa cantoniera a Irsina (Mt, Basilicata), lungo la Via Appia
 
I BENI IN GARA PER "CAMMINI E PERCORSI"
I 30 beni dello Stato in gestione all’Agenzia del Demanio in gara dal 24 luglio 2017 sono:
 
- 2 in Basilicata: CASA CANTONIERA a Irsina (MT), APPARTAMENTO a Barile (PZ) -
- 2 in Calabria: EX UFFICIO AGENZIA DELLE ENTRATE a Mileto (VV), EX PADIGLIONE IMPOSTE DIRETTE A Mileto (VV)
- 3 in Campania: CONVENTO SAN MARCO a Sant’Angelo dei Lombardi (AV), UFFICIO POSTALE a Caserta, TORRE ANGELLARA a Salerno
- 3 in Emilia Romagna: CASA DEL FASCIO a Ro Ferrarese (FE), TORRE DELLA BASTIGLIA a Serramazzoni (MO), CASA DI GUARDIA a Campegine (RE)
- 1 nel Lazio: RUSTICO CASA CANTONIERA a Località BORGO GRAPPA, Latina,
- 1 in Lombardia: VILLETTA A SCHIERA a Lardirago (PV)
- 5 nelle Marche: FABBRICATI RESIDENZIALI a Potenza Picena (MC),
- 2 in Molise: APPARTAMENTO a Campomarino (CB), EDIFICIO IN CORSO DI COSTRUZIONE Sepino (CB)
- 2 in Piemonte: FABBRICATO RESIDENZIALE Palazzolo Vercellese (VC); CASA DEL FASCIO a Vinzaglio (NO)
- 3 in Puglia: CASELLO FERROVIARIO a Altamura (BA), CASELLO FERROVIARIO Grumo Appula (BA), CASELLO FERROVIARIO a Toritto (BA)
- 1 in Sardegna: POSTAZIONE ANTIAEREA a Alghero (SS)
- 3 in Sicilia: CASELLO FERROVIARIO PONTE PATTI a Calatafimi Segesta (TP), STAZIONE DI VEDETTA CAPO FETO Mazara del Vallo (TP), TORRE S.FRANCESCO C.da Marausa,Trapani
- 2 in Veneto: ABITAZIONE CANALE LUSENZO – via Foxia  Chioggia (VE), ABITAZIONE CANALE LUSENZO – via San Felice Chioggia (VE)
 
Casa del Fascio a Ro Ferrarese (Fe, Emilia Romagna) sulla ciclovia Vento
 
LA CONSULT@ZIONE PUBBLICA
Il bando di gara è stato definito grazie anche ai risultati della consult@zione pubblica gestita da Touring Club Italiano che si è conclusa il 26 giugno e ha registrato un interesse straordinario, con la partecipazione di quasi 25 mila persone tra italiani e stranieri
 
Molti i dati significativi e numerose le curiosità emerse, primo tra tutti il target dei partecipanti che per il 78% ha meno di quaranta anni e si dimostra entusiasta delle opportunità offerta dall’iniziativa. Dalle compilazioni si evidenzia la piena condivisione dell’obiettivo di recupero e valorizzazione degli immobili in disuso, creando nuove forme di accoglienza e un’offerta turistica partecipata e condivisa dalle comunità locali. E’ inoltra emersa una notevole attrazione esercitata dal tema del turismo lento e della mobilità dolce, rafforzata anche da un diffuso interesse a partecipare ai bandi di gara pur non avendo molta esperienza nel settore turistico. Nella top ten di gradimento degli immobili svetta un piccolo fabbricato rustico in provincia di Lucca, seguito al secondo posto dal Castello di Blera, vicino a Viterbo, che nelle ultime settimane ha tanto attirato la stampa straniera. Terzo posto per un vecchio Molino vicino a Pavia che precede di poco la Masseria Cocola di Ugento (LE). L’interesse sugli edifici pubblici è stato comunque complessivo e tutti i 103 beni hanno suscitato apprezzamenti.
 
INFORMAZIONI
Sito web www.agenziademanio.it.
 
Torre Angellara (Sa, Campania)