Scopri il mondo Touring

Una selezione di paesi Bandiera arancione certificati dal Tci. Prima parte: Piemonte e Liguria

A Milano per Expo? Ecco i borghi accoglienti da esplorare

di 
Piero Carlesi
23 Aprile 2015
Chi giunge a Milano per l'Expo trova in città e negli immediati dintorni migliaia di opportunità per conoscere al meglio il territorio e visitare una fetta significativa del Bel Paese. Tra le tante proposte vogliamo passare in rassegna una serie di piccoli borghi accoglienti, entro un raggio di 150 km da Milano, le cui eccellenti qualità turistico-ambientali sono certificate dal Touring con la Bandiera arancione (www.bandierearancioni.it).
Vedremo in due puntate prima le mete piemontesi e liguri, successivamente quelle lombarde ed emiliane.
 
IN PIEMONTE
Cannero Riviera (Vb), affacciato su Lago Maggiore, a 117 km da Milano, è una piacevole località di soggiorno dal clima mite, quasi mediterraneo, con un porticciolo antico ricavato tra le rocce. Di fronte al borgo, dallo specchio del lago emergono due isolotti su cui sorgono i resti di castelli de Borromeo ora in restauro. Qui si visita il Museo etnografico e della spazzola e la piazzetta degli affreschi dove alcuni murales illustrano episodi salienti della storia locale.
 
Cannobio
(Vb), a 124 km da Milano, sulla riva del Lago Maggiore e non distante da Cannero, vanta un pregevole nucleo trecentesco con il palazzo della Ragione e la chiesa collegiata del Settecento. Nei dintorni vale fare quattro passi per ammirare l'orrido di S. Anna e recarsi anche nella frazione Carmine Superiore per vedere la chiesa di S. Gottardo.
 
Cocconato
(At), a 140 km da Milano, è un interessante borgo d'altura del Monferrato, ricco di bel palazzotti con balconi in ferro battuto che conserva una torre merlata medievale ricostruita nell'Ottocento, unico resto della residenza dei conti Radicati, e il palazzo Comunale, quattrocentesco, in stile gotico.
 
Fobello
(Vc) a 130 km da Milano, a 873 m, è un paesello montano che si trova in una valle laterale della Valsesia solcata dal torrente Mastallone che confluisce nel Sesia a Varallo. Del paese si ammirano le eleganti case costruite prevalentemente dagli emigranti che dopo aver fatto fortuna all'estero son rientrati nel Sette-Ottocento nel luogo natio; da visitare il Museo Lancia, intitolato al fondatore della celebre casa automobilistica che qui ebbe i natali.
Qui si trova il laboratorio artigianale Vulaiga di Eugenio Pol (tel. 0163.55901), dove si produce pane a lievitazione naturale (di segale, alle erbe, all'uvetta ecc.) apprezzato in tutto il mondo e anche dai maggiori ristoratori italiani, da Aimo e Nadia Moroni a Massimiliano Alajmo.
 
Vogogna
(Vb), a 114 km da Milano, 225 m, era un importante centro fortificato della val d'Ossola, oggi nel parco nazionale della Val Grande. Sulla piazzetta medievale prospetta il trecentesco palazzo Pretorio; da non perdere l'intero borgo medievale, il castello visconteo costruito da Giovanni Visconti nel 1344 (tutta l'Ossola appartenne al Ducato di Milano dal Trecento al Settecento), la rocca sovrastante e la chiesa cinquecentesca di S. Marta.
 
IN LIGURIA
Sassello
(Sv), a 147 km da Milano, primo borgo certificato con la Bandiera arancione dal Tci, sorge a 405 m, vanta una struttura urbana seicentesca. Ricco nel passata per le diverse ferriere del territorio, oggi è significativa località turistica.Da non perdere la visita al Museo storico archeologico Perrando che conserva anche diversi dipinti di autori locali come Luca Cambiaso, Moncalvo e Giuseppe Pellizza, e l'assaggio dei prelibati amaretti prodotti in loco dall'azienda Virginia.
 
 
ARTICOLI CORRELATI