Scopri il mondo Touring

Alla Fiera di Rimini fino al 12 novembre

A Ecomondo la parola d'ordine è riciclare

di 
Piero Carlesi
10 Novembre 2011

Si è aperta il 9 novembre alla Fiera di Rimini – e continua fino al 12 – la 15a edizione di Ecomondo, con il sottotitolo la rivoluzione ecoindustriale, la rassegna internazionale del recupero della materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. L'appuntamento è ormai un classico nel quale si presentano agli addetti ai lavori le tendenze del mercato dell'industria green, si analizzano le evoluzioni del complesso panorama normativo, si sviscerano le problematiche tecniche e si creano occasioni di incontro e di scambio tra gli addetti del settore. I temi che sono affrontati in questa edizione sono: il riutilizzo dei rifiuti delle varie industrie, il riuso delle acqua, la prevenzione dei rischi industriali, le smart cities (le città sostenibili), le bioraffinerie e la qualità dell'aria. Al convegno di apertura si è discusso della green economy, una opportunità per uscire dalla crisi.


 


La rassegna, che è riservata ai professionisti e imprenditori (il costo del biglietto giornaliero è di 155 euro) è un'ottima occasione per fare il punto sul fenomeno del riciclo dei materiali in Italia.

Il grafico che indica le quantità di materiali riciclati segna fortunatamente una forte impennata: prendiamo il vetro, una dei materiali che tutti acquistano sotto forma di contenitore per il vino, l'olio, marmellate, ecc. Nel 2010 su 2.153.000 tonnellate di vetro sono state avviate al riciclo 1.470.000 tonnellate, pari al 68,3%.


 


Ancor meglio il bilancio relativo a carta e cartone: ne è stato riciclato l'80% di quello prodotto. Anche l'acciaio è stato riciclato per il 71% e l'alluminio per il 77%. Dicevamo comunque che la quantità riciclate aumentano nel corso degli anni: lo dimostrano i dati proprio della filiera dell'alluminio dove la quantità di materiale avviata al riciclo è aumentata del 49% dal 2009 al 2010. Il risultato finale su base nazionale è che ormai rispetto alla quantità totale dei rifiuti da imballo prodotti la percentuale di questi che va alla discarica è oggi del 25%.


 

Infine segnaliamo una notizia che interessa il turista: saranno presenti alla rassegna diverse città che hanno adottato progetti di ecosostenibilità; tra queste Friburgo, Vienna, che ha vinto un premio internazionale legato alla sostenibilità, Amsterdam e Torino.