Scopri il mondo Touring

Il nuovo borgo Bandiera arancione 2016 è la destinazione ideale per un weekend tra terra, acqua e sapori

In camper a Pizzighettone, la fortezza sull'Adda

24 Ottobre 2016
 
Avete un camper o una caravan e vorreste qualche consiglio su dove passare il weekend? Oggi vi suggeriamo di visitare un borgo Bandiera arancione, ovvero un paese dell'entroterra con meno di 15mila abitanti che il Touring Club Italiano ha certificato per le sue qualità turistiche e ambientali. Un paese, in poche parole, bello, accogliente, dove non mancano i servizi e vi troverete bene... e in più avrete tutti i servizi di cui necessita il camperista. 

La meta prescelta è Pizzighettone, in provincia di Cremona.
 
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!

Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 
CINQUE MOTIVI PER ANDARE A PIZZIGHETTONE
1. Per la cinta muraria perfettamente conservata
Di origine cinquecentesca, la cinta muraria circonda per intero il centro storico, su entrambe le sponde del fiume Adda: un complesso difensivo lungo circa 2 km, con un’altezza di 12 m, una larghezza di 15 m ed uno spessore murario che raggiunge mediamente i 3,60 m. La struttura è una delle meglio conservate del nord Italia.
 
 
 2. Per la cerchia di Casematte
Disposte a semicerchio sulla corona delle antiche mura, sono ambienti con volta a botte particolarmente resistenti alle offensive aria-terra. Unico caso in tutta Europa, gli ambienti interni delle casematte sono tutti collegati tra loro e ancora nel complesso percorribili. Comprende la porta del Soccorso, ubicata all'estremità meridionale del recinto sulla sponda dell'Adda, la contigua polveriera di San Giuliano, le rampe di salita interne al recinto, la fossa difensiva esterna (ancora in gran parte integra lungo il tratto sudorientale) e porta Cremona nuova, sulla strada per Cremona.
 
 
3. Per il suo patrimonio storico-artistico
La Parrocchiale di S. Bassiano, la più antica chiesa del paese d’impronta romanico-lombarda, con all’interno dipinti di Bernardino Campi e tre formelle marmoree trecentesche. Il Museo civico che spazia dalla Preistoria all’età Moderna. La torre del Guado, a pianta quadrata e merlata, unica testimonianza integra dell’antico castello, che nel 1525 fece da cornice alla prigionia di Francesco I di Valois, Re di Francia. 
 
 
4. Per conoscere l'Adda e il suo paesaggio
Pizzighettone lega le sue origini al fiume Adda, che connota il centro storico dividendolo in due parti. e quella della valle del Serio Morto compongono un territorio da scoprire in piacevoli e rilassanti passeggiate o pedalando sul reticolo di strade bianche e ciclabili. 
 
 
5. Mangiare un piatto di fasulin de l'oc
C'è il provolone Pizzighettone, vero. C'è il biscotto di PIzzighettone, vero. I salumi cremonesi sono imperdibili (n.d.r confermo, scrivo e sottoscrivo). Ma se volete scendere alle radici della gastronomia del borgo Bandiera Arancione il consiglio è di ordinare un piatto di Fasulin de l’oc (Fagiolini dall’occhio). 
 
Per la preparazione della ricetta DOC si utilizzano gli ingredienti e le dosi tramandate da secoli: "Cotenne morbide di maiale, salamelle di pasta fresca, carni di manzo e di maiale, verdure di stagione, olio d'oliva e brodo di carne quanto basta".
 
6. ...Mangiarlo durante la festa dei Fasulin de l'òc cun le cudeghe
Turisti e buongustai di tutte le età e da tutta Italia tra cui oltre 400 camperisti sono attesi per celebrare il piatto simbolo di Pizzighettone (Fagiolini dall’occhio con le cotenne). Una vera maratona gastronomica a colpi di cucchiaio che si tiene dentro le mura, riscaldate dai grandi camini d'epoca. 
 
Anche quest'anno il richiamo dell'evento ha convinto il Gruppo Volontari Mura di Pizzighettone e il Comune a distribuire la festa in un doppio turno. Dal 29 ottobre al 1 novembre e di nuovo sabato 5 e domenica 6 novembre. 
 
 
 
 
 
 
Presso l'Ufficio Turistico di piazza D'Armi disponibilità di pubblicazioni, brochure, materiale informativo sulla città murata e le sue manifestazioni, info  turismo e prenotazioni visite guidate (Gruppo Volontari Mura, www.gvmpizzighettone.it, info@gvmpizzighettone.it, tel. 0372 730333)
Per chi arriva in treno il riferimento è la stazione Trenord di Ponte Adda
Per chi arriva in bicicletta (o treno+bici) parcheggi riservati nel centro storico
www.fasulin.com - info@fasulin.com
 
I SERVIZI PER I CAMPERISTI
Camper e Pizzighettone vanno d'accordissimo. Tante le aree di sosta libere e attrezzae distribuite lungo la mura sia sulla sponda destra che su quella sinistra dell'Adda. Per facilitarvi il compito pubblichiamo la mappa ufficiale di questa edizione della festa. All'angolo di via Marconi e viale De Gasperi c'è l'accesso al punto di scarico per le acque bianche e nere. Tutte le aree di sosta sono collegate da un servizio navetta permamente durante la manifestazione.
 
 
INFORMAZIONI
E per tutti i camperisti... ecco le guide del Touring Club Italiano! L'Italia in camper e l'Europa in camper, da comprare nei Punti Touringsul nostro sito a prezzo scontato!

L'ASSICURAZIONE
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!

Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!