Scopri il mondo Touring

Tra laghi e Dolomiti, seguendo testimonial d'eccezione

In Alta Pusteria con Angela e Terence

di 
Stefano Brambilla
24 Giugno 2011

Se guardi bene, nella hall d’ingresso dell’Alte Post, scopri una foto con un gruppo di personaggi sorridenti ritratti davanti allo storico hotel. E se guardi ancora meglio, riconosci in quella foto niente meno che Angela Merkel con consorte che sorride gioviale al fotografo. Tanta stima per Frau Merkel. Perché la signora cancelliera si dimostra un’intenditrice di montagne, visto il luogo che ha scelto per le sue vacanze estive ormai da parecchi anni: immaginate una valle discosta, un hotel proprio in fondo alla strada che la percorre, e davanti un grande prato dove trottano i cavalli, e poi abeti, larici, e soprattutto i profili dolomitici di guglie e torri che si stagliano nel cielo. Dicono che Angela non si faccia notare, quando soggiorna in val Fiscalina, nell’angolo più orientale dell’Alto Adige: e da queste parti la privacy è sacra, per cui nessun paparazzo in agguato. Al mattino, parte per i sentieri del parco delle Tre Cime, e le due guardie del corpo faticano non poco a starle dietro. Le Dolomiti di Sesto, il rifugio Comici, il rifugio Locatelli, il monte Elmo, la Croda Rossa: ogni giorno una gita diversa, ogni giorno un picnic frugale, e poi il ritorno alla base. Se siete camminatori, seguite le tracce della signora: perché le montagne, da queste parti, hanno un fascino che si trova raramente altrove, anche tra le stesse Dolomiti. Soprattutto ora, quando ancora non sono arrivate le folle d’agosto - non si può dire che le Tre Cime di Lavaredo siano una destinazione d’élite, la loro popolarità va ben oltre i confini italiani (e per arrivarci, per favore, partite dalla val Fiscalina: troppa poco soddisfazione, a giungere dal Veneto...).



In Alta Pusteria, in realtà, non hanno certo bisogno di testimonial come la signora Merkel. L’accoglienza e l’ospitalità sono quasi proverbiali; l’organizzazione turistica potrebbe essere presa come esempio per tutto il Belpaese; le strutture sono una più accogliente dell’altra, tutte con centro benessere e wellness annesso; e lo scenario naturale è di quelli che lasciano letteralmente a bocca aperta. Chiedete ai tanti habitué che frequentano Sesto, Villabassa, San Candido, Braies e Dobbiaco, non ce n’è uno che non ritorni entusiasta anno dopo anno. Tuttavia, la popolarità della zona ha recentemente subito un’impennata grazie a Terence Hill. Avete capito bene, proprio lui, il pistolero western e il Don Matteo degli ultimi anni, che in primavera è stato visto da quasi 6 milioni di spettatori mentre interpretava una guardia forestale in A un passo dal cielo. Pare che sia stato proprio Terence a individuare il titolo della fiction Rai. E in effetti, anche se suona banale, non ci sentiamo di condannare l’espressione un po’ da telenovela: perché il lago di Braies, una delle location in cui è stata girata la serie, è semplicemente magnifico, e si presta bene alle espressioni “eden”, “locus amoenus”, “ottava meraviglia” e così via. Pare di essere in Canada, percorrendo il sentiero che lo circonda, con gli abeti che quasi toccano l’acqua, le pareti di roccia sovrastanti, il colore indefinibile del lago stesso. E poi, poco lontano, Prato Piazza, raggiungibile con una navetta, altro luogo perfetto per partire zaino in spalla. Se proprio volete, ci sono anche tour sulle orme della fiction... ma in qualsiasi caso, seguite Angela e Terence, non ve ne pentirete.

 

Tutto quello che può servire per un weekend, una vacanza, un soggiorno in Alta Pusteria si trova sul sito del Consorzio Turistico Alta Pusteria, che ha anche un’attivissima pagina Facebook. Provate a telefonare allo 0474.913156 o a scrivere a info@altapusteria.info e troverete risposta a tutte le vostre domande.



Per scegliere dove alloggiare, c’è solo l’imbarazzo della scelta, con centinaia di strutture dal campeggio al rifugio, dall’agriturismo all’hotel quattro stelle: sempre sul sito il catalogo. L’hotel dove soggiorna Angela Merkel è il Dolomiten Hof, con la dependence Alte Post, in val Fiscalina; poco lontano, a Moso, il più grande hotel della zona, il Bad Moos, con grande centro benessere all’avanguardia. Per mangiare, molti hotel hanno il ristorante, con le tipiche specialità altoatesine; consigliamo l'agriturismo Kinigerhof a Sesto e l'hotel ristorante Adler a Villabassa, dove la chef Helene Markart prepara squisiti piatti locali rivisitati con un eccellente rapporto qualità prezzo. Tra le tante attività, non perdetevi il percorso kneipp (nella foto) Kurpark di Villabassa, ideale per le famiglie, vista la presenza di un ampio parco giochi.