Scopri il mondo Touring

Visualizza

Palazzo Litta

fare

Corso Magenta 24 20100 Milano (Mi)

ll nucleo iniziale del complesso di palazzo Litta fu costruito tra il 1642 e il 1648 da Francesco Maria Richini per il conte Bartolomeo Arese, presidente del Senato di Milano e rappresentante di una delle più influenti famiglie della Milano spagnola. La grande dimora, dotata di un giardino che arrivava a lambire i bastioni del Castello Sforzesco, ebbe fin dall’inizio un ruolo preminente nella vita sociale e politica della città. Con la morte di Bartolomeo, alla fine del Seicento, il palazzo venne trasferito in eredità alla figlia Margherita, moglie di Fabio III Visconti Borromeo Arese per poi passare, a metà del secolo successivo, alla famiglia Litta. Gli interventi succedutisi nel tempo hanno modificato i caratteri di varie parti del complesso. Così, mentre il cortile a colonne e la struttura della parte nobile dell’edificio risalgono al progetto originale di Richini, il monumentale scalone d’Onore e la fantasiosa facciata tardo-barocca sono della metà del Settecento, i giardini e i fabbricati retrostanti sono ottocenteschi.
All’interno domina la veste barocchetta del rinnovamento di metà Settecento: il Salotto rosso, la Sala degli Specchi e il Salotto della Duchessa hanno conservato le tappezzerie, gli stucchi dorati e i dipinti originali settecenteschi, opera di Martin Knoller e di Giuseppe e Agostino Gerli. Il palazzo ingloba al piano terra il teatro Litta, frutto della trasformazione, avvenuta nella seconda metà del Settecento, di un oratorio gentilizio consacrato nel 1671, attribuito allo stesso Richini. Venduto all’asta nel 1873, dal 1996 il complesso è rientrato nel patrimonio indisponibile dello Stato. 

I Volontari del Touring Club Italiano accolgono i visitatori dalle ore 14 alle 18 alla mostra The Yokohama Project 1867-2017 di Giada Ripa, curata da MIA Photo Fair Project, immaginaria conversazione sull’estremo Oriente tra gli artisti Giada Ripa, Mathilde Ruinart e Felice Beato.

Info: http://bit.ly/2fJfCtx


 

Scrivi la tua recensione