Scopri il mondo Touring

Chiesa di S. Stefano

localita

Piazza S. Stefano 2 Genova (Ge)

L'edificio, che risale alla fine del XII secolo, è uno degli esempi più originali dell'architettura romanica presenti nel capoluogo ligure. Colpisce la particolarità della facciata, a strisce bianche e nere, con un portale ogivale sormontato da una grande finestra circolare. Di eccezionale qualità architettonica la parte absidale, ad arcate cieche, la più antica della chiesa. All’interno, lo spazio si sviluppa in un’unica navata e conserva alcune tra le opere più significative della pittura del Seicento a Genova, tra cui Il martirio di S. Stefano di Giulio Romano e Il martirio di S. Bartolomeo di Giulio Cesare Procaccini. Sulla controfacciata sono visibili i resti della cantoria di Donato Benti e Benedetto da Rovezzano (1499), con allegorie della Musica. Sotto il presbiterio sopraelevato è situata la cripta a cinque navate, che è stata oggetto nel tempo di notevoli interventi di restauro. Sul fonte battesimale un’epigrafe ricorda il presunto battesimo di Cristoforo Colombo, celebrato nella primitiva chiesa di S. Michele, di cui la chiesa romanica includerebbe il perimetro.
Durante la seconda guerra mondiale l’edificio subì i danni delle incursioni aeree, ma venne fedelmente riportata al suo splendore da Carlo Ceschi nell’immediato dopoguerra.

I Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale accoglieranno nuovamente i visitatori all'interno degli spazi della Chiesa di Santo Stefano ogni venerdì  dalle ore 10 alle 18 e sabato dalle ore 10 alle 17 a partire dal mese di settembre.



Scrivi la tua recensione